lunedì 7 settembre 2015

Qualcuno può spiegare?

  • Perchè a nessuno piace vivere nella merda.
    Mi domando invece se siate voi così ottusi dal non volerlo capire [...] .
    (Francesco)

    Quello che io confuto è il ragionamento è [...] che poiché la merda non vuole stare nei suoi posti (fossa biologica, fogna, letamaio, etc.) e vuole venire in casa tua in massa, tu non solo non fai nulla per contrastarlo ma, a me che non voglio che la merda si espanda nella mia abitazione, dici con enfasi "ma la merda non vuole mica stare nei posti della merda, eh!, sei un merdoso antimerdista" [...].
    (UUiC)



Ungheria, dopo il passaggio dei "migranti" (**).
Qualcuno mi può spiegare le metafisiche ragioni per le quali dovrei essere favorevole (all'invasione [della merda]) ? Grazie.


134 commenti:

  1. Io guarderei pure un treno dopo il passaggio degli ultras "nostrali".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara, a parte la considerazione topologica che un treno è grande come un treno, non si misura nell'ordine dei chilometri, la tua obiezione che viene sempre dalla stessa direzione, ha una falla logica ovvia:

      In Italia come in qualsiasi Paese ci sono ladri, assassini, eccetera. Cosi come in ogni famiglia c'è lo zio scemo. Questo significa che l'Italia si gratta le rogne sue, si fa carico del suo zio scemo, non significa che l'Italia si debba grattare anche le rogne degli altri e farsi carico dei loro zii scemi. Quindi tutti gli immigrati che affollano le nostre galere non dovrebbero essere qui, mentre gli Italiani che sono reclusi, sono di nostra competenza.

      Eppure è un ragionamento elementare, lo faresti anche tu se la signora del piano di sopra ti buttasse la rumenta sul balcone. Non diresti "la produco anche io la rumenta".

      Elimina
    2. La domanda vera è come mai Sara pensa storto, non vede immediatamente che il suo ragionamento è illogico, prima di scriverlo?
      La risposta è una sola, Sara è stata condizionata in modo che non veda certi paradossi.

      Elimina
    3. Qualche tempo fa avevo pubblicato una pagina in cui si vedeva un fiume di rifiuti (a Sarno? in Campania).
      Una cosa orribile.
      Perché se abbiamo problemi così gravi che non riusciamo a risolvere dobbiamo prenderne altri?
      Sara, è completamente privo di senso tutto questo.

      Elimina
    4. > (a Sarno? in Campania).
      -> (a Sarno? in Campania?).

      Non riesco a ritrovare quella pagina, zio cotica....

      Elimina
    5. Lorenzo perche'non vai vendemmiare?

      Elimina
    6. Perché tanto ci sono gli immigrati a farlo al posto mio, io aspetto che mi paghino la pensione.

      Elimina
    7. Fantastico! Questo si dice "aver la risposta pronta". Senza volgarità. Preciso. Pungente. :)

      Elimina
  2. A parte che, parafrasando Obiwan, è doppiamente folle fare un post citando un commento folle, il punto è che, dietro una nebbia di ragionamenti insensati su questioni apparentemente "pratiche", c'è il nocciolo, cioè la "questione morale". L'invasione deve essere perché è "giusta", deve essere a qualunque costo, in qualunque condizione materiale.

    Se tu non capisci la "morale" della invasione è perché non sei una persona, sei un animale, quindi non hai anima. Allo stesso modo non ha senso tirare in ballo questioni concrete, pratiche, numeri, pesi, quantità, perché la "morale" sta su un piano "più elevato".

    Se invece vuoi una risposta sensata, che tu sia d'accordo o meno, il "Piano" di sostituzione degli Europei con gli immigrati verrà attuato ugualmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UomoCoso, non consideriamo le marchette coi cadaveri e altre cose truculente, consideriamo le cose più frivole ma ugualmente significative. Ecco una marchetta tragicomica:
      Dentrifrici per i migranti

      Elimina
    2. Dal punto di vista polemico, dialettico, l'operazione è di commutare su un presunto piano morale, concettuale. Quando dimostri, sul piano concettuale l'insensatezza, si ripassa immediatamente a quello fisico (ad esempio con lo stratagemma emotivo, con l'insulto dell'interlocutore). Poi scendi sul piano reale (ad esempio la barbarie della figura sopra) e allora ci si muove su un altro piano ancora.

      Conosco molto bene questa strategia "a saponetta bagnata" dai tempi delle furiose liti con i cattocomunisti della ex lista-civica.
      La questione è che il loro piano "morale" è comunque superiore.
      La cosa buffa è che essi si etichettano come antirazzisti, tolleranti, persone che anelano all'uguaglianza, etc.
      Altrimenti ti danno del disumano, dello scientista, etc. etc. .

      Elimina
    3. Incredibile! Gli idioti esistono anche in Svezia! Sarà per quello che l'Ikea fa prezzi tanto economici: con tutta la segatura che perdono dalle orecchie personaggi come quelli dell'articolo, l'azienda svedere ha materia prima per il truciolato in abbondanza e a titolo completamente gratuito!

      Elimina
    4. MrCoso, attenzione che la marchetta potrebbe anche inventare o distorcere una "notizia" perché lo scopo non è quello di passare una informazione nuda e cruda, lo scopo è CREARE OPINIONE, definire un modello di comportamento, eccetera.

      Elimina
  3. auguratevi che non dovranno MAI spiegarvelo i vostri figli!
    Hai ragione Sara...gli ultras fanno molto peggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vorrei tanto che qualcuno mi spiegasse (l'ho scritto anche) e nessuno mi spiega nulla.
      A proposito di bambini, figli.
      E' come se io "bambino" avessi chiesto :- perché ho queste calze rotte?
      E voi mi aveste risposto:
      o - Tizio ha delle patacche sulle braghe (Sara)
      o - Augurati che non te lo debba spiegare i tuoi figli (S.).

      Non sono spiegazioni e io continuo a non capire.
      Eppure sono domande abbastanza semplici.

      Elimina
    2. Siccome voialtri la sapete sempre più lunga, abbiamo appena modificato la grammatica cosi "che", invece di un bel congiuntivo vecchia scuola, porti un futuro.

      La frase, se non fosse l'italiano dei "profughi", avrebbe dovuto essere "auguratevi che non DEBBANO".

      Detto questo, UomoCoso, se tuo figlio non sposerà un uomo nero, africano, islamico probabilmente sarà chiuso in una riserva come i Lakota.

      Elimina
  4. io nel post giusto la mia l'ho detta.

    e anche se mi hai, parzialmente, citato, altro non aggiungo, che tanto veramente non ha senso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io osservo che nessuno è in gradi di spiegare perché io dovrei essere favorevole.
      Secondo me è questo che non ha senso, non che io cerchi di capire, di trovare una logica.

