domenica 11 gennaio 2015

Impedenza (in milonga)

Serata di impedenza.
Qualche messaggio è passato tra stamani e stasera, un po' più asciutti. In milonga siamo arrivati indipendentemente: ella era già in zona città io sono arrivato in treno e bici e volevo essere autonomo: avevo voglia di ballare mezzoretta per i fatti miei, prima.
Avevo appena invitato _ela anima di seta che _tra è apparsa. Un saluto veloce e poi le ho detto che avevo prenotato una tanda con _ela. L'esordio è stato così: la legge della milonga non è quella delle simpatie o dei principi di relazione, non posso neppure scrivere di relazione, forse tra una donna e un uomo una relazione inizia quando hai fatto scopato o fatto l'amore qualche volta. Così ho tenuto alla mia parola/invito già fatto poco prima che ella apparisse..
Poi altre tanda con altre. Quindi qualche parola tra noi, ma piccola conversazione, el chamuyar, nulla di personale. Una volta l'ho vista conversare con una conoscente in comune, mi sono avvicinato, hanno continuato a parlare tra loro, me ne sono tornato a ballare.
Sol in seguito due tanda, così così.
Quando iniziamo a ballare c'è la magia dell'abbraccio danzante che spinge tutto in alto.
Avevo ballato con altre ballerine, con loro il tango e il livello era decisamente più alto.
Allora, con _tra come mi comporto? Potrebbe meritare attenzioni se … iniziasse qualcosa tra noi. Ma se ciò non succede? Perché dovrei comportarmi con cura e attenzioni con lei più di altre amiche? Questo è qualche passaggio di dialogo interiore.
Avevamo battibeccato un po' sull'economia etica e locale: la conoscente in comune aveva acquistato delle scarpe da tango cinesi e io avevo espresso che... bisognerebbe boicottare prodotti e servizi cinesi ma anche tedeschi, etc. . Che problema c'è con i cinesi? Mi aveva chiesto un po' piccata. Che la loro economia è disetica, mettono in concorrenza schiavile i nostri lavoratori, i cinesi stiano in Cina. Si era creata una certa tensione.
Poi ancora tande con altre. Ad un certo punto ho visto che si era rivestita, era vicina all'uscita, poi più nulla. E' andata via senza salutarmi.
Alcune considerazioni:
  • Due ego ipertrofici, il suo e il mio possono arrivare a bisticciare, subito avvenuto.
  • Penso che _tra si aspettasse che io ballassi di più / quasi solo con lei: il livello al TPO è medio alto, troppo per il suo e quindi... balla poco se non la invito io. Sicuramente questo non le ha fatto piacere.
  • Penso che per lei una intesa artistica sia... erotizzante: “quando canto bene insieme col mio co-cantante è come fare l'amore”. Nella coppia di tanda che abbiamo ballato ha avuto gesti di attenzione.
  • Io non ho voglia di mescolare tango e seduzione che non sia un po' di flirtare: sono tre anni che ballo bene con donne di cui non me ne frega nulla. Invece, ho la sensazione, che _tra si aspetti un po' questo.
  • In ogni caso il mio ego si è scocciato per il no di ieri: messaggi e pensieri di passione e poi... neppure stendersi un po' insieme? E' il secondo no: ancora un tentativo, arrivare a tre? Poi quel riferimento a mesi... mi ha fatto rizzare i capelli. Una seduzione di mesi? E se ho l'ego scocciato poi non ho voglia di carinerie. Una volta mi sarei sforzato, ora non più. A volte penso che... si va avanti come i gamberi. Non ho più voglia di “sforzarmi” e non lo faccio.
11/01 22:11
UnUomo scrisse:
Confuso, non so come comportarmi con me e quindi con te, _tra.
Un po' di spazio e tempo giovano nel frattempo.
Eri bella anke stasera.
Buonanotte.

Non mi ha risposto. Ma può essere che sia andata alla milonga “dispari”, dove fanno nuovo e il livello inferiore le permette di divertirsi di più. Lasciamo passare un po' di tempo e 'ste pare si smontano.

Comunque, _sca, una ballerina con cui ho ballato quasi sempre bene e in maniera a volte scoppiettante, si è accorta che c'era qualcosa che non andava. Cos'hai, Uomo, che stasera... sei così?

