sabato 12 settembre 2015

In piedi coi neuroni

Ora c'è la marcia a piedi scalzi. Che io non la capisco se non come agitarsi per tenere a bada le proprie pulsioni salvifiche, i propri ego smanianti di morale. Più sono fanatici e più hanno problemi e avendo molte cose rotte, rotten inside, la paura di sé, ecco l'estroversione: troppi casini in me, sono terrorizzato di me, ecco che devo lenire la mia sofferenza "salvando" gli altri.
Perché se proprio un* non ce la fa più, ha questo straripante flusso di bontà che l* sovrasta, se si agita come un tonnarello estratto dall'acqua, prende un clan di afgani e lo accoglie a casa, prende il proprio conto corrente e lo cointesta alla donna senegalese, prende la propria auto e ne dà le chiavi ad un barbuto marocchino o una famiglia siriana, cede il proprio posto di lavoro ad un ivoriano. E' molto semplice. Non c'è alcun bisogno di pretendere che lo stato cioè gli altri facciano di più, visto che non non solo non fanno assolutamente nulla per contrastare lo tsunami migratorio ma lo hanno sostenuto e implementato, de-facto, in tutti i modi possibili (qui solo la punta del ghiaccione). Ma poiché è solo una colossale finzione moralista e ipocrita, ecco il teatro patetico.

Io ammiro gli ungheresi e scriverò all'ambasciata per comunicare loro tutta la mia solidarietà e ammirazione per quello che stanno facendo, per l'esempio luminoso di resistenza che stanno dando a tutta l'Europa. Se ci fosse uno stato degno, io farei di più di quella brava reporter ungherese, io osserverei tutti gli invasori e li segnalerei per l'arresto e il rimpatrio immediato, se necessario io andrei volontario a presidiare i confini, i luoghi pubblici, i mezzi di trasporto, gli ospedali, costruirei catapulte per rimandarli al di là del filo spinato, le azionerei.Nelle catapulte, caricherei anche questi schifosi collaborazionisti.
Ungheresei, un popolo dignitoso che ha deciso resistere all'invasione. La loro forte identità nazionale, linguistica, li lasciò pari dell'Austria, fece loro alzare la testa contro i sovietici. Ora sono i primi a dare segni di raziocinio in Europa, Orban in testa. Il mio ideale asburgico tirolese si manifesta.

Essi hanno i piedi scalzi, io ho ancora i miei neuroni funzionanti.

Attraverso valli e monti
eroico avanza il partigian.
Per scacciare gli invasori
all'istante e non doman!

Canto per una nuova resistenza



112 commenti:

  1. UomoCoso, la situazione che stiamo vivendo è simile a quella degli Irlandesi quando fu implementata la politica delle "plantations".

    https://en.wikipedia.org/wiki/Plantations_of_Ireland

    Quindi ti trovi ad affrontare questi "nemici":
    1. una potenza straniera, in parte palese e in parte occulta, dalle risorse enormemente superiori
    2. stranieri immigrati di cultura incompatibile con la tua a cui viene assegnata la terra dei tuoi avi, che nel frattempo ti è stata espropriata
    3. tuoi compatrioti che si vendono in cambio di una scodella di minestra

    Casi analoghi nella Storia ce ne sono stati diversi. Con due differenze, oggi le quantità in gioco sono enormemente maggiori e gli strumenti adoperati per muovere persone, cambiare le società, fare il lavaggio del cervello, introdurre leggi e trattati, iniziare e finire le guerre, sono di tipo, funzionamento e potenza mai visti prima.

    Nella figura di sopra mancano due elementi, la regia delle elite sovranazionali occulte (chiamala "massoneria" se vuoi) e la regia locale della "terza categoria" della "sinistra", che fa ballare come burattini le altre due categorie (mentre nella figura ci sono quelli della quarta accessoria, i fenomeni da baraccone). In tutta Europa non si incontrano i "gay pride" con i tagliatori di teste, si incontrano gli "operatori umanitari", le ONG, la Boldrini e la CGIL in rappresentanza dei dipendenti pubblici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UomoCoso, ecco trafiletto in basso scritto in piccolo su Repubblica:

      "Manifestazioni anti-immigrati a Varsavia, Praga e Bratislava. In Polonia diverse migliaia di manifestanti anti-immigrati si sono riunite questo pomeriggio nelle piazze di Varsavia sventolando bandiere con la scritta: "L'islam è la morte dell'Europa". Altre manifestazioni dello stesso tenore, con diverse centinaia di partecipanti, si sono svolte anche a Praga, capitale delle Repubblica Ceca, e a Bratislava, capitale slovacca. La Polonia, membro dell'Ue con 38 milioni di abitanti, non ha visto passare neppure un migrante sul suo territorio dall'inizio della crisi. Il governo di Varsavia si oppone fermamente al sistema delle quote obbligatorie assieme a Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia, il cosiddetto Gruppo di Visegrad, che ieri lo hanno ribadito al ministro degli Esteri tedesco Steinmeier. Secondo fonti Ue, solo la Polonia potrebbe ammorbidire simile atteggiamento. Ed è forse questo "rischio" che ha spinto oggi migliaia di persone a sfilare contro l'apertura all'accoglienza."

      Elimina
    2. Ma in Matrix c'è solo l'Ungheria dello sgambetto.

      Elimina
    3. Immigrazione imposta dall'altro contro la popolazione contraria.
      Però è tutto gioioso, ricchezza, multiculturale e, sopratutto, democraticamente democratico-morale.

      Elimina
  2. Fare lo sgambetto a un vecchio che porta in braccio un bambino è un gesto stronzo e pure codardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be, considerato che tirare bombe su donne, vecchi e bambini pare sia necessario per esportare la democrazia, tanta "indignazione" per lo sgambetto potrebbe sembrare singolare, se non fosse che viviamo in una epoca di realtà ribaltata.

      Come dicevo altrove, la strategia di terrorizzare la popolazione con bombardamenti indiscriminati sulle città al fine di piegare la resistenza del nemico, è stata teorizzata dagli angloamericani tra le due Guerre e messa in pratica costruendo gli strumenti specializzati, cioè i "bombardieri strategici", sia nella versione diurna che in quella notturna.