      Elimina
    2. nessuno è favorevole al dolore, alle disgrazie, alle liti, ai divorzi, alle morte premature, alla povertà, alle diseguaglianze, agli incidenti stradali, agli assassini seriali. nessuno.
      io non sono favorevole a niente, non voglio stranieri a casa mia, come peraltro non voglio valtellinesi. sia che sporchino sia che puliscano tutto con la cera emulsio.
      ma i temi della vita, della morte, e dell'eternà aspirazione dell'uomo a vivere meglio non si possono banalizzare con un "e ma io tutto ciò non lo voglio". tutti vorrebbero zompare addosso a Belen Rodriguez. non mi risulta che si faccia zompare da tutti.
      se si è per la decontestualizzazione delle cose (http://dizionari.repubblica.it/Italiano/D/decontestualizzazione.php), o bisogna esserlo sempre, non solo quando fa comodo

      Elimina
    3. > eternà aspirazione dell'uomo a vivere meglio

      Ho scritto che anche io aspiro a vivere meglio.
      Io non capisco perché per me questo non dovrebbe valere. Solo per me vale che io debba aspirare a vivere peggio (*)? Solo per me che se io aspiro a vivere meglio decontestualizzo, sono nazifascioleghista, sono razzista, sono cattivo, brutto cacca diavolo?

      Immagino allora che gli invasori possano avere aspirazioni che a me sono escluse.
      Interessante.
      Poi voi dite del razzismo etc. .

      (*)
      Vedere immagine Ungheria post passaggio "migranti" che io sono mesi che dico che la discarica diffusa che avanza ovunque chemivienedabestemmiare è un risultato delle invasioni,
      Compresa quella Terronia -> Polentonia che una volta la polentonia non era il cesso megapattumiera che è diventato.
      Però non si può dire perché non si può dire.

      Elimina
    4. Accogliere! E accoglieremo! (ovazione di folla).

      Tu devi accogliere perché:
      (prima fase)
      1. fanno i lavori che non vogliamo fare
      2. pagheranno le nostre pensioni
      3. siamo tutti migranti, migrare è nella natura umana
      4. la società multi-qualsiasi-cosa è lo scopo ultimo, la meta agognata, il paradiso

      (seconda fase)
      4. se la gente migra è colpa tua e devi espiare
      5. se la gente migra e muore è colpa tua e devi espiare
      6. che tu possegga più di loro è una ingiustizia che deve essere sanata, devi espiare ed essere punito
      7. l'Italia non è mia e tua, è di tutti, quindi tu non hai nessun diritto di rivendicare la terra mentre loro hanno diritto di muoversi liberamente e stabilirsi dove più gli piace
      8. nella scala della "superiorità morale", per volontà divina, tu sei la feccia e loro sono la crema, quindi ubi major minor cessat, tu devi essere subordinato in quanto razza inferiore
      9 nella scala della "superiorità intellettuale", per volontà divina, tu sei la feccia e loro sono la crema, come sopra. devi essere subordinato in quanto razza inferiore

      Nota: qualsiasi cosa tu dica non solo è una disputa sofistica che ignora la semplice realtà dei fatti ma dimostra quanto tu sia moralmente e intellettualmente inferiore.

      Elimina
    5. Cosi egli parlò e disse:
      "ma i temi della vita, della morte, e dell'eternà aspirazione dell'uomo..."

      ... tutti vorrebbero zompare addosso a Belen Rodriguez. non mi risulta che si faccia zompare da tutti."

      Ebbè Aristotele e Kant qui ci fanno le pippe. I temi della vita e della morte - Belen si fa zompare o non si fa zompare? Queste vette della filosofia le ho solo intraviste scritte sui muri della garitta durante le guardie.

      Demenza, follia, assoluta incoscienza e inconsapevolezza.

      Elimina
    6. UomoCoso, tu non devi parlare perché cosa ne sai tu dei tempi della vita e della morte? Cosa ne sai tu se Belen si fa zompare? Tu sei una bestia, mica sei un uomo come Vendola.

      Elimina
    7. già parlato troppo. buon proseguimento ragazzi, vi voglio bene.

      Elimina
    8. Qui ci sono alcune persone che non capiscono.
      Siamo tacciati di pazzi e_altre_cose.
      Emotviamente è come se io fossi sul Titanic, con voi, fossi sempre più preoccupato della lato numero di nodi, nella nebbia, etc.,, facessimo presente il problema dei ghiaccioni, etc. e sentissi il sarcastico disprezzo da parte dei tranquillisti o dei moralisti dell'inaffondabilità "ma tu non capisci nulla, sei moralmente una bestia" etc. .

      Elimina
    9. UomoCoso, l'ho detto prima.
      Nel 2013 ci sono stati 3 385 morti in incidenti stradali in Italia (dati ISTAT).

      Eppure non mi risulta che si sia mobilitato l'Esercito, l'Areonautica, la Marina, la Caritas, l'Opus Dei, il Club di Topolino

      Non mi risulta che Francesco abbia iniziato a straparlare di "vita, morte, eterno". Non mi risulta che ci siano venti articoli nella pagina del Corriere sui "poveri profughi stradali". Non mi risulta che siano pubblicate foto di bambini morti in quegli incidenti.

      Sono sempre le tre categorie, gli idioti (che non ci arrivano), i mai cresciuti (che fanno bordello tanto per), i furbastri che strumentalizzano "vita, morte, eterno" per farsi la barca, il conto in Lussemburgo, la tenuta agricola, eccetera.

      Elimina
  5. Aggiornamento

    Osservare bene il video sui "poveri" migranti e come sono le terre dopo che essi sono passati. Il documentario è preparato dagli scafisti morali (in questo caso è il clan de La Repubblica).

    Studiare il nemico e la sua propaganda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa dire del compiacimento dello scrivente compagnuccio rispetto a "un popolo in cammino che non si ferma di fronte a nulla ... si ciba di quello che trova ... un popolo che ha conquistato l’Europa", cioè gli Unni.

      Elimina
  6. Qualcuno mi può spiegare le metafisiche ragioni per le quali dovrei essere favorevole (all'invasione [della merda]) ?

    Questa è la domanda e in risposta alla quale, secondo me, non c’è alcuna spiegazione razionale o pratica o economica, meglio alcune ci sono, ma non riguardano direttamente il tuo o il mio benessere specifico, ma quello delle persone che sfruttano (direttamente o indirettamente) la povertà e la migrazione per lavori sotto costo, delinquenza di bassa manovalanza, prostituzione, imbrogli ai danni dello stato, ecc.