50 commenti:

  1. Scusa, ma non eri tu quello che "controllava" la situazione e faceva tendere la passione come una corda di violino ?

    O controlla lei dando a te l'illusione di avere le chiavi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Controllare è esagerato. Ho scritto che... volevo portarla all'estremo. Anche che ciò comporta qualche rischio.
      Le donne controllano nella relazione, sono esse che scelgono, hanno l'ultimavparola.

      Elimina
    2. Questi loop verso l'alto sono loop di illusioni, nottebuia.
      Sono belli anche per quello.

      Elimina
  2. Un po' di spazio e tempo giovano...

    Io dopo un messaggio del genere avrei visto scemare il mio interesse. Se uno inizia con le menate sullo spazio ancor prima di dargliela inizio a ripensarci

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suo interesse era scemato ieri, in milonga. Poi anche il mio. Non esistono solo le risonanze in positivo.
      _zzz mi aveva ricordato un mio pensiero: [è incasinata] farebbe bene a stare da sola.
      Comunque anche io sono instabile, troppa biochimica in giro.
      In questi casi cosa vuoi fare? Fermarsiv e respirare un po'.

      Quel che deve accadere accade. Se.non accade è perché non deve accadere. ;)

      Elimina
  3. Già quel "confuso" nel messaggio....
    Mann, questa volta te la dico tutta, la mia e lascerò il commento, senza eliminarlo. Chiaro che è soltanto il mio punto di vista.
    La cosa non mi ha mai convinto, lo confesso, fin dall'inizio: troppa tecnica, troppi calcoli (perché quando esiste una tecnica esistono anche i calcoli). Passino i giochini a tastare il campo ed eccitare la mente. Passi una fase "preparatoria", ma, scusami, la vostra è andata oltre. E guarda caso sabato non avete combinato nulla, quando invece con sabato notte si doveva concretizzare. E sai perché? Perché oltre diventa troppo, si perde il momento, si rischia di allungare un processo di cui va assolutamente colto il momento magico. Oltre si rischia la perdita di mordente, diventa patetico, un déjà-vu, ripetitivo. E poi quando c'è confusione (a quanto pare da parte di entrambi) non accade mai nulla di buono. Fidati.
    Io smetterei questa telenovelas (perché questo è diventata). Scusami la franchezza, ripeto, è soltanto il mio punto di vista. Tu, ovviamente e chiaramente, prosegui come pare giusto a te : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando scrivevo "confuso" mi riferisco a considerazioni come le tue.
      La mia sensazione è che _tra abbia un rapporto diciamo non lineare con il corpo e il sesso.
      Ho sottolineato quel suo essere vegano che viene insieme con altri dettagli, con alcune cose - apparentemente scorrelate - che mi ha scritto e detto.

      Elimina
  4. Sì, ormai direi che si può decretare il non inizio di questa storia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica è morta ella né lo sono io.
      La dimensione caotica di 'sta roba è sempre stimolante.

      Elimina
  5. Purtroppo non é nemmeno detto che una relazione inizi dopo aver * consumato", anzi...per alcuni uomini poi tutto si esaurisce li. Una relazione nasce e si costruisce nel quotidiano con pazienza e con la volontà di entrambi a far funzionare le cose, mettendo un po da oarte gli ego che spesso sono... dannatamente ingombranti. Probabilmente non e una buona idea frequentare la stessa milonga...confronti, gelosie ecc...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando nasce una relazione?
      Ehehe
      Bella domanda.
      Più o meno definibile rispetto al classico dilemma della fuzzy logic: qual'è il numero di sassi e ciottoli oltre cui si può parlare di mucchio?

      Tempo addietro le scrissi dicendole che... non è detto che ella voglia una relazione: forse solo un'avventura o solo degli abbracci danzanti.
      Mi rispose che non saremmo stati noi a decidere cosa vogliamo, avremmo dovuto lasciar scorrere le cose cogliendo ciò che sarebbe venuto naturalmente.

      L'impedenza è fuori e poi è entrata in milonga.
      Quando entri in milonga entri con tutta te stesso.
      Beh, anche lì bisogna sapere cosa si vuole.
      Con le amici e le amici non hai alcun rapporto di esclusività o di priorità. Ma vuoi essere amici o vuoi essere amanti?