      Oggi è piena la cinematografia di film sugli eroici equipaggi di bombardieri americani che affrontavano impavidi la bieca aviazione nazista.

      Peccato che i "nazisti" di quei film era gente che cercava disperatamente di fermare i bombardamenti appositamente mirati su donne, vecchi e bambini tedeschi.

      Però, come dice il mio amico, non importa cosa è successo settanta anni fa, lo sgambetto è "dato di fatto".

      Elimina
    2. Forse sono un po' involuto, allora mi spiego: la propaganda sullo sgambetto è solo un esercizio di ipocrisia. Giusto cinque minuti fa leggevo un articolo che equiparava gli Ungheresi ai Nazisti.

      Elimina
    3. La reporter ungherese e'uno schifo di donna.
      Meriterebbe dei gran calci, vigliacca!

      Elimina
    4. Sara, anche io penso che quello sgambetto sia stato un gesto insensato e gratuito, ma il fatto e' che l'Europa non ce la fa ad affrontare una urgenza del genere.

      L'atto di milioni di persone che passano le frontiere (quanti di loro sono davvero profughi?) e imponendo, de facto con la forza, la loro presenza in Europa, e organizzando comunità' dove vige la sharia, e' paragonabile ad uno sgambetto?

      Decisamente: la Germania, ad accettare i (presunti) profughi senza restrizioni, e' irresponsabile verso i propri cittadini in primis, e verso gli altri stati europei.

      L'Ungheria, piccola com'e', non ha speranze di far fronte alla cosa. (Ma nemmeno l'Italia: e' solo più' grande e durerà di più, ma soccombera'.) In Ungheria ci sono anche tanti poveri, tanti "barboni" ungheresi. Perché non aiutare loro prima?

      Elimina
    5. La cosiddetta "Europa" per noi significa rinunciare completamente alla auto-determinazione per metterci nelle mani di istituzioni che rappresentano qualsiasi interesse tranne il nostro.

      La parola "profugo" viene usata col fine abbietto di suscitare "pietà" verso qualsiasi straniero che entri in un Paese europeo senza documenti e senza permesso e per indicare come la "accoglienza" di queste persona non sia facoltativa ma obbligata.

      Il dizionario Treccani riporta:
      "Profugo
      persona costretta ad abbandonare la sua terra, il suo paese, la sua patria in seguito a eventi bellici, a persecuzioni politiche o razziali, oppure a cataclismi come eruzioni vulcaniche, terremoti, alluvioni"

      "Immigrato
      chi si è stabilito temporaneamente o definitivamente per ragioni di lavoro in un territorio diverso da quello d’origine"

      Come tutti dovrebbero sapere, in Italia NON CI SONO PROFUGHI, tranne rare eccezioni, ci sono solo immigrati. Cioè persone che sperano di migliorare le proprie condizioni economiche trasferendosi in Italia dal loro paese.

      A questo punto, tolta la abbietta confusione semantica creata ad arte, arriviamo all'altra questione, il "diritto umano" di decidere di vivere dove si preferisce.

      Se questo "dirotto" esiste, significa che non possono esistere lgli Statii - Nazione e tutta la legislazione, cioè il "diritto", che emana dal concetto di Stato - Nazione. Significa che non esiste l'Italia e non esistono gli Italiani.

      A parte buttare dietro le spalle secoli di Storia, l'effetto pratico è che non ha più senso la democrazia, non esistendo più una "assemblea" di Italiani che ha la sovranità sulla Italia. Può esistere solo una "amministrazione" mondiale che considera gli interessi degli Italiani uguali a quelli di un qualsiasi altro essere umano. Niente più leggi, niente più parlamento, niente più governo. Al massimo potremmo avere una "amministrazione locale", un po' come il "sindaco" dell'Italia con i suoi assessori.

      Un altro corollario ovvio è che non può più esistere una "politica economica" italiana, un "mercato del lavoro" italiano, eccetera. Se una persona ha il "diritto" di stabilirsi in Italia a piacimento, significa che di conseguenza un Italiano E' COSTRETTO a fare lo stesso, cioè migrare la dove esiste la domanda di braccia. Fine di ogni "diritto del lavoro", "sindacato", eccetera, tranne ancora quelle cose che si possono o si vogliono stabilire nei riguardi degli esseri umani qualsiasi.

      Il guaio è che se ci si "indigna" per lo sgambetto e si ingoia tutto quello che ho scritto sopra come niente, significa che è troppo tardi. Forse era troppo tardi anche dieci o venti anni fa. Agli Italiani è stata inculcata una certa ideologia auto-distruttiva e non c'è altro da dire.

      Elimina
    6. Ho pubblicato un post sul mio blog:
      http://eldalie.blogspot.it/2015/09/renzi-non-sogna-abbastanza.html

      Te lo sbattono in faccia apertamente ormai, non c'è altro da dire.

      Elimina
    7. x silvia:
      x Sara:
      Non posso rispondere meglio di quanto abbia fatto Lorenzo.
      Aspettero' le vostre reazioni quando quel bambino diventato adulto, secondo corano, picchiera' la moglie di sua proprieta' oppure picchiera' delle svedesi che a Malmoe tenteranno di prendere il sole a seno scoperto. Quelli no, quelli non saranno gesti vigliacchi, stronzi, codardi.

      Grazie Lorenzo.
      Verro' a commentare la tua pagina.

      Elimina
    8. Magari diventa un bravo ragazzo.
      Perchè tuo figlio dovrebbe essere migliore?

      Elimina
    9. Sara, la tua domanda denuncia ancora un pensiero del tutto deformato. Domani mi trovi dentro casa tua. Se mi chiedi "scusi ma lei cosa ci fa qui?" io ti rispondo "perché tu dovresti essere migliore?"

      Mi spiego per venire incontro alle ridotte capacità mentali di alcuni astanti: che l'immigrato sia peggiore o migliore non c'entra una fava, il punto è che l'Italia è la terra degli Italiani, non dei Senegalesi, la cui terra è il Senegal o dei Tibetani, la cui terra è il Tibet.

