venerdì 19 settembre 2014

Perdendo colpi?

Lunedì della settimana scorsa ritirai 50€. Nessuna spesa, qualche giorno dopo non li trovai più nel portafoglio.
Vado a ritirare del contante per pagare l'abbonamento del bipede, lascio lì le chiavi di bici e ufficio.
L'altro giorno devo aver lasciato lo sportello del vano congelatore socchiuso ancora una volta.
Rileggo un commento e trovo una cosa orribile "ha chiesto ha 240000 anelli di catena :- perché hai demolito casa mia?". Ho notato spesso errori e refusi, di recente.
Quest'estate ho osservato alcune volte un leggero quasi impercettibile tremore nelle mani.
Ho cercato un bel po' un sacchetto con corde e cordoni di vario tipo... bah, chissà dove sarà andato a finire. Tornato dalla montagna lo trovai in un posto che non c'entrava un tubo col suo posto. Io che sono così ordinato.

Un po' come il primo capello grigio, a tredici anni mi sono sempre reso conto di avere, talvolta, poca memoria al breve termine. Posso quindi aggiungere il punto interrogativo.
Sto perdendo colpi?

23 commenti:

  1. Francamente, non mi pare questo il caso. Mi sembra una situazione piuttosto comune, vista anche la mole di informazioni che una persona mediamente gestisce durante il giorno...

    C'è anche da dire un'altra cosa: noi uomini siamo sicuramente meno adatti all'attività multitasking rispetto alle donne. Noi facciamo una cosa per volta (io poi spesso riesco anche a farla male, LOL) ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico nottenuia :)

      @Uomo sin felice di vedere che si sdrammatizza, perché dalle prime righe mi ero preoccupata! Noi donne siam multitasking ma anche un pelino apprensive :D

      Elimina
    2. (pardon, da smartphone commentare è un'impresa titanica)

      :)

      Elimina
  2. Mah, io non mi preoccuperei più di tanto. Sotto sotto siamo tutti un po' "fusi" ma,. più che come mancanza di memoria, sulla mia pelle la catalogo come mancanza di interesse e conseguente distrazione. Se di una cosa mi interessa meno che niente, la affronto col "pilota automatico", senza quasi rendermente conto. Ovvio che, in quelle condizioni, quel che accade uno non se lo ricorda oltre il momento in cui sta accadendo. Pensaci: magari per te è lo stesso.

    Il tremore, invece, potrebbe essere una puro e semplice segnale che grida: "Prenditela comoda, che non sei mica Superman!". In altre parole, stanchezza.

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Ma no. Niente medico.
      Gli manca solo un po' di "morbidezza", tutto lì :)

      Elimina
  4. x nottebuia:
    Sì, anche la complessità della vita penso che conti.
    La complessità della vita odierna in un contesto urbano del globale contemporaneo è di vari ordini di grandezza rispetto alla vita di un tempo.
    Non che ci fossero meno cose da fare. Anzi...
    Ma erano cose spesso molto fisiche. E il nostro cervello è abituato da molto tempo a lavorare bene con i sensi, non con astrazioni e concetti immateriali come ora è solo quasi.

    x Wannabe Figa.
    Scrivere da furbofono è durissima. Bacetti per averlo fatto per commentare qui.
    Comunque invecchio.

    x MrKeySmasher:
    Mancanza di interesse.
    Penso di sì.
    Tale e tanta la complessità che la crapa, probabilmente, taglia. Cosa taglia? Quello che interessa di meno o che è (percepito in quel momento) come poco importante.
    Il pilota automatico, in effetti, è... poco attento.

    x Francesco:
    Bisognerebbe trovare un buon medico.
    Molti medici ora sono quasi proceduralisti passacarte, prescrivichimica, ordinaesami.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma no, io invece sto trovando medici abbastanza seri in questi anni. bisogna solo sapergli dire le cose

      Elimina
  5. Uomo, non ti conosco di persona, com'è ovvio, ma non ci posso credere che tu ceda all'"io invecchio" :):)

    RispondiElimina
  6. x Francesco:
    Secondo il noto detto Ciascuno è il primo medico di se stesso!
    Io mi ricordo cosa vedevo all'Unimi degli studenti di Medicina e NON ho stima di quella categoria.
    Qualche anno successivo poi venni a sapere del giro di dané per la compravendita di esami, voti, tesi proprio alla facoltà di medicina della Unimi.

    x Wannabe Figa:
    Il fatto che io invecchi è oggettivo.
    Anche tu, eh!?
    Grazie per lo stimolo.
    Diciamo che lo vorrei aggiustare.
    Non resiste all'invecchiamento - che è oggettivamente impossibile - quanto invecchiare bene.
    Ieri dicevo al mio bipede che se continua a trascurare i problemi al ginocchio destro e a esagerare con la pedata e ad avere grandi e piccoli traumi al .. ginocchio destro arriverà a 40 anni "senza" un ginocchio ovvero "senza" una gamba.
    Egli non lo sa ma sta già invecchiando e con lui il suo ginocchio. ;)
    Grazie cara! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo lo so che si invecchia...
      E il corpo femminile "decade" più rapidamente, complice anche lo scodellamento di marmocchi...

      Non farmici pensare se no mi deprimo...

      Elimina
  7. x Lorenzo:
    Anche se non si può dire che mi bacchetti subito, fino ad una certa eà non hai alcuna percezione della finitezza della vita.
    In altre parole, fino ad una certa età si crede di essere eterni. Morte? Cos'è?
    :p

    RispondiElimina
  8. L'età critica per me è stato attorno ai 30 anni. E' quando vai a giocare a calcetto con colleghi o amici di 20 anni e ti accorgi che non gli stai dietro. Da li in poi è tutta discesa, in un crescendo di avarie sempre più gravi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso non ci proverei nemmeno col calcetto, se non come sistema per farla finita in fretta. Con una maglietta con scritto "seppellitemi dove cado".

      Elimina
  9. A parte la possibilità dell' Alzheimer direi che lo stress e la stanchezza (dell'intelligenza astratta, come l'avrebbe chiamata Pessoa) fanno la loro parte nel farci perdere colpi. Qualche cellula cerebrale che muore comunque è normale, e questo ovviamente si palesa anche nelle cose che hai elencato. Io è da un annetto che scordo certi nomi e mi torturo finché non mi tornano alla mente.

    RispondiElimina
  10. Dormi poco, mangi pochissima carne, hai tolto i latticini... E poi la stagione è quella propizia.
    Un controllo però non ci sta male.

    RispondiElimina
  11. Wannabe: "E il corpo femminile "decade" più rapidamente, complice anche lo scodellamento di marmocchi..."

    Un ulteriore motivo per non farne. Non certo il più importante, ma uno in più, con una sua qualche dignità.

    RispondiElimina
  12. Uo', secondo me, questa si chiama stanchezza. :)

    RispondiElimina
  13. ma che medico! vai a dare il ramato!
    anzi no, riposati un po', ma davvero, che tu quando hai un giorno libero ti sbarchi 30 km di cammino in montagna!

    RispondiElimina
  14. Amorevoli lettrici e lettori delle condivisioni dell'uomo camminante.
    Oggi sono andato in milonga mezzo raffreddato invece di stare a casa e ora è come se mi fosse passato sopra 'na ruspa a cingoli.
    Catorcio e felice.
    Si passa dalle morbidezze profumate e tiepide di gioia al ramato di Sara, al riposo. Ampia possibilità di scelta.
    Ho l'imbarazzo della scelta. Grazie.

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.