      Elimina
    2. diciamo che quando c'è relazione si vede

      Elimina
    3. E' molto soggettivo, Francesco.
      Direi che è difficile anche solo descriverlo.

      Elimina
    4. dissento

      è assolutamente oggettivo

      quando c'è relazione le due persone lo sentono

      anche se sono stati assieme solo una volta

      Elimina
    5. Siamo stati molto in relazione, per le vie della città, in milonga, nei pensieri che ci siamo cambiati.
      Solo che è(ra) una relazione sui piani alti.
      Io invece che per quanto mentaloide non sono solo mentaloide, ho voglia del mio corpo sul suo, il suo sul mio, carne, sesso e quelle robe lì.
      Può essere che ciò non sia (ora ovvero sabato sera) (ancora) gradito.

      Elimina
  6. E come al solito strategie, tattiche e ragionamenti fanno cilecca. Copione già scritto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alahambra, è come nel tango.
      metà la fai tu, l'altra metà le deve fare l*i.

      Del resto, le volte che eravamo ingrifati come due trichechi mica avremmo potuto chiavare per le vie della città o in auto sotto casa o per le vie della città.

      Elimina
    2. Non cercare di dare a lei responsabilità per piacere: non sta in piedi.
      Ribadisco che per me la scopata è decisamente l'ultima cosa. E' la mancanza di autenticità Uomo.
      Tu sei un involucro probabilmente esteticamente gradevole, esteriormente forse interessante, ma dentro... il dentro o non c'è o non ci si arriva mai. Perchè ci sono le tattiche, i giochini, i grilletti, gli atifici, la manovre, la psicologia, le coperte di Linus. E basta.

      Elimina
    3. Certamente metà della cosa la devo fare io e posso farla male. Nessun dubbio.
      Io non so cosa tu intenda per mancanza di autenticità.
      Io sono un fine osservatore (nonostante il mio ego) e quindi ho capito alcune cose che _tra mi ha comunicato ovvero: io non sono così terrena.
      Del resto me lo ha detto anche sabato sera: quando canta col suo co-cantante è come se facesse l'amore.
      Poi mi disse che col suo compagno il sesso ci sarebbe stato pure ancora da parte sua, anche troppo ma... che ella non voleva, quel lato fisico non le dava più nulla.
      Insomma, per usare un eufemismo, _tra non è la più fisica delle donne che io abbia conosciuta.
      Una sola volta le avevo scritto 'na roba tipo "kazzo irruente" o qualcosa del genere e mi rispose che quel termine l'aveva fatta ritrarre come un mollusco tra le sue valve.
      Quindi la via del coinvolgerla partendo dall'alto mi sembra l'unica possibile.
      Tra l'altro non è che sia finita qui.
      Non è morta né ella né io.
      Capisco che una pausa di qualche ora nelle comunicazioni o di qualche giorno nel vedersi possa "sconvolgere" ma non sarei così drammatico.
      In fin dei conti, cazzo avrei da perdere?
      Che non chiaviamo? che non ci vediamo più? rispetto alla mia singolitudine precedente cosa cambia? nulla. :)
      In qualche modo questo esercita pure il mio qui e ora.

      Elimina
    4. Va beh, e come al solito capisci quello che vuoi capire e non quello che sta scritto. Passo Uomo, ho 39 di febbre e non ho pazienza.

      Elimina
    5. Alahambra influenzata.
      Riprenditi, mula! :)

      Elimina
    6. io però questa volta penso che UUIC non abbia ecceduto in tattica. probabilmente è stato trascinato da lei, quello sì. insomma, è più facile che sia una squinternata tanto per essere chiari. cosa probabile visto il personaggio artistoide. per inciso, a me quelle donne non piacciono un cazzo, ma se a lui invece sì che possiamo fare ?

      Elimina
    7. Una certa dose di squinternatezza esiste.
      In me, in lei.
      Del resto è ciò che me la rende interessante.
      Gioco complicato.

      Elimina
    8. Si, Franz, però forse ciò che conta in una relazione è il mettersi in gioco. Spendersi, esporsi.