      Il figlio di UomoCoso erediterà da lui la terra dove vive e questo basta e avanza.

      Tutti gli stranieri che vediamo attorno a noi, il parrucchiere cinese, il pizzaiolo egiziano, il muratore albanese, eccetera, dovevano essere espulsi perché residenti in Italia in violazione non solo delle leggi italiane ma del diritto internazionale, dato che queste leggi si fondano sulla reciprocità.

      Poi UomoCoso aggiunge che i figli degli immigrati non si integrano. La prova provata è che esistono migliaia di tagliatori di teste con cittadinanza europea, non solo, anche gli attentatori di Parigi erano "francesi". Se ammazzare la gente in nome di Allah significa essere "migliore" o "peggiore" non lo so, comunque è un comportamento asociale, no?

      Elimina
    10. Sara

      Ci sono alcune cose che dipendono dai numeri, dalla scala.
      Se prendi 20 meravigliosi adolescenti e li recludi in un posto in cui ci sono risorse diciamo per 600 pasti e butti via la chiave, dopo qualche giorno iniziano ad avvenire cose "sgradevoli".
      Quando decine di milioni di europei (quelli nella parte media e bassa della piramide sociale basata su censo e risorse) inizieranno a rendersi conto della competizione sempre più feroce con le decine di milioni di forestieri importati e imposti a forza, inizieranno a succedere cose sempre più sgradevoli.

      Quello che gli apologeti delle fanfaluche immigrazione di massa = ricchezza, = opportunità, = crescita economica (stronzata colossale sottolineata di recente da quello stupido di Bergoglio, ci sono intere categorie di crimini che non hanno alcuna motivazione economica), i moralisti dei razzismi positivisti (anche noti come antirazzismi) e di altre idiozie del genere NON capiscono è che è questione di numeri.

      Prendi delle buone persone in un ambiente e continui ad aggiungere persone, l'etologia degrada, quella collettiva implode, collassa e si sviluppano sempre più dinamiche Mors tua vita meaz.

      Osservare l'etologia negli allevamenti ad esempio suini allo stato semibrado e in quelli intensivi.
      Poi arriva il demente moralista invasato di turno che qualifica, a mo' di insulto, gli homo come bestie (come dire all'acqua che è acqua) e capisci che questi hanno la testa tra le nuvole della morale e sono i principali attuatori di quella che, per dirla alla palestinese, è La Grande Catastrofe europea.

      Elimina
    11. Una nota: se quei 20 adolescenti fossero stati la mia classe del liceo, non sarebbe successo niente di sgradevole.

      Tutti figli di operai ed impiegati, eravamo estremamente responsabilizzati nel senso di condizionati a temere le conseguenze delle nostre azioni. L'indottrinamento era su due linee, da una parte tutte gli eventi erano un po' paramilitari, si trattasse dell'oratorio o del collettivo studentesco, dall'altra nelle famiglie c'era una disciplina abbastanza spartana, quando tornavo a casa con un bel voto mio padre mi diceva, con voce solenne: "hai fatto solo il tuo dovere", il brutto voto scatenava le Sette Piaghe d'Egitto.

      Per contro facevamo delle cose che oggi sarebbero considerate suicide, per esempio risalire la Valassina (statale da Milano a Lecco) col motorino e uno in bici attaccato dietro, quando era vietato l'accesso sia ai motorini che alle biciclette. Per poi rifare la strada sotto un temporale. Se cadevi nel fosso e demolivi la bici, non dicevi niente a casa e te la rimettevi a posto da solo arrangiandoti.

      Oggi è tutto diverso. La percezione delle cose e del mondo è completamente diversa.

      Elimina
  3. Non saprei

    L'Italia è piena di mignottone ungheresi, polacche e slovacche

    Una slovacca me la trombi 23; anni fa

    Era un mignottone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, sono popoli infami, fascisti, animali. Gli uomini trogloditi, le donne mignottone.

      Non come gli Italiani "culturalmente di sinistra", esseri superiori moralmente, culturalmente e anche da un punto di vista razziale.

      Quando capita che l'essere moralmente, culturalmente e razzialmente superiore si mescola col mignottone, lo fa come un atto caritatevole, per instillare un minimo di umanità in un essere altrimenti condannato ad una vita bruta.

      Elimina
    2. Io quando esco di casa la mattina devo sgomitare per passare tra le mignottone ungheresi, polacche e slovacche. A me sembrano tutti magrebini, neri e cinesi ma questo dipende dal fatto che io, non essendo "culturalmente di sinistra", ho le allucinazioni. L'Italia non è piena di immigrati africani e asiatici, è piena di Ungheresi e Polacchi.

      Elimina
    3. http://www.extasiadiscotopless.com/index.html

      prova a frequentare altri posti

      Elimina
    4. Bah, Francesco, anche te devi ringraziare l'ecumenismo di UomoCoso.

      Elimina
    5. Il problema del bubbone giovanile non è dato dalle prostitute ungheresi, polacche e slovacche che sono lo zerovirgola per mille delle migrazini di massa, ma dalla massa di giovani maschi disposti a tutto pur di arrivare a posizione e risorse.

      Ma non penso di aver capito molto l'intervento di Francesco e questa sotto discussione.

      Elimina
    6. Dai non ci vuole molto a capire. Chiunque non si accodi alla idea della "nuova Europa" è un fascista, un troglodita, un essere abbietto. Questi popoli dell'Est, che sono immunizzati contro il fottuto COMUNISMO, devono essere prima dileggiati e sminuiti, poi ricondotti a forza al ruolo subordinato che gli compete. Tanti anni fa li invasero con fraterni carri armati. Adesso troveranno un sistema più sottile.

      Elimina
    7. no Lorenzo, volevo semplicemente dire che quella gente (gli slavi) sono stati e sono a loro volta immigrati. e come c'è una reporter ungherese specializzata in sgambetti c'è una ventenne sempre ungherese specializzata in doppie anali. la seconda però non a casa sua.

      Elimina
    8. Insomma volevi semplicemente scrivere delle stronzate.