    La spiegazione è per forza di cose etica e morale e sull’etica e la moralità di ciascuno di noi c’è poco da discutere, ognuno c’ha la sua e non c’è ragione per la quale una persona possa o debba cambiarla. Ciò, almeno fino a che le conseguenze di tale etica e di tale moralità non ci si rivoltano contro ed allora ecco che a volte si cambiano i punti di vista e le appartenenze.
    Io non leggo o leggo distrattamente (e anche con un certo disgusto per la acredine e la cattiveria dei post e di alcuni commenti) i tuoi post che parlano di questo argomento, perché per quanti dati tu mi propini, per quanto possano essere logici e calcolati e coerenti i tuoi teoremi, io non riesco a giustificare la morte e la sofferenza di queste persone.
    Magari un giorno succederà la catastrofe da te ipotizzata, ed allora mi renderò conto che avevi ragione, sarà troppo tardi?
    Non lo so, forse sì, forse no e comunque sarà di poca consolazione ad entrambi

    Credo che oggettivamente e concretamente (come tu ami essere) ti restino due o tre scelte, ti adegui alla massa, ma non mi sembra nel tuo stile. Ti armi e combatti, ma da solo è una via senza scampo e senza risoluzione. Emigri in quelle aree in cui la sovrappopolazione non esiste, l’emigrazione è sotto controllo, il comune senso civico esiste davvero, si balli il tango, ci siano ortaggi freschi per il minestrone e qualche montagna da scalare, direi il Canadà ad esempio, ammesso che ti lascino entrare. Trovi qualcuno che concretamente ti segua ed affronti in modo radicalmente diverso il problema, altrimenti, mi spiace per te, ma non ti resta che gridare la tua rabbia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BaffoCoso

      C'è un piccolo particolare che ignori a bella posta: mentre UomoCoso non ti obbliga a condividere la sua "morale", tu obblighi lui a subire la tua.

      Siccome non riesci a giustificare (lasciamo perdere COSA che si aprirebbe il Vaso di Pandora del cretino), allora non ti spogli dei tuoi averi come San Francesco, non li doni ai "profughi", non vai nella loro terra a lavorare e pregare, no no.

      Tu, in nome della tua "morale", decidi di condividere gli averi di UomoCoso, la sua casa, la sua terra, di obbligarlo a convivere con i "profughi", e nel processo, di cancellare l'italia e l'Europa.

      Se poi avrai avuto "torto" (lasciamo perdere su COSA che si spalanca un altro Vaso di Pandora del cretino), sarà di poca consolazione... cioè chi ha avuto ha avuto, te ne lavi le mani perché la "morale" non ti impone una RESPONSABILITA, giusto? Te sei in missione per conto di Dio quindi hai ragione anche se hai torto.

      Fenomeno da baraccone.

      Elimina
    2. Baffus, io apprezzo la tua onestà intellettuale.
      In effetti non c'è alcuna spiegazione logica. Esistono interessi specifici di portatori di intgeressi che traggono benefici dal problema, esistono "morali" con i loro dogmi che non sono discutibili per definizione.

      Tutto questo mi fa covare una rabbia ed un furore contro questo oscurantismo che cresce di mese in mese.
      Si sta realizzando la peggiore delle società possibili e, oltre a subirla, mi trovo pure nella pessima condizione di esserne conscio.
      Nella diariosfera io posso solo continuare a sollevare dubbi, a porre dati, a ricordare scienza e conoscenza, non posso fare molto altro.

      Come scrissi un giorno, in futuro, se non sarà troppo vecchio e in salute (quindi non intgeressato dal tracollo del sistema sanitario), forse potrò dare ancora una mano per la mia conoscenza del territorio negli scontri armati che ci saranno, in brigate di resistenza contro gli invasori e la dittature di queste oligarchie da tempo al potere,

      Elimina
    3. A forza di essere lasciati a gridare la propria rabbia in mezzo a sordi pertinaci si finisce in uno di due modi: come vecchi paranoici o come attentatori suicidi (del resto pare che ci siano sono numerosi esempi, di questi tempi).

      Poi qualcuno mi deve spiegare come mai il malessere di alcuni debba avere più peso di quello di altri (e vedere il proprio territorio invaso dà malessere, o anche quel tipo di malessere deve aver valore in alcuni casi e non in altri? perché è "moralmente" intollerabile che gli agricoltori brasiliani abbiano devastato e devastino le terre degli Indios e non è altrettanto intollerabile che torme forestiere pluriprovenienti abbiano devastato e devastino le terre dei Piemontesi?), ma su questo punto si è già abbondantemente soffermato UUIC.

      Elimina
    4. No no, non finisce coi vecchi paranoici o con gli attentatori suicidi. Finisce cosi:
      The wind that shakes the barley

      Ma non ci deve meravigliare, è solo il proseguimento di una cosa iniziata tanto tempo fa.

      Elimina
  7. ci sono i sillogismi e questi possono essere anche sbagliati.Esempio. Io sono materia, la cacca è materia io sono cacca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo sillogismo è fallato Enio.

      Infatti "io sono materia, la cacca è materia, io sono la cacca" sarebbe vero SOLO SE la materia e la cacca fossero coincidenti, cioè solo se si potesse dire non solo che la cacca è materia ma che la materia è la cacca (questo invece è falso). Siccome cosi non è,, cioè cacca e materia si sovrappongono solo parzialmente, la conclusione corretta del sillogismo può essere "io sono almeno in parte cacca".

      A parte questo, è comunque vero che tu e la cacca siete formati atomi analoghi.

      Elimina
    2. Quando la logica manca, quando la razionalità soccombe ad ogni altra cosa, Ennio, non ci sono più ragionamenti e si impone la legge della sopraffazione / del più forte.
      I filomassmigrazionisti de La Repubblica, Francesco Gilioli ed Elena Peracchi, cosa hanno scritto?

      "guida di un popolo che ha conquistato l’Europa."

      Una volta essi si scandalizzavano perché noi li indicavamo come invasori. Perso il pudore essi parlano chiaramente di conquista dell'Europa.

      Ho scritto più volte che tutto questo ha un senso biologico: se come civiltà soccomberemo questo sarà il risultato della selezione ovvero del fatto che una cultura stupida e inetta, autolesionista, incapace di accorgersi di un problema e talmente corrotta da considerarlo una opportunità / ricchezza etc. verrà spazzata via da quella egemonica che la sopraffarà come è sempre stato nella storia, i popoli più forti e violenti hanno sottomesso gli altri.

      Ancora una volta rimando al paradosso Maori di Marco Pie.

      Elimina
    3. UomoCoso, su Repubblica festeggiano la "conquista dell'Europa" perché la distruzione dell'Europa per come la conosciamo è il progetto della "sinistra". L'unica incognita è quanto la "sinistra" sia ingranata nel meccanismo del "Piano" concepito dalle elite internazionali, cioè, se ci sono o ci fanno.

      Chiaro che le prime due categorie ci sono, per la terza il dubbio rimane.

      Elimina
  8. Una domanda retorica alla quale sarebbe semplice rispondere, altrettanto retoricamente.
    Quando i nostri partivano per le americhe, lasciavano anche loro scie di merda e cose altrettanto disgustose. Io penso sempre alle donne che dovevano convivere con le mestruazioni, al contrario di voi maschietti e magari avevate ugualmente certe pretese.
    Come si può spiegare? Con la fame e la sete che gente come noi deve patire, sperando di non incontrare lupi sulla loro strada.
    Cristiana


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che l'italia non ha le risorse che un tempo aveva l'america e siamo tutti buonisti fino a quando non ci toccano il culetto, FACCIAMO UN SONDAGGIO UOMO IN CAMMINO, QUANTE DI QUESTE PERSONE, CHE SONO TUTTE BUONE ACCETTEREBBERO UN IMMIGRATO IN CASA LORO?

      Elimina
    2. Benvenuta Cristiana.