      E' chiaro che se ti apri, metti anche a nudo i tuoi limiti e poi rischi di soffrire. Ma è anche l'unico modo per evolversi e non andare in giro con una scorza corazzata dentro alla quale rischi di appassire.

      A dir la verità io non so se e quanto Uomo si sia esposto, però dai racconti sembrerebbe abbia cercato un impatto molto ragionato e attento ai dosaggi.

      Anche per me il punto è qui.

      Elimina
    9. > rischi di soffrire
      _tra ha usato un termine, stamani, nel messaggio che mi ha inviato stamani: "abbandono".
      Pensa che quella parola della lingua italiana contiene il dolore e afflizione del distacco, del dividersi in due dall'uno e anche il suo opposto, l'estasi piacere gioia del fondersi da due in uno.
      Rischi di soffrire.
      Sì!

      > un impatto molto ragionato e attento ai dosaggi
      Un impatto ragionato sì.
      Perché ella è difficile e complicata (mi è piaciuto lo squinternato di Francesco e lo è peggio di me).
      Non posso che controllarmi nel negozio di fine cristalleria anche se, in molti momenti, avrei fatto l'amore con lei come un mammuth ingrifato.
      Non potrei non controllarmi con _tra, non potrei non essere attento ai livelli, ai dosaggi.
      Power without control is nothing.

      Tra l'altro se voglio correre, devo correre i rischi della corsa.
      Questo esercita anche il mio qui e ora: sia il dolore che la sua "fragilità complessa".

      Elimina
    10. Ma perché, tu conosci qualcuno che non sia difficile e / o complicato?

      L'unica differenza è che lei ti forse ti piace e hai paura che stando attento a tutto eviterai eventuali sconquassi. Se insieme non funzionate, continuerete a non funzionare anche con la massima attenzione.
      E questo lo sai anche tu.

      Elimina
    11. Alla fine che fai? Fai come quello che sbaglia tutto alla perfezione...

      Elimina
    12. > Ma perché, tu conosci qualcuno che non sia difficile e / o complicato?

      Ahahah
      Sì, lei mi piace.

      Guarda, questa parte di seduzione iniziale (magari è già finita, non ho il dono di sapere come andrà a finire) è interessante per la combinazione di rischio, incertezze, novità, mancanza di pregressi anche dal punto di vista filosofico.

      Sbagliare tutto alla perfezione?
      ;)
      L'importante è tentare di... sbagliare.

      Come rispondevo sopra ad Alahambra: alla fine, che ho da perdere?
      Che non chiaviamo? che non ci vediamo più? rispetto alla mia singolitudine precedente cosa cambia? nulla. :)

      Elimina
  7. ciao sono max.
    ma, posso fare una osservazione? al di là di stare a farti insultare da alahambra che è la figlia del demonio e che nella sua vita si sarà tamburata il prete, il chierichetto e il povero marito, è frustrata perché non può fare figli, unica e sola correlazione di una relazione cristiana. insomma, è come essere ebreo, avere problemi di alimentazione e recarsi al gabinetto del dott. Mengele, esperto in dietologia.

    let’s just make a step back. è da un sacco che non fotti (con o senza sentimento). quindi intorno a tutta questa cosa del fottere ci costruisci una serie di cerimonie che hanno o non hanno senso, a secondo di come uno la vede.
    ecco, anche se per me non hanno senso, vorrei comunque sottolinearti come non sei libero di tutta una serie di influenze di testosterone. detto in volgar maniera hai i coglioni pieni di sborra, che non fa bene. è per quello che stai ricamando su sta cosa dello scopare e della relazione. il perché profondo di questo lo lascio a te. è economia domestica tua.
    ma se ci ricamassi meno su tutti gli aspetti psicologici di una relazione, faresti meglio.
    perchè tanto non puoi sapere che cazzo pensa la controparte, ne’ il suo vissuto fino a che non te lo ha detto lei. e in più non potrai mai sapere la verità, giacché magari anche lei ti potrebbe star dicendo delle mischiate. perché è bugiarda, perché ha rimosso, perché è cretina, perché non vuole. non si saprà mai perché.
    pensa a te stesso, mica a quello che pensa lei, diosporchissimo. che cosa vuoi?