      Elimina
    9. eh si, lo faccio apposta per farti sentire sempre il più figo di tutti. Lorenzo, l'unico ad avere la ricetta per tutto. ma come mai però nessuno se lo fila neanche di striscio? forse dovremmo chiederlo a Piero Angela o a Voyager....sono i grandi misteri dell'umanità.

      Elimina
    10. Non c'è nessun mistero riguardo l'umanità.
      Prendiamo il tuo caso, nonostante i capelli bianchi fai dei discorsi da bambino delle elementari.
      Guarda, ti vengo incontro, io non penso che tu sia effettivamente minorato, solo che sei abituato ad un contesto dove quella è la "normalità".

      Elimina
    11. però non mi hai risposto....come mai tu sei il più figo, quello che capisce tutto, ma nessuno ti fila ?

      Elimina
    12. Ti ho risposto ma tu non hai capito. Non posso farci niente.

      Elimina
    13. e io insisto. mi spieghi per cortesia perchè tu pensi di essere meglio degli altri milioni di italiani ?

      Elimina
    14. Va be, facciamo questo forzo col ciuccio della classe.

      A parte che, per l'ennesima volta, qui non ci sono "milioni di Italiani", ci sei te e ci sono io, tu sei un drone, programmato per non riuscire a capire la differenza tra le cose che scrivi e la tua persona fisica. Nel tuo microcosmo, se io dico che hai scritto una stronzata, questo equivale a dire che tu Francesco sei uno stronzo e reagisci di conseguenza.

      Invece nel mio microcosmo, le cose che uno scrive esistono in se stesse e sono distinte dalla persona che le scrive, quindi la persona che scrive può essere Gesu o Einstein e può scrivere ugualmente una stronzata, senza che questo incida sulla natura della persona. Ovviamente è anche possibile (ipoteticamente) che uno stronzone dica una cosa di intelligenza inaudita, ancora, non cambia nulla, rimane uno stronzone qualsiasi cosa dica.

      Quindi, riassumiamo: la differenza tra me e te sta nelle cose che scriviamo. Non sono IIO ad essere migliore di te, sono le cose che scrivi che sono inadeguate. Per le ragioni che ti ho già detto, primo, perché sono degli stereotipi, sono delle macchiette, secondo perché anche se non lo fossero, sono di una banalità disarmante e nello stesso tempo completamente SBAGLIATE.

      Apro una parentesi: dopo che i Paesi dell'Est hanno riguadagnato la libertà sfuggendo al controllo sovietico, che quando si sono affacciati al mondo da noi erano gli anni '90 e da loro era il 1950, adesso che non sono disposti a fare quello che c'è scritto nel mio blog, cioè rinunciare alla propria indipendenza e sovranità, tu mi vieni a fare il discorso degli emigrati e delle battone.

      C'è un limite alla coglionaggine inconsapevole che posso sopportare, purtroppo non sono magnanimo come UomoCoso.

      Elimina
    15. e perchè le cose che scrivi tu sono più adeguate e meno sbagliate di quelle che scrivo io ? e se così è, ripeto, perchè nessuno fa come suggerisci ?

      Elimina
    16. e poi, en passant, ti viene mai da riflettere su quello che gli altri - qui, tra i lettori del proprietario di questo blog - pensano di te ? che se mi rispondi che non te ne frega un cazzo ci credo proprio poco.....

      Elimina
    17. Siccome ho già sprecato troppe parole ti dico due cose:
      1. nessuno ci legge, quindi nessuno fa ne come dico io ne come dici tu.
      2. le cose che io scrivo sono verificabili col metodo sperimentale, quelle che scrivi tu sono un riassunto de La Repubblica, con alcune puntante sul Manifesto.

      Elimina
    18. Ah ecco, mamma che paura, "quello che pensano gli altri"...
      Francesco te lo chiedo per favore, insultami ma non insistere con queste banalità.

      Elimina
  4. Sono proprio tanto contenta che la femmina in questione abbia trovato il sistema di sfogare la propria frustrazione violenta contro un vecchio ed una bambina. Le auguro con tutto il cuore che qualcuno con lo stesso rapporto di forze (che ne so, un Tyson dei tempi d'oro per dire) possa fare altrettanto con lei. Così avrà una qualche utilità pure lei.
    Auguro lo stesso a chi la osanna, mica vorremo togliere possibilità pure a loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non interessa nulla però prima di partire con le sparate ci si dovrebbe documentare. Non si tratta di un "vecchio" e di una "bambina" ma di un signore che avrà 45 o 50 anni al massimo e di suo figlio di 7 anni.

      Come puoi vedere qui (dal Corriere):
      Il vecchio e la bambina

      Inoltre, faccio presente che il signore in questione era già sistemato in Turchia, dove attualmente vivono la moglie e gli altri figli. Non è arrivato in Ungheria perché FUGGIVA dalla guerra, è arrivato li perché vuole vivere in Europa, dove presumibilmente esiste un "tenore di vita" migliore di quello che può avere in Turchia o ovunque nel Medio Oriente.

      Non cambia niente rispetto allo sgambetto ma cambia molto per tutto il resto.

      Elimina
    2. Per la serie PROPAGANDA e LAVAGGIO DEL CERVELLO.

      Elimina
    3. Hai ragione, avrei dovuto dire l'uomo con il figlio e la bambina.
      Il resto non cambia.

      Elimina
    4. Secondo me non hai capito.

      L'uomo in questione NON E' UN PROFUGO.
      Il fatto che si porti dietro il figlio piccolo dalla Turchia è ovviamente il solito trucco di farsi scudo con donne e bambini.

      Inoltre, nel momento in cui gli hanno fatto lo sgambetto non stava passeggiando, stava scappando dalla Polizia ungherese. Tieni conto che se avessero mandato me quando ero soldato a fare la guardia ai profughi, avrei avuto la consegna di intimare l'alt, sparare un colpo in aria e se il "profugo" non si fosse fermato, gli avrei dovuto sparare addosso, bambino o non bambino.