      La domanda non è granché retorica.
      La risposta te la potrebbero dare i popoli amerindi che sono spariti in seguito ai genocidi dovuti alla conquista da parte degli europei.
      Viceversa, se preferisci sapere come è in uno stadio solo un po' più avanzato, puoi ottenere risposta

      o - dai serbi in Kosovo
      o - dai palestinesi nella loro terra natale
      o - dalle comunità nell'estremo oriente asiatico che conoscono la conquista da parte di enclavi cinesi
      o - chiedere alle varie culture italiche, come gli Apuani, cosa successe quando arrivarono i romani.

      Potrei continuare ma non vorrei doverti mettere nella condizione di dover esaminare gli innumerevoli casi della storia vicina o lontana.

      Elimina
    3. Poiché nessuno mi riesce a spiegare perché io dovrei accettare questa conquista e pure rallegrarmi e considerarla positivamente, io invito te e altri magari a spiegarlo agli Yanomani, ai Palestinesi, ai Lakota, etc. .
      Perché essi non si sono rallegrati delle strisce di merda, mafia, vaiolo, influenza e altro che i buoni e bravi europei e italiani o i sionisti o ....portarono loro?

      Elimina
    4. Si potrebbe anche dire che quando affondavano i bastimenti carichi di emigranti italiani (vedi canzone delle mondine "mamma mia dammi cento lire") nessuno piangeva, nessuno pubblicava montagne di articoli-marchetta sui giornali, niente foto, niente televisione e sopratutto non c'era nessuno che andasse al "soccorso peloso".

      Solo l'affondamento del "vapore" Sirio si portò via la vita di 1500 emigrati che aveva nelle stive. Ripeto la cifra, 1500 su una sola nave.
      Nave Sirio

      Ma tanto non serve ragionare con i "moralmente e intellettualmente superiori".

      Elimina
  9. non si rendono conto che faranno la fine CHARLIE le serpi uccidono prima gli "amici"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io osservo pulsioni sadiche, masochistiche e nichiliste sempre più evidenti. Una sorta di morbo di Alzheimer culturale.

      Elimina
    2. rassegniamoci uomo la fine arriverà e qui la gente capirà troppo tardi

      Elimina
    3. Ammesso e non concesso che rassegnarsi sia l'unica opzione, c'è modo e modo di rassegnarsi. C'è chi procede col seppuku, c'è chi si mette a pecora.

      Elimina
  10. Il punto è che puoi non essere favorevole senza rallegrarti della loro sofferenza fintanto che non tocca a te. E non è una cosa da poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che non è poco. perché Michele Giovannelli, UUIC, Lorenzo, keysmasher al posto di un curdo, di un eritreo, di un irakeno o di chiunque non possa scegliere tra il ballare il tango a Prato piuttosto che a Ravenna, coltivare le prugne o le pesche, comprare o non comprare una casa alla cooperativa di sinistra, farebbero, rischiando comunque tutto, di andare altrove.
      e direi che le loro aspirazioni sono enormemente superiori a quelle dei citati blogger.
      semplificare è semplice. semplicissimo se poi riguarda gli altri

      Elimina
    2. Francesco, magari tu sei convinto di scrivere chissa quale figata invece di una bambinata.

      Questa faccenda l'abbiamo già affrontata e ho cercato invano di farti capire che se io non sono eritreo, oltre che per ragioni geografiche è anche per ragioni storiche e cioè i miei antenati si sono fatti molto più il culo, sono stati tutto di più, buoni, cattivi, abili, maldestri, geniali, tonti, eccetera, degli antenati dell'eritreo. In altre parole, a me gli antenati hanno lasciato l'italia, all'eritreo gli antenati hanno lasciato l'Eritrea.

      Ma siccome voi compagnucci siete programmati come androidi per rinnegare gli antenati, ai quali invece di elevare preghiere di ringraziamento attribuite tutte le colpe dal Giardino dell'Eden ai giorni nostri, inclusi i vostri tarli delle tre categorie, non solo per voi è UN CASO che l'Eritrea sia una fogna, invece di essere colpa degli Eritrei ma siete intimamente convinti che l''eritreo abbia la "superiorità morale", sia in quanto "proletario" (quindi buono per definizione) sia in quanto "diverso" (quindi titolare di diritti speciali, a titolo di risarcimento).

      E vi sentite più fratelli dell'eritreo che degli antenati, perché ci sono buone possibilità che gli interessi delle tre categorie siano abbastanza vicini ai suoi.

      Semplificare p semplicissimo. Come la storia del povero profugo ivoriano e dei suoi governanti corrotti, senza sapere nulla del suo Paese.

      Elimina
    3. AlaCosa, il tuo commento palesa l'ennesimo caso di pensiero distorto.

      Non esiste nessuna correlazione tra constatare che:

      1. l'immigrazione è insostenibile (etnicamente, socialmente, filosoficamente ed economicamente)
      2. l'immigrazione puramente "metafisica", cioè che non si pone nessun vincolo quantitativo, può esistere solo se qualcuno moltiplica i pani e i pesci, cioè se le risorse sono illimitate, infinite
      3. l'immigrazione non è fenomeno casuale ma è provocata, organizzata, gestita, finanziata, propagandata, eccetera, di proposito, intenzionalmente, con un dispiego di risorse che i regimi totalitari del novecento potevano solo sognare nei sogni più sfrenati (leggi "1984").

      e il fatto che qualcuno si "rallegri delle disgrazie".

      Chi diavolo si rallegra? Siamo ancora nella allucinazione renziana degli "uomini contro gli animali", in una versione solo leggermente diversa. Chi applaude alla immigrazione è "uomo" perché dotato di anima e virtù morali (benedetto dal Signore) mentre chi non applaude secondo Renzi non è un uomo, secondo la tua versione è un pazzo maniaco che gode nel vedere soffrire gli altri.

      Ironicamente, siete voi ad essere palesemente malati (o nel caso di Renzi, estremamente cinici nella demagogia).

      Elimina
    4. Ti dimentichi i "godo come un riccio" e i "sono proprio contento" ed i "200 in meno" dell'Uomo quando ci sono i naufragi e annegano centinaia di persone. Io invece non me ne dimentico e fottesega se è una posa, se non crede a quello che dice, se gli serve a sentirsi più figo. È disumano e basta e a tanto mi attengo.

      Elimina
    5. Ma si, è lo stile "dannunziano" di UomoCoso. Quante volte gliel'ho detto che non funziona e che è evidentemente una posa, come altre che assume di tanto in tanto.

      Ma qui non si parla di UomoCoso contro il Resto del Mondo, Renzi non parlava di UomoCoso con la faccenda "uomini contro animali".

      AlaCosa, qualcuno qui ha praticamente dichiarato che la faccenda della immigrazione non viene pensata in maniera "razionale" ma in maniera puramente "emotiva". E deve essere cosi.