    in secondo luogo, renditi conto che hai i coglioni pieni. non ragioni. non fai le cose bene. epperforza, la natura ormonale e la consistenza delle secrezioni che hai nel tuo corpo sono pestifere. devi scopare. ripetutamente. poi, anzi, mentre ti mondi del peggio che ti alberga dentro in forma di sperma attraverso una cura di scopate, ti sentirai fresco e gioviale. allora e solo allora puoi procedere a fare quel che devi fare: innamorarti, i fiori, i baci, etc. perché se aspetti che sia l’altra persona - con tutti i suoi casini che può avere, benedetta st’altra persona - a doverti garantire questa soddisfazione sessuale, a doverti stappare sessualmente e sentimentalmente, stai fresco. e anzi, le rompi anche il cazzo - diciamocelo! potrebbe aver mal di testa, la figa cucita, essere stata scopata poco e male, potrebbe essere timida o disinteressata. che ne sai?
    ma vai e sistemati tu sessualmente parlando, e poi se questa donna (visto che sei eterosessuale) entra nella tua vita nella forma di amicizia, amore, etc., succederà anche che scoperete. ma diostraporco, insomma, si scopa da migliaia di anni - bene o meno bene - è una cosa pratica e semplice e non si può ammantarla di una serie di significati che non hanno nulla a che vedere con la natura dello scopare.

    questo sul livello teorico. ma scendiamo sul livello pratico: la dimostrazione che stai ragionando collo sperma è la seguente. ti sei andato a prendere una che ancora convive e che è sulla via della separazione con il suo compagno. ma sei patacca o cosa? madiolanzichenecco, se compri una macchina la prendi in prestito per sei mesi e fai le riparazioni e poi paghi per nuova? magari parrò molto pratico su un tema delicato e spinoso, ma insomma, non prenderti in giro da solo, no? sborra, liberati, ripeti. borra, liberati e ripeti. vedi, la prima volta sembra superficiale - mammamiachehofatto! -ma poi ci fai la mano, ci si prende il gusto, capisci? poi puoi presentarti con qualcuno e qualcuna, coi violini e le lenzuola di straminchia di seta. mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti io dovrei mettermi di impegno per farmi un tot di chiavate sportive (ovvero asentimentali).
      Penso che sarebbe un'evoluzione pazzesca nella mia vita.
      Vedi, per me 'sta cosa del sesso non è mai stata semplice visto che tendo al tutto o niente.
      Dovrei violentare un po' me stesso.

      Ahaha, Max.
      Tu riesci ad essere chiavatore, poeta e bestemmiatore, amante e cinico.
      Grazie per irruenza e franchezza.

      Elimina
  8. Se il commento di Mukis2015 invece che essere rivolto a UUIC fosse stato rivolto a se stesso avrei potuto benissimo pensare di trovarmi di fronte a una pagina inedita di James Joyce ritrovata fortuitamente in qualche soffitta polverosa. Diamine! Che flusso di coscienza impetuoso! Non capita mica tutti i giorni di leggere roba così, nè! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quel poco che conosc(ev)o di mukis2015, so che ha un'estensione relazionale molto ampia.
      Passa dal chiavaggio amorale, anche bisessuale, a intensità nei sentimenti e nel coinvolgimento straordinarie.
      mukis2015 è, sostanzialmente, un tantrista estermo, non so quanto (in)consapevole.
      In questo campo, per me, sicuramente un mentore.
      La sua franchezza è un pregio extra.

      Elimina
    2. Quel che ho scritto non è assolutamente da intendere come un insulto, sia ben chiaro.

      Elimina
  9. Scusa la banalità...ultimamente da più parti va di moda la parola banalità che se messa in coppia con relazione diventa inevitabilmente una combustine
    Per non farla lunga e senza badare alle esperienze o opinioni altrui, come sai ogni esperienza è di chi la vive, gli altri sono semplici comparse.
    La mia opinione è che tu fai finta non capire Lei...insomma tu vuoi scopare, ballare e chi vivrà vedrà; lei, mi pare di capire vuole relazionarsi in modo costruttivo per andare oltre il ballo...mai apre. Purtroppo il resto sono parole.

