giovedì 17 settembre 2015

Stupro popolare

  • Chiunque pensi che lo stato di cose emergente non abbia il potenziale per conflitti civili ed internazionali si illude. Non è una coincidenza che quasi ogni conferenza scientifica sul cambiamento climatico a cui vado ora ha un nuovo tipo di partecipante: i militari. In qualsiasi modo la si guardi, un pianeta con 10 miliardi di abitanti appare come un incubo. [...] Siamo fottuti. Ho chiesto ad uno degli scienziati più razionali e brillanti che conosco [...] se ci fosse una sola cosa che dovrebbe fare riguardo alla situazione che abbiamo davanti, quale sarebbe? La sua risposta? “Insegnare a mio figlio come usare una pistola”

    Stephen Emmott (via: sovrappopolazione, Effetto Cassandra, The Guardian)


Cosa avevo scritto? Che non appena si fosse iniziato ad opporsi all'invasione "pacifica", il carattere violento e bellico delle migrazioni di massa avrebbe iniziato a manifestarsi. Dunque ci sono stati scontri via via più duri ai confini dell'Ungheria. Siamo solo all'inizio.
La coglionaggine benpensante, accoglientista non si riesce a rendere conto non vuole rendersi conto dell'invasione in corso. Non solo, alla radio, stamani, sentivo la solita litania di partiticastri, di mestieranti del potere euro/italici, di piccole menti tanto scadenti quanto scandalizzate per quanto succede in Ungheria, la solita schiera di tromboni furbastri crema delle oligarchie che soffiano sul problema per sfruttarlo via via più. Ovviamente, non è colpa solo degli invasori, della loro volontà di stupro popolare, nazionale (una penetrazione violenta di massa in una comunità che è contraria) ma è colpa degli ungheresi cattivi brutti cacca diavolo che oppongono qualche resistenza alla violenza, allo stupro. E' sempre più evidente ci sono nemici molto più pericolosi ovvero sinistra e cattolici che svuotano tutte le difese immunitarie, che sopprimono la possibilità di una qualche resistenza.
Ho scritto ad un console in Italia della Repubblica Ungherese per manifestare a quella Nazione stima e ringraziamento per tutto quello che stanno facendo per l?Europa.
Io penso che le reazioni irate, isteriche, furibonde dei sinistri, cattolici, sì  global, panmixisti, marxisti, e -isti vari  ovvero dei collaborazionisti sia dovuta al fatto che l'azione della nazione (paese + cultura + identità) magiara dimostra che non solo è possibile fare qualcosa contro l'invasione ma che è possibile farlo in modo efficace e contrasta i piani delle élite transanzionali. Questo comporta un innalzare il livello dello scontro e rende esplicita la natura egemonica, violenta, sopraffattrice e annichilatrice del fenomeno, toglie il velo, mostra la menzogna.
E' come la decrescita: nulla incontra ostilità della dimostrazione che si possa fare qualcosa per affrontare, contenere prima e ridurre poi un problema, Il Problema e del farlo. Nulla ottiene più feroce opposizione che smantellare la credenza che non si possa fare nulla.

Tenere il problema più lontano possibile.
Siamo fottuti.



21 commenti:

  1. Bravo uomo: oggi le prime sassaiole tra i profughi siriani e la polizia ungherese...Arriva l'autunno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che il problema è già dentro l'Europa.
      Io avrei così tanti problemi via via più gravi, - e sono anni che peggiorano - che dovrei mettere qui centinaia di collegamenti a fatti vari di cronaca.

      La cosa sconcertante è che tutta questa "civiltà" (?) dell'informazione non è servita assolutamente a nulla.
      Masse e oligarchie semplicemente negano l'evidenza oggettiva, non ne vogliono sapere. Anzi - uso di frequente una metafora basata su una patologia diffusa - una volta diagnosticato il diabete, buttano via i referti, iniziano a mangiare via via più dolciumi, sottolineando la ricchezza, l'opportunità e il multinutrizionismo dei glicidi nelle dieta umana.

      Forse invece che utilizzare una comunicazione sul piano oggettivo, è necessario utilizzare una comunicazione più emotiva?
      Del resto la manipolazione di massa utilizza la propaganda filomassmigrazionista lo fa, con le fotine di Aylan costruite e manipolate ad hoc ottenendo sdilinquimenti di massa.