      Ma qualsiasi cosa io dica, qualsiasi fatto io descriva, è comunque inutile. Qui si parla di religione e lo scopo è quello descritto nel mio ultimo post (che cita un articolo di Repubblica).

      Lo "sgambetto", cosi come la foto del bimbo annegato (tra l'altro, costruita dal fotografo spostando la salma), sono strumenti di propaganda. Propaganda diretta a masse abituate e vivere di balle e paradossi fino dall'infanzia.

      Elimina
    5. No Lorenzo stavolta tu non hai capito.
      A me nella fattispecie non interessa che sia un profugo, un immigrato o un rifugiato. Nella fattispecie non mi interessa neanche se ha o non ha casa o dove.
      Mi interessa che la femmina non è parte delle forze dell'ordine e che fa un gesto che non condivido prendendosela, ribadisco, con gente non della sua misura. Per altro cosa fosse l'uomo lo si sa dopo e non prima di farlo quel gesto e quindi la difesa del medesimo su queste basi non ha alcun senso.
      Ripeto: io capisco perfettamente quello che dici e capisco pure che un senso. Non lo condivido ma lo capisco.

      Elimina
    6. alahmbra sei ingenua hanno scelto lo sgambetto come strumento di propaganda proprio perchè istintivamente è il gesto più odioso. Però nulla da dire sui bombardamenti umanitari supportati da D'alema e compagnia sulla serbia,bombardamenti che hanno ucciso donne e bambini , qui le immagini non c'erano. Tu critichi solo quello che ti fanno vedere e istintivamente ci caschi. diciamocelo l'ungheria sta sul cazzo perchè cerca di opporsi alla dittatura burocratica UE e tutto fa brodo per sputtanarla.

      Elimina
    7. le teste mozzate dell'isis che sono finanziate dall'America, come la stessa hillary Clinton ha ammesso non fanno ribrezzo.

      Elimina
    8. AlaCosa, io non ho nessuna pazienza.
      Come fai a non condividere I FATTI?
      I fatti sono che lo sgambetto di vecchi e bambini non solo E' DEL TUTTO IRRILEVANTE, è anche USATO PER ABBIETTI FINI DI PROPAGANDA.

      C'è sempre l'errore a monte di UomoCoso che straparla facendo una confusione inutile e dando spazio a dispersioni collaterali come appunto questa faccenda dello sgambetto.

      Il solo fatto che io lo debba scrivere dimostra che siamo molto oltre il punto di non ritorno.

      Elimina
    9. Vi ostinate a non cogliere il punto. Anche se è propaganda la femmina lo sgambetto lo ha fatto sì o no? Lo ha fatto, a meno che non vogliate negare i video.
      Ecco, come sopra: auguro a lei e tutti quelli che osannato, negano, minimizzando, cambiano discorso di finire a fare il sacco da allenamento di qualcuno di adeguatamente grosso.

      Elimina
    10. io vedo ogni giorno gente sgambettata e umiliata in qualche modo e non vedo qualcuno che si interessi a ciò. Ho un amico che rischia il pignoramento della casa, una cosa molto peggiore di uno sgambetto e nessuno ne parla. Qui si parla del nulla perchè quel tubo catodico di merda chiamato televisione si infila nella testa delle persone e ti porta a parlare del nulla.

      Elimina
    11. qua per poco ti levano pure le mutande e facciamo industria dell'indignazione sui sgambetti. Un po come la gente si suicida ma ogni giorno in televisione escono servizi sulla tutela del cane

      Elimina
    12. Immaginiamo scenari piu' tesi (sono passati 10 anni) e quella reporter che, in seguito ai saccheggiamenti e agli scontri armati in Ungheria (gli xeno hanno raggiunto il 56% della popolazione) e' stata precettata nelle brigate di difesa magiara ed esplode, in uno scontro a fuoco, una raffica di mitra contro Osame e Zaid.
      Passati 10 anni e il problema e' solo peggiorato.

      Vedremo le reazioni di voi benpensanti quando le condizioni muteranno, saranno un po' piu' al contorno, magari quando vi toccheranno nel vivo.

      La propaganda funziona bene, vedo.

      Elimina
    13. Mah, per me era rigore.

      E comunque hanno fatto la marcia a piedi scalzi, non ho visto gente in mutande. Italiano ricco, accogliere accogliere...

      Elimina
    14. I poverini hanno anche le idee confuse, non sanno che chi marcia porta le scarpe, sono quelli che guazzano nell'acqua che si levano le scarpe per non averle ai piedi piene d'acqua.

      Ma del resto, mancando la possibilità di marciare verso su per il Golgota con la croce e la corona di spine, mancando la prostituta che asciuga il volto, mancando i legionari con la sferza, bisognava pure inserire un elemento che simboleggiasse insieme la povertà e il martirio. Da cui i piedi scalzi.

      Elimina
    15. In questa raffica di commenti m'è piaciuto il Giovannelli. Non che la cosa abbia chissà quale rilevanza, ma mi sembrava giusto farla presente.

      Elimina
    16. x Mark Renthon:
      Allora, con la mia morale borghese non è che io goda nel vedere, in condizioni ordinarie, una persona che fa uno sgambetto ad un'altra che porta in braccio un bambino.
      Se si portano le condizioni a situazioni estreme, alla guerra migratoria e alla invasione di milioni di persone, le cose cambiano.
      Le persone si dimenticano che la vita (mia) è anche morte (tua) e che ci sono il sangue e la merda.

      I marciatori scalzi vogliono fare gli accoglientisti con la tua vita (non con la loro, con la tua).
      Sono dei fanatici poracci e ipocriti.

      Elimina
    17. Hai citato, molto opportunamente, le condizioni ordinarie. E' da un po' che le condizioni ordinarie sono un ricordo, anche se le nostre amate dirigenze si stanno impegnando tanto, ma proprio tanto per rendere ordinaria la merda corrente (anzi, peggio) e per portarci a credere che quella ordinarietà sia tale da sempre, che sia giusta e che sia immorale ambire a qualcosa d'altro, scandaloso privilegio dal quale fuggire come dalla peste.

