venerdì 4 settembre 2015

E zacchete!

A me_non_mi sono mai garbate le minigonne. Un* dirà :- "Ma allora tu sei frocio!" ma non è così. In genere esibire carnazza è meno sexy di esibirla un po' meno. In milonga poi io 'ste minigonne le trovo ancora più orribili, anacronistiche,volgari e persino... antifunzionali (una volta ballai con una che evitava alcuni movimenti perché altrimenti le si alzava tutto).
No, non sono frocio e così se una ha una bella cula e delle belle gambe, può ...
Mi fermo un attimo.
A me viene da sorridere, perché nei miei tentativi di una ecologia personale (purtroppo non così radicale), da sempre quando i jeans non sono più neppure riparabili, io prendo delle forbici e - zacchete! - mi faccio al volo dei braghini, mini jeans. Quest'estate i miei occhi hanno gioito ma... mi sembra sempre così buffa 'sta roba di onde di massa, prima tutti su, poi tutti giù, ora tutte di qua poi tutte di là.
Quando una ha una bella cula e delle belle gambe, prende dei vecchi jeans troppo usurati, un paio di forbici e -zacchete! - in pochi minuti può indossare il risultato ottenuto. Ecco, magari non così corti ;)
Se in milonga le mini mi fanno aborro, i braghini di jeans (jeans shorts) mi fanno godo, quindi tripudio per quelle che osano potendoseli pemettere. First and not least, sono funzionali, non ostacolano alcuno dei movimenti altrettanto audaci.

I prezzi per 'sti braghini (qui dai 38 ai 205 euri) mi lasciano perplesso: per me sono sempre stati nulli e non capisco che bisogno ci sia di andarseli a comprare invece che di autoprodurseli. Mah.
A meno che ci sia un po' di lavoro, un tentativo di renderli un capo povero ma comunque "ben fatto", fatto con cura (v. capo qui sotto), altra cosa che a me piace molto, in genere come l'abbigliamento modernariale (vintage). C'è persino una ditta, Ganesh, tra le mie preferite.


16 commenti:

  1. Tranne un paio di volte, non ho mai acquistato short. Sempre fatto ZACCHETE. Ed a seconda del bisogno: o short o ciclista ( un po' piú lunghi, utili in montagna)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con 'sta moda lo zacchete viene spontaneo, direi.
      Ma non così spontaneo visto che vendono quei robi a certi prezzi.

      Elimina
  2. D'estate ci vivevo in short. Nei primi due terzi della mia vita pensavo di non potermeli permettere, poi, invece, d'estate ho usato solo quelli.

    La gonna scosciata non mi garba troppo, sarà che mi sento una battona da Salaria....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. W il terzo terzo, allora, Pippa!

      Elimina
    2. @France'.... Ti assicuro che sto altrettanto bene (anzi meglio) vestita di tutto punto. :P

      Elimina
  3. Io ho sempre vestito iper-corto, ora un po'meno, ma manco troppo.

    RispondiElimina
  4. Gli short sono il classico capo di abbigliamento che lascia più spazio allo stupro che all'immaginazione (sopratutto quelli del primo link).
    In molti casi è sicuramente meglio fantasticare, anche per non andare in overload di carnazza e rischiare l'assuefazione visiva. L'importante è non rimanere delusi quando si scoprono i veli, ahah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rischio che corro io è sbattere contro un lampione o finire dritto con lo scooter. L'unica perplessità che ho è che certe "tenute" forse non sono adatte alle minorenni, tanto meno adatte quanto più minorenni. Non so, c'è qualcosa che mi sembra stonato. Sarà una mia fissa.

      Elimina
    2. Non sono molto adatte anche per quasi tutte le quarantenni, per le cosiddette curvy e per buona parte della popolazione femminile in generale. Questione di buon gusto e di conoscenza dei limiti.

      Elimina
    3. Allora tocca esplicitare: se una quarantenne si agghinda in un qualsiasi modo che trasmette il messaggio "scopami", la cosa per me è perfettamente legittima e non mi disturba. E' solo una questione di estetica. Invece con le minorenni nella maggior parte dei casi l'estetica è ideale ma il messaggio è... boh, non so, la faccenda è complessa, diciamo che mette alla prova i freni inibitori.

      Elimina
  5. Esporre la mercanzia è un comportamento tipico del commerciante, che sa che esponendo la merce può incrementare i profitti. Sa anche molto bene che è un comportamento che espone al rischio di taccheggio, furto e rapina, rischio che inserisce nelle sue valutazioni al momento della calibrazione dei prezzi.

    Vale per le donne come per gli uomini, anche se la merce è diversa.

    RispondiElimina
  6. Ma questa Ganesh, fa solo uomo???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se clicchi sul sito e lo apri, c'è una modella che indossa capi da donna.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.