      Elimina
  2. Ma UomoCoso, la faccenda de "fenomeno epocale/naturale inevitabile" è una delle tante fanfaluche.

    Insisto a costo di essere più fastidioso del solito: la propaganda attuale non dice più che abbiamo bisogno dei "migranti", li ha rinominati in "rifugiati" perché questo fa scattare la clausola dell'asilo, accoglienza obbligata. Secondo questa logica, l'Ungheria sta compiendo atti illegali, contrari al diritto internazionale.

    Inoltre, in Italia la faccenda si è spostata dai "migranti" a "è necessario che l'Europa" e questo implica il discorso reso palese dalla signora Boldrini ma in movimento da diverso tempo riguardo il confluire dell'Italia all'interno di uno "Stato federale" creato a tavolino con la famosa "costituzione di fatto", togliendo al Popolo la sovranità. Gli immigrati sono solo un piede di porco (insieme ad altro strumenti) usato per forzare gli eventi in quella direzione.
    Quanto tempo è che suona la musichetta dei "cittadini del mondo"?

    La difesa dei confini non è impossibile per ragioni logistiche o militari, è impossibile perché gli Italiani (almeno quelli indottrinati) ritengono che non ci debbano essere confini. L'importante è che "qualcuno" continui a garantire lo "stato sociale". Ovviamente le due cose sono logicamente incompatibili ma l'indottrinamento rende ciechi alle contraddizioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. inevitabile è una delle parola per idioti (buzzwords) che continua a venir ripetuta.
      Gli ungheresi che hanno memoria di invasioni cruente più recenti - dai cari compagni, che l'altro giorno la comunista Boldrini, a cui era stata chiesto il sermone mattutino a Rai Radio 1 mattina, ha fatto i salti tripli carpiati per non dire che l'invasione dell'Ungheria era stata comunista - ritengono molto evitabile nonché opportuna e intelligente di resistere all'invasione.

      Sempre per ricordare Jared Diamond, solo comunità relativamente piccole possono essere democratiche ed egalitarie. Rispetto ad altri paesi la Nazione Magiara ha storicamente dovuto difendersi e questo le'ha temprata e dotata di una forte identità.
      L'Ungheria è democratica e non cede alle manipolazioni dei vertici transazionali autoreferenziali che sovvertono gli ordinamenti degli stati.

      Per usare il rozzo linguaggio della sinistra, veramente queste elite sono fascistoidi, antidemocratiche. Dalla loro ottica, queste elite stanno svuotando tutte le conquiste, tutti i diritti dei popoli e lo stanno facendo in modo subdolo, ovvero rincoglionendo il_bobbolo che non è che ne abbia proprio bisogno.

      Elimina
    2. UomoCoso, i regimi "socialisti" di stampo sovietico intendono la "democrazia" come la dittatura del Partito che mette sotto tutela il Popolo perché il popolo non è maturo per auto-determinarsi.

      Questa tutela è del tipo "eternamente temporaneo" perché ovviamente il Partito non ha alcun interesse o motivo per fare si che il Popolo un giorno possa avere la auto-determinazione.

      Quindi l'idea marxista-leninist della "democrazia" è semplicemente una oligarchia, una aristocrazia e infatti vedi che nelle opportune condizioni i regimi "socialisti" diventano monarchie ereditarie, come nel caso di Cuba o della Corea del Nord.

      Prego notare che l'idea dello "Stato federale europeo" della Boldrini è la copia conforme della Unione Sovietica dove al posto del Partito Comunista c'è una aristocrazia di funzionari/burocrati che si nominano reciprocamente. Quanti governi abbiamo avuto in Italia negli ultimi tempi che si sono avvicendati senza che si siano svolte elezioni? Nessuna delle cariche istituzionali che stanno determinando il nostro futuro, inclusa quella della signora Boldrini, sono elettive.

      Del resto, la cosa comica è che questi burocrati/funzionari abbiano introdotto il concetto di "populismo" (che ironia) e che propongano come antidoto la espropriazione della sovranità popolare. Cioè, per evitare che qualcuno diventi un "capo popolo", si toglie al popolo qualsiasi possibilità di esprimersi. Che è un classico atteggiamento aristocratico.

      Ma questi sono aristocratici a cui non è richiesta alcuna virtù.