      Chi lo dice sembra partire da due assunti.
      Primo, che la "fede" abbia la supremazia sulla ragione. Parafrasando Renzi, la natura umana non è quella di valutare le condizioni e scegliere la linea di azione più sensata, deve essere invece quella di rispondere agli "Imperativi morali" a prescindere dalle conseguenze. Questo fa il paio con i deliri di Francesco su "vita, morte, eterno", per cui la immigrazione risponde anch'essa a "imperativi morali" a prescindere dalle conseguenze.
      Secondo, di avere il titolo per imporre il proprio "credo" agli altri, volenti o nolenti. E' sempre la solita storia delle fosse comuni riempiti coi nemici della Fede.

      Non dimentico niente, constato soltanto che più io insisto a volere ragionare sulle cose, più vengo respinto da un "campo di forza metafisica", che tende a riportare tutto a zero. Non importa la quantità di minchiate dette, scritte, fatte da tutti, dal Papa alla Boldrini, tanto la "emotività" è inattaccabile. Io posso dire/scrivere qualsiasi cosa a Francesco e lui mi risponderà sempre con un delirio "vita/morte/eterno" dentro il quale puoi contenere "n" universi, il loro contrario e c'è sempre spazio.

      Elimina
    6. AlaCosa, una volta la Chiesa chiedeva ai parrocchiani un obolo per sostenere i missionari, i quali andavano si a portare aiuto (relativo) agli indigeni di qualche posto esotico ma nello stesso tempo facevano (o avrebbero dovuto fare) apostolato e convertire. Adesso ai parrocchiani si chiede di portare la missione, inclusi gli indigeni esotici, in casa propria. Un po come se Papa Urbano, davanti all'espansionismo arabo, invece di dare il via alla riconquista, avesse esortato i Franchi ad accogliere gli Arabi nei loro castelli.

      Questo, oltre a dire qualcosa sul senso di una Chiesa che invece di convertire, si converte, dice qualcosa sulla differenza tra i Franchi del Mille e gli Italiani del Duemila.

      Elimina
    7. se anche fosse come dici, ma all'eritreo che un orizzonte di vita limitato (nel senso che anche a lui come a me e a te del lungo periodo non gliene frega un cazzo) sai cosa gliene impippa dei suoi avi. come suggeriva baffo vi servono le armi. solo che non so quanti siete, perché persino Salvini stasera da Cruciani (più o meno ore 18.50) ha detto che i siriani vanno accolti. con questa logica, pure gli eritrei. quindi duri e puri sarete, che so, diecimila ? ventimila? cinquantamila? ecco, qui sul blog di UUIC siete però in tanti. tu, UUIC, schiacciatasti, Michele Giovannelli e l'altro anticomunista di cui non ricordo il nome, a onor del vero, tu sei il più intelligente. anche se mi dai del coglione

      Elimina
    8. ah, io col cazzo che sono fratello dell'eritreo, sia chiaro.

      Elimina
    9. Francesco, mi devo sempre ricordare che sei malato.

      Quindi non capisci il nesso causa-effetto. Non capisci che a me non importa cosa pensa l'eritreo, per me non esiste l'eritreo, fintanto che non si introduce in casa mia. L'Italia è la terra degli italiani e gli Italiani sono coloro che hanno ricevuto l'Italia in eredità dagli avi. Non sono tutti quelli che mettono piede in Italia.

      All'eritreo che si introduce in casa mia, rispondendo alla "pulsione insopprimibile" o allo "imperativo morale" di impadronirsi delle cose altrui per migliorare la sua condizione, spetta semplicemente un calcio nel culo che lo rimandi da dove è venuto.

      Il problema è cosa fare con te e quelli come te, che pensano invece che io non abbia nessun diritto di rivendicare la terra degli avi, che l'Italia non sia la terra degli Italiani ma semplicemente una regione chiamata cosi e sono Italiani quelli che PER CASO ci abitano in un dato momento.

      Mi devo ricordare che sei malato. Non capisci che io decido per me stesso, non capisci che per me non esiste Salvini, una ciambella per uno che vede arrivare lo Tsunami, non esiste Cruciani, uno che campa facendo avanspettacolo cinico. Non mi interessa cosa dice il Papa, cosa dice Francesco, cosa dice Renzi, cosa dice chiunque.

      Mi tiri fuori i "Siriani", sapendo benissimo anche nel delirio della tua malattia, che quelli che sbarcano in Italia non vengono dalla Siria, vengono dall'Africa. Io qui intorno casa ho egiziani pizzaioli, cinesi parrucchieri e baristi, albanesi muratori, eccetera. NESSUNO di questi aveva "diritto di asilo" ma ne abbiamo incamerati dei MILIONI perché tu e quelli come te non fate differenze, CHIUNQUE ha diritto di venire in Italia senza chiedere permesso.

      Quindi oltre a non capire un cazzo, menti sapendo di mentire. A me fa male perché vorrei che tu non fossi cosi INADEGUATO.

      Io secondo te sarei "duro e puro" solo perché elenco dei fatti invece di sciogliermi in farneticazioni moraliste o emotive. Secondo te sarei uno "schiaccatasti", perché non ti obbligo manu militari a prenderlo nel culo come tu e i tuoi amichetti volete fare con me.

      Guarda, ci sono delle ragioni per cui non posso scrivere qui quello che potrebbe succedere e che tu, credimi, non vorresti vedere. Continuate a tirare la corda.

      Elimina
    10. Aggiungo solo una cosa ovvia, invece di menare il torrone coi "Siriani", che poi te non sai nulla, andiamo nel concreto: la signora Kyenge, ex ministro della Repubblica per grazia ricevuta, o meglio, per colore della pelle e necessità del PD di esibirla, non è venuta in Italia come "profugo".

      Cito:
      "Nata Kashetu Kyenge a Kambove, nella provincia congolese del Katanga da una famiglia benestante e numerosa di etnia bakunda (il padre, funzionario statale, era capo villaggio e aveva quattro mogli e 39 figli), dopo le scuole superiori decise di intraprendere gli studi di medicina"

      "Arrivò dunque in Italia con un visto di studio ospite di alcuni religiosi e di laici impegnati in attività di assistenza. Si stabilì provvisoriamente in un collegio di missionarie laiche a Modena, lavorando nel frattempo come badante per mantenersi."

      Profughi un paio di cazzi. Deliri psichedelici, menzogne, propaganda, sepolcri imbiancati.

      Elimina
    11. Più' sopra, da un commento di Lorenzo: constato soltanto che più io insisto a volere ragionare sulle cose, più vengo respinto da un "campo di forza metafisica", che tende a riportare tutto a zero

      No, appunto, e' l'indottrinamento che funziona da decenni.
      E il fatto magari che tu sei la prima voce (razionale, e non fanatica) che sentono fuori dal coro.

      Non viene recepito il fatto che sia impossibile muovere tali masse umane sotto spinte puramente "termiche" (e qui voglio dire: spontaneamente, senza alcun modo "attivo", una rete organizzativa che si prefigge di portarceli a forza per i propri scopi).

      Una volta capito questo, allora si puo' ragionare e continuare. Ma questo non viene di solito afferrato e meditato.

      A tua consolazione ti dico che ce ne sono parecchi altri che la pensano come te, che non sono fanatici e che considerano le cose da un punto di vista razionale. Solo che sono poco visibili, perche' l'informazione e' appannaggio degli altri che l'immigrazione la vogliono.