      Elimina
    18. UmoCoso, guarda che l'omino in questione aveva in braccio il figlio APPOSTA per evitare le manganellate della Polizia. Il resto della sua famiglia era in Turchia e non stava scappando da un'orda di Unni.

      E' fantastico come si trasfigurano le cose in maniera strumentale.

      Elimina
    19. certo, però chissà perché gli stanno pignorando la casa a quello. magari non paga le tasse, come magari fanno gli altri scemi che scrivono in questo blog.... oppure non paga un fido bancario, quando magari gli altri scemi che scrivono questo blog si spaccano in 4 ed in 8 per pagare mutui e prestiti al consumo....

      chissà, chissà.....

      Elimina
    20. devi capire Francesco che qui le cose vengono fatte a seconda degli interessi della casta dominante, interessi che tu implicitamente assecondi per riflesso condizionato dalla tv e da altri strumenti di persuasione di massa. Se tu non paghi le tasse ti pignorano la casa, se tu chiami i vigili per controllare la tua zona, dove ci sono spacciatori di droga magrebini e anche italiani non si muove nessuno.

      Elimina
    21. per inciso la persona in questione non ha lavoro(anche la sua fidanzata), e per fortuna non ha figli. Perchè devo provare pietà per l'immigrato e non per un comune italiano? perchè devo fare indignazione da salotto per un padre che usa il figlio come scudo, e non per uno come me che andrà a finire in mezzo alla strada?

      Elimina
    22. http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=15558 ecco cosa sono i martiri scalzi?

      Elimina
    23. io le tasse le pago. magari la tua conoscenza con quegli ultimi 1000 euro rimasti si è fatto una settimana a Milano Marittima....

      chissà chissà..... gli italiani li conosco bene, ormai i miei capelli sono più bianchi che scuri.....

      Elimina
    24. non mi pare lui non si fa le vacanze perchè non ha i soldi evidentemente Francesco ti riferisci al tuo ambientino se fai questi riferimenti.

      Elimina
    25. o sei cresciuto nella bambagia da ritenere assolutamente impossibile che un italiano stesse male.

      Elimina
    26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    27. ma perchè se hai tante cose da dire non ti apri un blog anche tu e magari ci metti pure la tua faccia?

      Elimina
    28. la mia faccia non è un tuo problema Sara io sono ospite di Uomo in Cammino e scrivo in questo blog fino a quando lui lo decide.

      Elimina
    29. Inoltre sai già il mio nome e cognome che non sono fake

      Elimina
    30. Francesco, Michele, la state facendo fuori dal vaso.

      Primo, se noi partissimo dalla idea che esiste lo Stato italiano e che esistono i cittadini di questo Stato, chiaramente il dovere dello Stato sarebbe difendere e promuovere gli interessi dei suoi cittadini, anche CONTRO gli interessi degli altri.

      Ma siccome le nostre elite partono dal presupposto, ormai dichiarato apertamente, che lo Stato italiano non deve esistere, ne consegue che nessuno ha il dovere di difendere e promuovere gli interessi degli Italiani, per cui quando arriva uno straniero, questi ha gli stessi diritti di chiunque, se non maggiori (per via dell'uso strumentale della immigrazione).

      Secondo, la faccenda di "pagare le tasse" è l'ennesimo riflesso condizionato da foca ammaestrata. Le "tasse" sono la conseguenza della cittadinanza, sono la parte inerente i "doveri" che vengono insieme ai "diritti" che conseguono al patto fondativo di uno Stato - Nazione. Ancora, se non esiste lo Stato, non esiste nessuna cittadinanza e quindi non ci sono diritti e doveri, per cui "pagare le tasse" non è il dovere del cittadino, è il pizzo che paga qualcuno minacciato e ricattato da una forza ostile. Uno degli slogan della Prima Fase dell'invasione era "gli immigrati pagano le tasse" (da cui percentuali di PIL eccetera). Questo fa contento solo la testina di vitello che non considera come svincolare le imposte (come dovere) dalla cittadinanza è ovvia derivata della disgregazione dello Stato.

      Tanto so già che queste parole si perderanno come lacrime nella pioggia, per citare il replicante.

      Elimina
    31. non capisco cosa cambi se metto la faccia non stiamo in un sito di appuntamenti

      Elimina
    32. Tu non hai una faccia, non hai un'identità, non hai un blog, non hai niente.
      Praticamente per me sei un clandestino.

      Elimina
    33. sono cose già assodate Lorenzo ma Francesco parla di situazioni che non conosce.

      Elimina
    34. No, Francesco recita un rosario di stereotipi, nella convinzione che essi coprano tutto il Creato e oltre.

      Comunque non sono cose affatto assodate. Se fosse cosi, il 90% delle cose che leggiamo e che altri scrivono lascerebbero il posto al silenzio e alla pagina bianca.

      Elimina
    35. sono un profugo del web ;) e cerco la mia sistemazione nella patria di Uomo in Cammino. I blog non mi interessa aprirli Sara perchè ci vuole tempo per curarli e io non ho molta voglia di farlo, sulla fotografia la potrei mettere ma voglio la privacy, un amico mio mi ha beccato che scrivevo sul fatto quotidiano e mi ha preso in giro facendo vedere i miei commenti ad altri. Forse in questo blog che siamo 4 gatti lo potrei fare effettivamente. Il fatto quotidiano è una fogna di giornale, qui vedo contenuti di livello più elevato

      Elimina
    36. Voglio dire, se Renzi andasse in TV e dichiarasse:
      "Signori, sappiate che in Italia essere cittadini italiani non vi da alcun privilegio rispetto ai cittadini di qualsiasi altro Paese, anzi, stiamo lavorando per abolire lo Stato italiano perché ormai è superfluo".
      Descriverebbe un "dato di fatto" che però, una volta che fosse "assodato", chiaro nelle menti degli Italiani, farebbe esplodere l'Italia come una supernova.

      Elimina
    37. Non hai ancora uno status accreditato.