      Elimina
    3. Quindi, dopo avere detto e ridetto che il Fascismo non è "destra" ma è una incarnazione della "sinistra, diciamo che la "sinistra" vuole instaurare un regime oligarchico/aristocratico, non una democrazia, cioè il contrario di quello che ripete nei suoi slogan.

      E' tutta una sequenza di menzogne e paradossi evidenti, basta guardare.

      Elimina
    4. > Migranti, Renzi: "Europa è nata per abbattere muri, non per costruirli"

      Questi sono i moralismi (per idioti è pleonastico).
      La morale è il tentativo di rendere universali nello spazio e nel tempo delle "regole" che hanno portato ad un "successo" in contesti specifici (e quindi, assolutamente non universali) e di innalzare tali regole ad un piano superiore, metafisico o, addirittura, religioso.

      Abbattiamo le stive!
      E giù applausi giulivi, contenti, a spellamani. Cosa scrivevo a proposito dell'ultramercantile?

      Pensano che siamo tutti idioti.
      In realtà, statisticamente, hanno anche ragione, visto l'ottenebramento delle menti delle masse.

      Elimina
    5. Ti sei perso la chicca, il punto dove rimprovera i Paesi dell'Est dicendo che se il Muro è caduto è stato grazie a noi, quindi come si permettono di non allinearsi con il PD (ex DC - PCI)? Quei pezzenti, quei barboni, parvenu della "Europa".

      Si, lo sanno tutti che il Muro è caduto grazie all'incessante e meritoria opera della "sinistra" italiana. Ahahahah, della serie "FCC", Faccia Come il Culo.

      Fossi nei panni del capo del governo ungherese chiamerei l'ambasciatore italiano e gli direi "ma andate a fare un culo, pagliacci".

      Elimina
    6. A Renzi io farei vedere il video della RAI in cui Occhetto va col cappello in mano a scusarsi per la presa di posizione del PCI a proposito della rivolta ungherese alla cerimonia di riabilitazione di Nagy come eroe nazionale. Erano gli anni in cui il PCI cambiava nome e rinnegava la rivoluzione russa, nel tentativo di riciclarsi come "partito della sinistra europea".

      Tutto questo lo riscriviamo all'indietro e non è mai successo, puff...

      Elimina
    7. Cito Wikipedia (pernacchia a NotteCoso):

      "Nel novembre 1989, dopo la Caduta del muro di Berlino, giunse alla cosiddetta Svolta della Bolognina. Durante quell'anno alcune novità erano state decisive: fu il primo segretario comunista ad andare negli Usa; aveva condannato senza mezzi termini il comunismo cinese; partecipò a Budapest alle esequie di Imre Nagy e dei martiri della rivoluzione ungherese 1956."

      Elimina
    8. Potendo, a Renzi io farei vedere i sorci verdi! ;)

      Elimina
    9. Sarebbe come se il vaticancro o il merdislam si vantassero di aver contribuito al contenimento dell'esplosione demografica.
      Ihih

      Elimina
  3. Il "bello" è che chi nega la natura violenta dell'invasione in corso appartiene molte volte a quella stessa categoria di persone che si scandalizzano quando una signora viene stuprata e agli aguzzini viene concessa qualche attenuante perché la signora in questione avrebbe in qualche modo "istigato" gli aggressori. Si arriva perfino a dire che se è stata ferita è perché ha opposto resistenza e quindi è corresponsabile delle percosse! Non per niente una delle deliranti motivazioni che senti addurre con frequenza in merito alla pretesa che l'invasione in corso non sia un atto violento e che sia doveroso "accogliere" è che in Europa si vivrebbe troppo bene, dunque cosa aspettarsi se non gente che "giustamente" vuole entrarci con ogni mezzo?

    Una cosa che non condivido di questo video è il fatto che (almeno nei primi due minuti, poi ho interrotto la visione) vi appaiono esclusivamente facce nere. Gli invasori non sono solo neri, e la loro sfumatura cromatica è un fattore del tutto secondario. Proprio come nel caso dello stupro. Concentrare l'attenzione sul fattore razziale è, secondo me, un tentativo di sviamento e un mezzo che offre il fianco ai detrattori della resistenza, dunque ho motivo di pensare, ipotizzare, lasciarmi andare ad illazioni in merito all'ipotesi che video di questo tipo vengano confezionati così ad arte, proprio da chi vuole favorire l'invasione allo scopo di lasciare intendere ai benpensanti che chi si oppone sarebbe automaticamente razzista (menzogna colossale). Paradossale? Mica tanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. > Si arriva perfino a dire che se è stata ferita è perché ha opposto resistenza e quindi è corresponsabile delle percosse!