      Elimina
    12. ma parli te che vivi all'estero? e che hai un marito straniero ? perchè non te ne torni a casa tua?

      Elimina
    13. Francesco: mio marito su questo tema la pensa come me.

      Io non sono contro gli stranieri che emigrano REGOLARMENTE, come me e tantissimi altri di tutte le parti del mondo. Non sono nemmeno contro i musulmani: pensa, ho persino amici iraniani! Amicizie strette, non amicizie di convenienza.

      Io sono contro quelli che, in barba alle regole, si installano a casa mia, si prendono la mia casa, rendono invivibile la vecchiaia dei miei genitori che hanno vissuto una vita nel loro paese, hanno lavorato sodo e hanno pagato tasse su tasse.
      E sono contro quelli che, in Italia, mi dicono che va bene che debba essere così.

      Elimina
    14. poi come se l'Italia non fosse il prodotto di invasioni, di incroci, di mischioni, di migrazioni. con questa logica uno di Crema non potrebbe andare a vivere a Pandino. non parliamo dei napoletani, dei calabresi, dei siciliani che sono venuti nella tua Lombardia, che se non venivano non so come sarebbe potuto essere quello che è adesso. che poi, ripeto, io non intendo negare i mille ed anche più guasti che porterà questo tipo di migrazione. io dico che semplicemente NON LA FERMI. ma non è che non la fermi in Italia. non la fermi dappertutto. ed infatti in UK, USA, Francia per non parlare della Germania ci sono ben più migranti che da noi. per inciso, agli ultimi mondiali di atletica le medaglie vinte dalla Francia, UK e persino Germania è di atleti dalla pelle sicura. nella nazionale tedesca c'è Ozil, che è un turco, c'è Khedira, c'è Boateng. nell'Austria c'è Alaba. quindi Lorenzo, imbraccia 'sto cazzo di mitra e vai a fare la tua strage, che è l'unica cosa che puoi concretamente fare. te l'ho detto mille volte, questa è la milleunesima

      Elimina
    15. Prima cosa, Franceschino, BuluCosa vive in Turchia, posizione che, anche se lei cerca di non farlo, la mette in posizione di toccare con mano certi meccanismi medio-orientali.

      Seconda cosa, il marito di BuluCosa è europeo, con tanto di passaporto, casa e avi suoi propri.

      Sul tornare a casa, gliel'ho detto anche io e lei ti risponde che ha più opportunità professionali in Turchia. Questo dovrebbe farti pensare come siamo messi. E NONOSTANTE QUESTO, continuiamo ad imbarcare immigrati, senza sapere come faremo tutti a campare, loro e noi.

      BuluCosa, vedi il fatto è che la impossibilità di ragionare sulle cose non riguarda solo la immigrazione, riguarda tutto. Per esempio, se tu chiedi a qualche vecchietto "scusi ma lei lo sa da dove vengono i soldi con cui pagano la sua pensione?" il vecchietto ti risponderà meccanicamente con "io ho lavorato tutta la vita". A parte che in Italia ci sono milioni di pensionati che hanno smesso di lavorare a 40 anni e gente che non ha praticamente mai lavorato, è comunque impossibile arrivare alla conclusione ovvia che la pensione non è pagata con somme accantonate durante la vita lavorativa ma è pagata con le imposte e la conseguenza è che l'ammontare e la durata del vitalizio sono del tutto arbitrari, o meglio costituiscono una regalia concessa dai gruppi di potere che fanno girare la giostra in un dato momento.

      Altro esempio lapalissiano: ieri leggevo l'intervista a "mister gay" italiano. Ora, per me che uno si dichiari gay vale più o meno quanto uno che si dichiari elettricista. Ma la ragione collassa quando il suddetto dichiara "sogno di sposare il mio compagno e avere un figlio con lui". Eh? La espressione corretta dovrebbe essere "sogno di recarmi col mio compagno nella clinica "dottor Mengele" dove potrò scegliere tra gameti selezionati che verranno accoppiati secondo i miei desideri (genere, etnia), verranno prodotti un certo numero di embrioni, poi verranno impiantati in una o più donne che si prestino a condurre la gravidanza conto terzi e se non sarà necessario procedere ad una ulteriore selezione, alla fine mi verranno consegnati uno o più bambini perché io ne disponga". Se la stessa cosa l'avesse dichiarata un "ariano", impiccagione.

      Eccetera. Il mondo è tutto cosi.

      Elimina
    16. Francesco, menti come sempre. Oltre a non capire un cazzo, menti. Questa cosa è abbastanza fastidiosa.

      Ti faccio due esempi di menzogne, che poi non sono tue perché tu ti limiti a ripeterle:

      1. "migrante" contro "profugo".
      Lo sanno anche i sassi ormai che tra quelli che arrivano alle frontiere i "profughi" sono una minoranza. Arrivano però in una situazione che si divide in due, primo, abbiamo già "regolarizzato" MILIONI di immigrati che non avevano NESSUN TITOLO per restare, dalla signora Kyenge al pizzaiolo davanti casa mia. Secondo, la signora Boldrini e Bono (il cantante) propongono di estendere il concetto di "profugo" a chiunque abbia un problema qualsiasi a casa sua, che ne so, troppo caldo, troppo freddo, troppe zanzare, poco lavoro, eccetera.

      2. Tu non ti limiti a dire "non la fermi" (cosa palesemente falsa) ma ti presti, tramite parole e azioni ad agevolarla. Agevolare la immigrazione significa fare un gesto qualsiasi che avvantaggi gli immigrati. Dal votare PD a mangiare il kebab. Il "non la fermi" può essere vero solo in una condizione e cioè "per fermarla devi prima eliminare qualche milione di Italiani, quelli che cantano "Bella Ciao" e quelli che vanno a messa".

      Elimina
    17. mai mangiato il kebab in vita mia.

      Elimina
    18. Lo so che non ci arrivi, lascia stare. Ne potrai parlare con mio nipote quando imparerà a scrivere.

      Elimina
    19. Lorenzo Lorenzo.....sei un uomo intelligente, applicati di più e cerca di guardare le cose andando oltre il fastidio che si prova nel vedere una donna intabarrata al sarca (fastidio che credimi ho più io di te).....

      comunque per tua somma gioia (o forse no) sicuramente avremo la mano ferma (manu militari) nei confronti della migrazione, e non ci sarà da aspettare molto. è chiaro che sarà una guerra che vinceremo, stante la supremazia militare. sarà un pò come terminator, un pò come i figli degli uomini......

      Elimina
    20. Eppure a me sembra di essere chiaro.

      La "donna" può essere nuda o "intabarrata" ma se si trova al Sarca deve essere italiana oppure straniera munita di permesso. Una donna straniera non munita di permesso, che sia nuda o "intabarrata", deve essere espulsa dall'Italia.

      O cosi, oppure l'Italia non esiste se non come espressione geografica.

