domenica 14 maggio 2017

Il cuculo

Il bipede dorme ancora profondamente. Dalla finestra socchiusa entra il canto di un cuculo assai vicino, forse sulla Quercia Grande qui a fianco o sui grandi pini neri vicini.
Questo angolo di paradiso ha i suoi costi  (anche in termini di rapporti colle donne) ma dà anche felicità.
Ecco ora che ha ripreso il suo canto d'amore.

22 commenti:

  1. Io sono in città praticamente, ma ho la mia porzioncina di campagna fuori.. grano, galline, cornacchie, vespe, polvere, ragnetti rossi.. ma anche silenzio, quiete, tramonti solo per noi, passeggiate col vento. La felicità a km zero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Felicità a km zero" mi piace molto.
      Grazie Franco.

      IO non ho una porzioncina, sono nel grano, ciliegi, gazze, profumo di fieno, tassi e formiche.
      Vivo in un paradiso, nel giardino incantato della Grande Bellezza Italiana, Natura e Cultura.

      Elimina
  2. Qui invece si sente l'assiolo...
    Sono giornate bellissime, queste, sanno tanto di tarda primavera/inizio estate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, scopro ora che l'assiolo e' uno dei nomi volgari dell'Otus scops qui noto come chiù.
      E' uuo dei suoni della natura che preferisco. Grazie Nuvola!

      Elimina
  3. ma perchè con le donne?

    buona domenica Uomo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché lo "andiamo a casa mia, beviamo qualcosa..." ovvero qualcosa di improvvisato, quando i ferri sono caldi, è praticamente impossibile.

      Buona sera Magnolia.

      Elimina
    2. se vi è interesse tutto e' possibile

      Elimina
    3. seeee.... senza riscaldamento, al freddo, d'inverno.....

      Elimina
  4. Io sto all'inferno e c'è un piccione appena fuori dalla finestra che tuba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'anno scorso avevodue tortore che tubavano un sacco, qui sul tetto. Beh, devo dire che... non ne sento la mancanza, quest'anno.

      Elimina
  5. certo, le donne preferiscono (giustamente) il ristorante da 50 euro a persona, piazza maggiore, una macchina normale. se vogliono fare sport, vanno in palestra o corrono al parco che va di moda, mica sui bricchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche il 90% degli uomini, specie quando entrano nell'abitus mentale impiegatizio.

      Mi auto-censuro riguardo il modo per convincere le donne a fare qualsiasi cosa.

      Elimina
    2. No l'uomo le cose fa uuic le fa invece. Senza andare agli estremi di chi fa trail, non vedi quanti uomini fanno sport ora?

      Elimina
    3. L'uomo MEDIO fa le cose con le modalità e le ragioni identiche alle donne, ovvero segue la moda/tic impiegatizia/o. Tipo la corsa, tipo la mountain bike. E poi va a fare la spesa col SUV.

      Elimina
    4. Ma che contraddizione ci sarebbe? C'è spazio per entrambe le cose, o all'esselunga bisogna comprare 9 lt di acqua e fare 2 km a piedi per portarli a casa (cosa che nob farà neanche uuic)?

      Elimina
    5. Infatti, non c'è nessuna contraddizione tra la corsa, la mountain bike e il centro commerciale, sono tutti tic che io chiamo impiegatizi perché hanno dei costi e delle modalità appositamente concepiti per uno stato "medio", ne troppo basso (non te lo puoi permettere) ne troppo alto (non vai al parco con la massa se si sfondato).

      Cerco di spiegarmi.

      Primo, stiamo dicendo che uomini e donne fanno le stesse cose per la stessa ragione, ovvero che sono comportamenti condizionati che sembrano "normali" solo perché nessuno si ferma a pensarci.

      Secondo, le cose che si fanno sono come pezzi di un meccanismo che ruotano o scorrono nella guida nel modo e nei tempi che necessariamente si incastrano con il movimento di tutti gli altri pezzi attorno (lavoro, orari, famiglia, ecc).

      Basta uscire dal microcosmo di Milano per osservare che, cambiando le condizioni al contorno, i tic impiegatizi o sono assenti o sono differenti. Non è che la gente smette di respirare se non fa la corsetta al parco, se non ha la palestra vicino, se non fa la spesa al centro commerciale. Fa altre cose, come facevamo anche noi quando c'erano altri tic al posto di quelli attuali.

      Infine, Francesco, non puoi non avere notato che esiste una convergenza obbligata tra uomini e donne. Ovvero, che il "sistema" spinge per ridurre le famose "differenze di genere" in modo che uomini e donne "ideali" siano simili sia fisicamente che spiritualmente. I tizi che trovi in palestra si depilano e si mettono le cremine e ci sono le donne pugile (che per inciso è una delle cose più tristi che ho mai visto).

      Elimina
    6. Beh, in quanto a posti dove si mangia bene, me la cavo discretamente.
      Sì, Francesco, nessun nega ciò che sottolinei. Anzi, la scarsa simpatia di molte donne per gli ambienti rurali è nota.
      Sto in collina (splenida) mica su una croda,eh!?

      Elimina
    7. IO cerco di evitare la GDO in ogni modo possibile.
      Sabato mattina me ne sono andato a ritirare 5 pacchi di carne di porcella bio felice semi-brada in un nagolo di paradiso nella montagna della provincia vicina.
      Un'ora di strada nella bellezza stordente di maggio.
      L'acqua? Solo ed esclusivamente di rubinetto, qui squisita e molto ricca di magnesio (un vero e proprio toccasana per me).

      Qui ho un gruppetto di persone, uomini e donne, con i quali faccio i mie trek/ puntate di alpinismo. Per altre cose altre cricche. Diciamo che sono sparsi in giro.

      Elimina
  6. OT, di servizio.
    Avete letto del coso che cripta i dati del computer e chiede il riscatto. NSA e hacker, i bau bau Russi eccetera. Il fatto è che quando si compra un computer o un furbofono bisogna considerare che chi fabbrica i vari pezzi di cui si compone e chi ci mette sopra il sistema operativo e i programmi, ha la facoltà di fare quello che gli pare, senza il nostro consenso e senza che noi lo sappiamo.

    Per esempio, è normale che in Windows ci siano tot "bachi" involontari e tot "bachi" messi di proposito e poi girati alle agenzie più o meno governative per consentire l'accesso ai dispositivi senza consenso e/o senza che l'utente lo sappia.

    Noi ci accorgiamo solo dei cosiddetti "virus" che colpiscono nel mucchio, come nel caso di cronaca. Non sappiamo nulla dei "virus" che hanno un comportamento più furbo e più mirato.

    Per esempio se tu sei il Caro Leader Renzi il mio "virus" non ti chiederà 50 euro per sbloccare i file, invece copierà in silenzio tutti i tuoi file e le tue password e io le rivenderò a chi è interessato, guadagnando molti più soldi, senza rischiare nulla (stante che ne il Caro Leader ne i Servizi sono in grado di accorgersi di nulla).

    Per mettere la cosa in prospettiva.

    RispondiElimina
  7. Qua a Roma piccioni, gabbiani, ratti...
    Voglio una carabina, non sopporto più queste bestiacce

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo cibo sprecato e gettato nei rifiuti con la conseguente proliferazione di animali spazzino.
      E' una forma di pena di contrappasso.
      Il problema 'sta nei romani, non negli animali.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.