      Elimina
    38. 'azz, che brutto ceffo, Giovannino! Ahahah

      Ritengo che qui è (più) importante cosa si scrive rispetto a chi lo scrive e la sequenza, nel tempo, delle proprie affermazioni. Alcune identità non sono esplicite ma... nel tempo esprimono idee, raccontano fatti. Per quanto "virtuale" è una identità più che sufficiente nel virtuale.
      Poiché la faziosità e la disonestà intellettuale sono merci abbondanti e tra i risultati di 'sta roba è che se 'na cosa giusta la dice uno che non è di questa parrocchia allora è sbagliata a prescindere e se uno di questa parrocchia fa 'na cagata è comunque giusta e da difendere a priori, io ritengo proprio che qui, invece, si possa esprimere delle idee e lo si possa fare con una minima coerenza dovuta dal fatto che l'anonimato non è ammesso e una identità è richiesta (anche in forma OpenId).

      Io qui racconto alcune peccati (omettendo i peccatori, oppure indicandoli con nomi troncati tipo _zio o _aio, regola che ora ho appositamenrte complicato, vedi _polfi o _sketti, senza che divulgarne la nuova versione).
      Alcuni di voi conoscono mio nome e cognome.

      Elimina
    39. io credo di essermi sufficientemente spiegata.

      Elimina
    40. sono il fratello minore di Vin Diesel

      Elimina
    41. Michele immigrato senza documenti, raus, espulsione dal blog di UomoCoso!

      Elimina
  5. http://orizzonte48.blogspot.it/2015/04/la-tenaglia-immigrazione-e.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spunto per la pagina successiva.
      Grazie Michele.

      Elimina
  6. Tanto per essere chiari tra di noi, io mi scoccio a scrivere la'dove scrivono profili che potrebbero essere fake.

    RispondiElimina
  7. Mi riquoto da sola: che palle 'sti fake!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, prego notare che siamo in pochissimi a "metterci la faccia". Inoltre, tutti dovrebbero sapere che all'interno di tutti i servizi Web, che siano siti di dating o Facebook o qualsiasi altra cosa, la stragrande maggioranza degli "utenti virtuali" non corrispondono a "persone reali".

      Sono d'accordo che è una piaga ma se io dovessi essere rigoroso nel non corrispondere con entità "anonime", non potrei nemmeno scrivere qui.

      Elimina
    2. Io sono un'entità anonima nel web e ritengo di essere (probabilmente come tutti voi) una nullità nel mondo reale. Dove sta il problema? Giustamente UUIC osserva che non conta chi dice le cose, ma contano le cose che quello dice, chiunque sia. Un esempio di persona che conta che sta sparando vaccate a mitraglia? Mah, mi viene in mente quel tizio che manco sa l'italiano, si affaccia con frequenza perfino molesta a qualche finestra e inizia a snocciolare mielose eppur venefiche banalità con pessime intenzioni. Meglio essere una nullità che una roba così, date retta.

      P.S. La persona che conta in questione sia solo un esempio tra i tanti, tantissimi che sicuramente saprete ricordare da voi.

      Elimina
  8. Lorenzo tu ed io abbiamo idee diversissime, ma potremmo prenderci un caffè anche domani.Idem con altre persone che pure hanno un nick, questa è una comunità, non è solo la foto del tuo viso che ti rende partecipe di questo gruppo, ma è uno scambio consolidato di idee, prolungato nel tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti correggo: tu hai idee sbagliatissime e le mie sono giustissime. :)

      No, questa non è una "comunità".
      Esattamente come per lo Stato italiano, la "comunità" esiste, si crea, nel momento in cui io, te, Mario e Lugina decidiamo di fondarla con un "patto" più o meno esplicito tra di noi, che prevede diritti e doveri.
      Cioè la "comunità" esiste se esiste un atto fondativo intenzionale che obbliga le persone. Pacta sunt servanda, dicevano gli antichi.

      Invece di una comunità, qui siamo su una strada in mezzo al deserto. La gente passa e fa come gli pare. Chi costruisce, chi demolisce, chi dona e chi ruba, chi si presenta coi documenti e chi col passamontagna, chi dice la verità e chi mente. Non ci sono regole.

      Tra l'altro, noterai come tra tutti abbiamo idee completamente differenti di "etichetta", cioè di come ci si dovrebbe comportare, anche nella condizione (falsa) che fossimo tutti ben intenzionati.

      Elimina
    2. Lorenzo non è ancora ora che vai a dare il ramato?

      Elimina
    3. Anche per quello ho due pakistani.

      Elimina
  9. x Francesco:
    > io le tasse le pago
    Rimando alle ragionevolissime osservazioni dell'ultima pagina di Gaia Baracetti.
    ragionevolissime ma... alla fine in situazione così complicate bisogna prendere azioni drastiche, non di rado rozze se non brutali e io ho espresso una mia posizione.

    Si arriva sempre allo stesso quesito fondamentale: come si responsabilizzano le persone sulle scelte che compiono?
    La risposta è: riducendo la filiera e vincolandole al territorio, alla dimensione locale in cui, se fai cazzate, paghi e ciò avviene molto velocemente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi bisogna ricominciare dalle guerre di indipendenza.

      Elimina
    2. io so solo che quando un evasore fiscale viene ricoverato in un ospedale pubblico lo fa con i miei soldi. io so solo che quando un condomino moroso non paga le spese condominiali io poi devo mettere i miei soldi. io so solo che quando un correntista non paga un finanziamento la banca aumenta i costi bancari anche a chi come me è sempre stato retto. tutti evasori di necessità, morosi di necessità, insolventi di necessità? ho i miei dubbi.

      Elimina
    3. anche gli immigrati che accogliamo illegalmente chiamandoli impropriamente profughi hanno un costo sociale diretto e indiretto in termini di deliquenza, vedi le carceri italiane

      Elimina
    4. per inteso con la nuova normativa se un condomino moroso non paga gli altri condomini non sono responsabili in solido, la società, per la quota mancante si rivale solo sul moroso

      Elimina
    5. l'evasore fiscale è colui che ha già messo in saccoccia i suoi beni all'estero al sicuro da tutto.Inoltre l'evasore non si cura nell'ospedale pubblico. Quello che stanno spremendo sono solo i pollio della cosidetta classe media

      Elimina
    6. Se fosse vero.
      Se fosse vero che tu SAI come vengono spesi i soldi raccolti tramite le imposte. Non è cosi.