      La guerra, se ci sarà, sarà una guerra tra Italiani, con gli stranieri ad armare ed affiancare la parte che vuole ridurre l'Italia ad espressione geografica. In sostanza dovremo rivivere tutte le cose peggiori della Storia, come capita inevitabilmente se si vive a Paperopoli come Francesco.

      Francesco, domanda ma mentre corri ti si affaccia qualche pensierino sopra il livello "figa-cazzo" oppure l'encefalogramma è "piiiiii" piatto?

      Elimina
    21. Lorenzo, i confini li mettono gli uomini, la storia, le guerre. ci sono fior di pensatori che a distanza di 150 anni sostengono le ragioni del brigantaggio e hanno in odio i Savoia invasori ai danni dei legittimo borboni. che scrivono papelli polemici intitolati "in questa casa Garibaldi non ha dormito". che alla stragrande maggioranza di noi tutti sono emerite stronzate, soprattutto se inquadrate in ciò che è successo 150 anni dopo. ci sono italiani come te che raggiungono una erezione se ricevono un autografo da un campione africano che se anche munito di permesso di soggiorno toglie il lavoro ad un calciatore italiano.
      poi Lorenzo, impara a rispettare l'opinione altrui perchè credimi che non sta scritto da nessuna parte che le tue ragioni siano migliori di quelle degli altri. il tuo punto di vista ha una sua logica, il mio ha una logica legittima come la tua, nè più nè meno. il tuo peraltro è, in questo caso, forse più semplicistico del mio, che di solito io sono cintura nera di semplicità.....

      ps: che la donna del sarca abbia il permesso di soggiorno, in sè, non significa nulla.

      Elimina
    22. Sul piano logico ed etico quindi, i ragionamenti che facciamo, contro l'invasione, non fanno una grinza.
      Francesco, lo ha scritto anche Baffus, sopra: non è sul piano della logica, della scienza e conoscenza che viene giustificate o perfino auspicate queste migrazioni di massa.
      E' sul piano di una imposizione morale (che maschera spesso altri interessi) che avviene il processo.
      C'è una oligarchia che impone una morale che essa afferma essere giusta e la consegue, a dispetto di tutte le argomentazioni contro, per quanti dati, documenti, rifermimenti storici, e riscontri oggettivi tu possa fornire.
      Esattamente come in Val di Susa.
      L'oscurantismo e la forza bruta che si impongono.

      Alcuni qui, tra i quali pure io, non solo non riteniamo questa morale superiore, ma la riteniamo persino immorale, contraddittoria e lo spieghiamo, con logica, punto per punto.

      Come in Val Susa - trattandosi sempre di sopraffazione brutale - io affermo che ogni reazione (OGNI reazione) è eticamente non solo accettabile ma nobile.
      E' necessario aspettare il tempo che il dolore per il degrado della situazione superi il dolore per il cambiamento di stato, per intraprendere una reazione anche sul piano degli scontri.

      Ancora, non c'è nulla da inventarsi nel 2015, compresa Cassandra.

      Elimina
    23. Sì, Alahambra, io sono contento ad ogni invasore in meno.
      Scritto, detto, e ora lo ripeto.
      Non lo scrivo per sentirmi più figo, ma con raziocinio. Certamente l'esasperazione e l'odio che queste invasioni mi causano mi porta ad utilizzare una comunicazione emotiva che esprime il mio sentire.
      Ma non è per sentirsi figo, questo non c'entra nulla.

      Ogni invasore in meno io tiro un sospiro di sollievo.
      Se sono tanti godo come un riccio.
      Presente il Mors tua vita mea ?
      Sono una bestia, lo so. :)

      Elimina
    24. diciamo che mentre Lorenzo ha un pensiero lineare, il tuo è pieno zeppo di contraddizioni, cosa che si può riscontrare ad esempio quando citi la valle di susa e i no tav, dove probabilmente (anzi sicuramente) io e Lorenzo andiamo d'accordo contro di te. io però non credo che ci siano oligarchie che impongono alcunchè. io credo che prima ci sia la fuga (o l'invasione) e poi solo dopo sorga il pensiero di alcuni (gli oligarchi ?) su come eventualmente trarre giovamento dalla cosa. altra cosa dove il tuo/vostro pensiero è debole (debolissimo) è il "che fare ?". respingere l'invasione è una frase fatta che forse va bene ad acchiappare due voti in più (ma due, mica di più) ma intraducibile. lo stesso Salvini gli eritrei e i siriani come detto sopra li accoglierebbe senza se e senza ma. quindi che si fa, si bombarda i barconi? si manda anche noi gli aerei a bombardare l'isis? se non bastano gli aerei, come si sapeva, si manda la fanteria? facciamo una class action contro quei governi che hanno iniziato a destabilizzare l'area? ma magari non tu, ma Lorenzo di sicuro, e forse Michele Giovannelli ed altri quei governi li hanno votati, tipo Berlusconi che nel 2003 ha appoggiato l'invasione dell'Iraq da cui ricordo è nato se non tutto molto di ciò che oggi si sta vivendo.
      mandiamoli a casa loro..... inizia tu che a me viene da ridere, per parafrasare un famoso film.....

      Elimina
    25. "...i confini li mettono gli uomini, la storia, le guerre..."

      Stiamo parlando proprio di questo. Per cui non è affatto vero che si tratta di un fenomeno naturale, come le maree e che non c'è niente da fare. Le Nazioni si creano e si distruggono. Io vorrei conservare la mia, tu la vuoi distruggere, senza rendertene conto o di proposito non fa differenza, plain and simple.

      "... ci sono fior di pensatori ..."

      Questo per me è irrilevante, a differenza dei compagnucci io non mi alzo alla mattina aspettando che qualcuno mi dica che posso tirare fuori il bigolo per fare la pipi. Ognuno di noi, nei limiti delle sue possibilità, non solo è "pensatore" ma decide per se stesso. E anche questo non lo vuoi capire o non ci riesci.

      "... ci sono italiani come te che raggiungono una erezione se ricevono un autografo da un campione africano ..."

      Stiamo parlando di questo da quando siamo entrati in contatto. Ci sono milioni di Italiani che hanno la merda in testa. IL fatto è che pochi nascono cosi, la maggior parte viene "in-educata" apposta.

      "... poi Lorenzo, impara a rispettare l'opinione altrui perchè credimi che non sta scritto da nessuna parte che le tue ragioni siano migliori di quelle degli altri."

      Io devo imparare quasi tutto. Ma tra le cose che devo imparare non c'è questa. Infatti le mie ragioni sono "migliori" fino a quando tu non ne presenti altre che sono migliori delle mie. Se le mie sono "migliori", le tue sono "peggiori". O viceversa. Quello che non capita è che siano EQUIVALENTI, infatti le tue non valgono nulla fino a che non rendono nulle le mie (o in qualche maniera si integrano).

      Anche questa pappardella l'hai solo ripetuta, non è farina del tuo sacco. Con queste cose ci sei cresciuto, non è colpa tua.

      "ps: che la donna del sarca abbia il permesso di soggiorno, in sè, non significa nulla."

      Oggi come oggi non significa nulla, grazie ai compagnucci. Ma questo dipende dal fatto che i compagnucci vogliono che l'Italia sia una espressione geografica e non una Nazione.