      Visto che esiste una comunità (sostantivo femminile) che è penetrata contro la propria volontà - sempre nell'ottica di utilizzare la morale dei moralisti collaborazionisti contro di loro - ho voluto usare il termine di "stupro poplare" ovvero di un popolo contro un'altro.
      Tu devi considerare che nei moderati politicamente corretti, non è previsto, ufficialmente, che le cose non siano moderate e perbenino. Se aggiungi lo strutturalismo marxista, non sarà mai responsabilità di un individo ma di altre mille strutture, dal capitale, all'imperialismo, alle classi escludenti, alla brutale educazione repressivo-fascista e altre stupidaggini del genere.

      Il video è un montaggio di spezzoni, molti dei quali girati in Italia, Malta, nella quale la componente africana dell'invasione è predominante. DAl minuto 2 circa inizia ad apparire l'invasione via terra, caratterizzata da popolazioni del vicino e medio oriente.
      Comunque, è vero, spazio maggiore è dedicato alla violenza degli africani.

      E' anche vero che la cultura di un ucraino è assai più vicina a quella di un viennese o di un triestino di quanto non lo sia una di un ivoriano.

      Elimina
  4. Quando un domani avremo al governo un partito islamico, questi pagliacci traditori (renzi e sboldrina in testa) saranno già altrove a godersi i nostri soldi. E' questo che mi fa rabbia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E intanto la culona non perde tempo

      http://www.repubblica.it/economia/2015/09/17/news/merkel_alle_case_auto_date_una_possibilita_ai_migranti_-123055587/

      come da copione...

      Elimina
    2. Avevo letto dell'invito di Angela Merkel alle assunzioni nell'industria automobilistica tedesca.
      Si ritorna di nuovo
      1 - cosa succede nel mercato del lavoro metalmeccanico dei magnacrauti quando dall'esterno catapulti centinaia di migliaia di candidati (in un solo anno)
      2 - il sistema dovrebbe crescere ovvero il metabolismo economico deve crescere nella quantità consumate di risorse non rinnovabili e crescere nella quantità di rifiuti (non biodegrdabili) prodotte
      3 - la maggior impronta ecologica sia della Teteschia sia globale (un invasore in Germania diventa più consumista di un tedesco con lo stesso censo, non avendo un sistema immunitario rispetto al consumismo né una infarinatura, per quanto blanda, di ecologia elementare) peggiora, più risorse verranno prese ai paesi con una qualche biocapaticà residua.

      Siamo alla follia.
      Quella per cui Stephen Emmot, spiega in maniera molto semplice, con esempi inconfutabili, perché la crescita demografica ed economica è la preparazione del crollo globale.

      Essi però sono ricchezza e gioiosa multiuculturalità e la storia è di antichi tempi passati e i limiti non capite un cazzo voi che il progresso ...

      Elimina
    3. UomoCoso ma non capisci/capite che questi articoli sono tutti delle marchette, scritti su commissione? E non capite che tutti i discorsi dei "leader europei" sono scritti prima come i copioni degli spettacoli di Crozza?

      La "impronta ecologica" non importa, quello che importa è rimescolare gli Europei con genti di tutte le etnie e abbattere i punti di riferimento della vita quotidiana per creare il simpatico "mondo nuovo".

      Elimina
  5. Risposte
    1. Cosa osservavamo in recente passato qui?
      Che avrebbero requisito le abitazioni e poi le seconde case.
      Qui sono arrivati pure a buttare fuori dalla sua abitazione una schifosa piccola borghese intollerante e razzista e xenofoba Frau Keller che non accoglieva senza se e senza ma.
      Avete presente le indicazioni dei vertici cattolici di "accogliere" nelle proprie abitazione degli invasori? Se il gregge non obbedirà il pastore provvederà (un buon bastone sarà utile alla bisogna).

      Ritorniamo al piano piano Coudebhove-Kalergi portato alla nostra attenzione da Michele Giovannelli.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.