    Coraggio, come in tutte le cose c'è sempre un punto di partenza e uno di arrivo. Lei ci è arrivata e tu...?Attento: il proverbio lo dice, tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ho scritto che pure io non posso non correre il rischio del dolore, che questo dolore esercita anche il mio qui e ora.
      Ogni difficoltà ti esercita, Daoist, anche quelle nell'intessere relazioni.
      Io ho una scarsa resistenza alla fatica di medio termine.
      Sì, le parole hanno una dimensione importante con _tra. Ella ha una poesia seducente nelle parole, mi scopa senza scoparmi.
      Sì, la vorrei scopare visto che mi prende anima e corpo e come maschio adulto penso sia proprio 'na roba naturale desiderarla fisicamente quando una ti piace un sacco.

      In ogni caso è troppo presto per ogni conclusione e considerazione.
      bene limitarsi ad osservare e volersi bene.

      Abbandonarsi agli eventi e contrastarli è il mio motto con lei.

      Elimina
    2. Ma lei mica ha 15 anni per la miseria! Il tempo delle mele è pellicola dei tempi che furono

      Elimina
    3. 'spetta, Frqancesco.
      Ciò è vero.
      Come diceva Max (mukis2015) e pure tu più volte in passato, a me gioverebbero un tot' di chiavate sportive.
      D'altra parte io osservo che:
      o - ho tempi di entrata in sintonia non così brevi
      o - che in passato, per i grandi amori della mia vita, non certo mi precipitavo alla chiavata alla seconda uscita (la madre di mio figlio la bazzicai per mesi senza alcun contatto, proprio come fantastica amica prima)
      o - l'uscita di tremilabaci o quel che era fu vera gioia per me.

      Nella valutazione economica del tutto ci sono anche queste ,considerazioni.

      Elimina
    4. E allora arrangiati

      Se ti piace così. ..:-)

      Elimina
    5. 'spetta, Fra'.
      Temo che io sia un po' lungo e paziente o lento se preferisci per i vostri ritmi.
      In ogni caso _tra mi ha chiesto via mail se ... 'spetta, mo' lo scrivo come pagina.

      Elimina
  10. Secondo me il nostro Mann ha quindici anni, anche se si spaccia per un over 40 :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei avere la freschezza, l'ingenuità di un quindicenne con la testa di un quarantenne.
      Ma credo che non sia possibile, Lisa.

      Elimina
    2. Lo dico da anni che è un adolescente!

      Elimina
    3. Un po' sì.
      Sai la mia teoria dei contrasti.
      Essere un po' adolescente, un po' maturo.
      Dipende dal contesto.

      Elimina
    4. Sì, e le marmotta incartava la cioccolata.

      Elimina
  11. A-Men non è catalogabile tra gli adolescenti è un adulto, questo è evidente e certo. Tuttavia conserva e coltiva l'arrapamento intellettuale, ed è un sex-materialista. che di tanto in tanto si crea degli scrupoli verso il prossimo; o NO A-Men?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'arrapamento per me è una roba strana:
      parte dal volto, attraversa Il 90-60-90 e poi torna alla testa.
      'na roba complicata. Infatti mi arrapo troppo poco.

      Sex-materialista? Non so.
      Uno dei problemi grandi dei sistemi attuali è che le persone
      o - sono sempre più grettamente consumiste, materialiste, irrazionali e in preda a inconsulte credenze collettive nel quotidiano,
      o - sempre meno spirituali, sempre più sceme e religiose nello spazio dell'anima

      Io cerco, per quanto possibile, il contrario.

      Gli scrupoli verso il prossimo vengono in secondo ordine. La prima questione è quella di vivere cercando di farlo meglio possibile, dando l'esempio, cercando un minimo di coerenza e di migliorare questo mondo (il ché può solo significare che non puoi considerare la diminuzione del tumore umano come prima priorità).

      Ciao caro.
      Ti abbraccio.

      Elimina
    2. Di età anagrafica. Mentalmente è fermo ai 16 anni, involuto e contorto, pieno di confusione tra ciò che è osservazione costruttiva e ciò che è solamente paura di affrontare la vita vera.
      E assolutamente privo di qualsivoglia forsa di equilibrio, che anzi rifiuta seccamente convinto che gli eccessi siano la strada.
      Un adolescente.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.