      Poi hai fatto degli esempi che non sono nello stesso insieme, infatti la banca non ha nessun modo per obbligarti a essere suo cliente e sottostare ai suoi aumenti, mentre lo Stato ti obbliga a sottostare alle leggi, giuste o ingiuste, con le armi. Non solo ma come sai la Costituzione italo-sovietica consente solo il referendum abrogativo e se non bastasse, vieta espressamente il ricorso alla consultazione popolare per abrogare leggi di natura fiscale. Un esempio classico, che ripeto spesso, è la RAI, per la quale abbiamo votato un referendum che ne aboliva la proprietà pubblica eppure siamo qui a pagare una imposta.

      Quindi tu non sai affatto come vengono spesi i tuoi soldi, però sai con certezza che sei uno schiavo.

      Elimina
    7. sulle banche taccio meglio che non dico cosa ne penso. La strategia dei piani alti è dividere la popolazione suscitando invidia sociale non verso i ricchi ma verso persone simili a noi e che stanno un po meglio di noi, da qui le stronzate sugli scontrini, auto blu etc.

      Elimina
    8. vedi il canone rai, non solo mi becco le cazzate dei media ma devo pure pagare

      Elimina
    9. Caro Francesco ti dicono solo quello che tu devi sapere tu non sai i tuoi soldi che fine fanno

      Elimina
    10. Michele, su questo ti sei dimenticato un particolare: l'Italia contemporanea si fonda su due ideologie che considerano entrambe la proprietà privata un crimine contro gli uomini e contro Dio.

      Non si tratta di una strategia per suscitare "invidia sociale" (per favore, smettiamola di mettere la parola "sociale" ovunque come il prezzemolo), si tratta invece di false promesse che, ironicamente, mentre predicano alti ideali fanno leva sugli istinti più bassi ed infantili delle persone.

      L'invidia esiste da sempre, probabilmente esiste anche negli altri mammiferi che hanno un comportamento gregario. Quello che cambia è la parabola del figliol prodigo, dove il "padre amoroso" distribuisce le ricchezze sulla base della "giustizia sociale".

      Elimina
    11. per sociale intendevo stereotipi legati al tipo di professione

      Elimina
    12. x Francesco:
      > io so solo che quando un evasore fiscale viene ricoverato in un ospedale pubblico lo fa con i miei soldi

      Questo è assolutamente vero: pensa che ci sono abbienti evasori anche totali che arrivano a farsi assegnare appartamenti delle case popolari, che ottengono i buoni pasto a prezzi di favore per i figli a scuola, etc.

      > quando un condomino moroso non paga le spese condominiali io poi devo mettere i miei soldi

      Dunque, un diritto storto pietista (e qui si aggiungono varie considerazioni su sistemi "di valori" cattolici e comunisti) semplicemente ti manda vari comitati quando gli operai dell'acquedotto o della impresa elettrica staccano le forniture.
      Siamo al dirittismo del tutto è dovuto a cui corrisponde, come sempre nelle religioni, la mezza verità omessa, ovvero che al doverismo per cui tu hai solo doveri, anche quello di sostenere furbastri, malfattori, condomini scellerati.
      Se poi tu intervieni e dai una buona mano di legnate al condomino, per fargli capire che è bene che smetta di acquistare nuove auto e di non pagare le bollette, poi arriverà qualche sentenza rigorosa a dire che sei stato brutto e cattivo e violento.

      Le teorie ugualiste, assistenzialiste e dirittiste hanno creato il miglio sostrato su cui proliferano furbastri, delinquenti, approfittatori, etc.
      Ecco i risultati.
      Una colossale deresposansabilizzazione che agisce su tutti i livelli della società
      Società in cui c'è resposanbilizzazione sono premianti per gli onesti, per i responsabili, società in cui c'è deresponsabilizzazione sono punitive nei confronti dei responsabili.

      Elimina
    13. Saremmo fuori tema (ma non troppo).
      Perché non commentate, sulla questione fiscale, da Gaia?

      Elimina
  10. Al di la' di qualunque considerazione sulle migrazioni, pro e contro, fughe o invasioni che dir si voglia...la tizia che ha sgambettato l'uomo con il bimbo in braccio e' una gran merdona. Sara' che io trovo anche terribilmente antipatiche le bionde finte con le facce da troia. Prendersela con chi e' piu' debole, per quanto ti stia sulle balle, e' davvero un gran gesto di vigliaccheria. Punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nessuno ha messo in discussione la vigliaccheria del gesto, ma la sua strumentalizzazione. Il gesto, come ho detto, è stato accuratamente scelto dai media proprio per generare nello spettatore medio indignazione, ma ripeto nella vita c'è di peggio, speso questo peggio non è mediatizzato e per questo non genera indignazione.

      Elimina
    2. Spirita, io penso che esista anche un livello emotivo e non si possa ignorarlo. Il problema inizia quando, al di là di ogni considerazione (è una frase che significa "la dimensione razionale non la teniamo in considerazione") la "mia" emotivià è buona, giusta, migliore e moralmente superiore, la tua è brutta, cattiva, nazifascioleghista.
      Al che io portrei ribattere con

      Se potessi mi metterei in Ungheria o sui nostri guardiacoste e, al di la' di qualunque considerazione, mitraglierei qualsiasi persona che osasse penetrare a forza entro i confini o avvicinarsi alle acque teritoriali (si dice così?) su dei natanti.

      Elimina
  11. e ripeto indignazione da salotto, perchè voglio vedere anche tra voi moralisti come vi comportate nei confronti dei vostri figli, colleghi di lavoro etc, se siete tutte anime pie. In realtà seguite gli eventi come un gregge

    RispondiElimina
  12. inoltre il povero signore ha portato il figlio insieme con se apposta per farsi scudo. Che cuor di leone

    RispondiElimina
  13. IN QUESTO MONDO PERSINO IL PIU' BUONO HA LA ROGNA

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.