      Quello che resta da vedere è se il processo è irreversibile o meno. La espressione geografica fu usata più volte nella storia, da Dante a salire, l'ultima volta è stato prima delle "guerre di indipendenza".

      Come dicevo, toccherà rifare tutto, dal medioevo alle cinque giornate di Milano. Io spero che all'inferno ci sia un girone apposito per i compagnucci.

      Elimina
    26. se le tue ragioni fossero le migliori, tutti ti verrebbero dietro come un moderno gesù o rockstar. saresti ricco, famoso e pieno di figa. non risultandomi ciò, difficile pensare che sia così :-)

      Elimina
    27. Ah aspetta: è colpa di Berlusconi. Adesso tutto torna, sto vivendo l'epifania, vedo la storia scorrere all'indietro fino all'istante della creazione.

      Se fossi credente, basterebbe un Francesco a farmi perdere la fede.

      Elimina
    28. Io non ho detto che le mie ragioni sono "migliori" in assoluto, sono migliori delle TUE.

      Pirla.

      Elimina
    29. > respingere l'invasione è una frase fatta che forse va bene ad acchiappare due voti in più (ma due, mica di più) ma intraducibile

      E' intraducibile se si crede che tutto debba essere incruento.
      Voi semplicemente escludete che si possa usare la forza (a livelli diversi, come succede quotidianamente da parte delle forze di polizia in tutti i paesi del mondo).
      Ovviamente, se non si può usare la forza, è intraducibile (avevo già delineato un primo insieme di 10 misure che, sebbene non siano te e pasticcini, inizialmente non sono cruente anche se certamente lo possono diventare).
      Ma ciò è fuori dalla vostra mente inetta.

      > il tuo è pieno zeppo di contraddizioni, cosa che si può riscontrare ad esempio quando citi la valle di susa e i no tav

      Francesco, la mia pazienza ha un limite.
      Perché ho sempre sottolineato che
      1 - i valsusini sono padroni a casa loro
      2 - che è stato fatto uno studio fin troppo esagerato sul non-sense di quell'opera a cui si risponde, ancora una volta, con una morale marcia basata sul progressismo positivista, sul pregiudizio positivo privo di ogni riscontro scientifico, ingegneristico, economico, trasportistico,

      Quindi non c'è alcuna contraddizione e la mancanza assoluta di argomentazioni sono quelle dei Sì Tav senza se e senza ma.
      Più o meno la stessa merda dell'accoglienza senza se e senza ma.

      Elimina
    30. > se le tue ragioni fossero le migliori, tutti ti verrebbero dietro come un moderno gesù o rockstar

      Ma scusa, Francesco, da quando in quando il mondo funziona così?

      Mah.

      Elimina
    31. Nel mondo di Francesco funziona cosi.
      Ha avuto però il riflesso condizionato di non scrivere "tutti di verrebbero dietro come un moderno Lenin".

      Dove per "tutti" si intende sempre le due categorie, la terza sta dietro il palco.

      Elimina
    32. il non-sense è mettere insieme valsusa ed immigrazione. non c'entrano meno di niente.

      hai ragione quando parli di uso della forza come opzione. mi pare pure di averlo scritto. chi comincia? perchè qualcuno ha anche cominciato e non ha fatto tanto bene (Lorenzo, puoi fare anche spallucce, ma dovresti sapere benissimo che andare contro Saddam. Gheddafi, Assad non è stata una grande idea, e non è certo colpa dei compagnucci. per cui vedi che le tue ragioni non sono così migliori del pirla quale io sono).

      il mondo poi funziona così da sempre UUIC, si chiama consenso, che non mi pare concetto così di poco conto.

      Elimina
    33. dai Lorenzo, che qui tra noi tre sono io il meno leninista....

      Elimina
    34. ah ricordo poi che Berlusconi si scopava una zoccola egiziana minorenne. ah no, non era egizana, era marocchina ! :-)

      Elimina
    35. Tu sei legato con una corda ad un palo e non puoi fare altro che girarci attorno. Che la corda sia corta o lunga, non cambia la sostanza delle cose. Giri sempre attorno a quel palo.

      A proposito dei compagnucci, il tuo amichetto Dalema si vanta ancora dei bombardamenti che ha ordinato sui Balcani. Un mio collega una volta disse "chi è senza peccato..."

      Elimina
    36. > il non-sense è mettere insieme valsusa ed immigrazione. non c'entrano meno di niente

      Fai il finto tonto.
      Il senso (che forse non piace a te, ma ha una logica che ho affrontato in decine di pagine) è
      o - sovranità territoriale locale
      o - decrescita
      o - sostenibilità
      o - modello di sviluppo
      o - corruzione (sistema Incalza - Perotti, etc.)
      o - ...

      Ho anche scritto che trovo orribile la demagogia dirittista del movimento No Tav che ha tirato a sé i vaneggiamenti "il mondo è di tutti", "diritto alla casa" e altre idiozie del genere.

      Elimina
    37. bene, se lo si è fatto nei balcani lo si può fare anche a Raqqa. ci stiamo ?

      (io sono d'accordo ad esempio, e voi ?)

      Elimina
    38. UomoCoso anche te però fai il finto tonto perché sai benissimo che qualsiasi ragione avesse la protesta NoTAV è stata seppellita appena sono entrati in gioco i compagnucci.

      Che poi è il tuo problema personale, tutti i tuoi ragionamenti sono inficiati dalla eterogeneità delle tue esperienze, che confluiscono in un insieme incoerente e a tratti pesantemente fallato.

      Elimina
    39. http://www.analisidifesa.it/2015/09/londra-e-parigi-alla-guerra-di-siria-ma-contro-chi/

      un contributo interessante

      Elimina
    40. Cosa c'è di interessante? Si può interpretare solo in due modi: o chi prende decisione a nome della Nazioni è un cialtrone incapace, un venditore di Folletto porta a porta, oppure risponde alle famose "elite sovranazionali" e quindi azioni apparentemente prive di senso ne assumono uno se inquadrate in un disegno su scala mondiale e proiettato nel futuro in un arco di decenni.

      Se vogliamo andare sul tecnico, senza occupare fisicamente l'area in questione non si risolve assolutamente nulla. Escludendo la "truppe di terra" perché sarebbe una forza di occupazione si esclude la possibilità di determinare gli eventi presenti e futuri. I bombardamenti possono solo favorire una fazione locale a scapito di un'altra, coi risultati che ormai dovrebbero essere chiari a tutti.

      Ricordo a tutti che il problema nostro non è la Siria, che va di moda, ma le coste dell'Africa in particolare la Libia, da cui ci vengono lanciati contro migliaia di immigrati ogni giorno e tra l'altro li dobbiamo traghettare a spese nostre. Tempo fa Renzi si era lanciato in piani imperiali di "mare nostrum" con distruzione dei natanti usati dagli scafisti e blocco navale, per poi risolvere tutto in una smorfia e una risata, continuando con il più consono "salvare delle vite", le vite che poi finiscono nelle parrocchie, come sotto.

      Invece di bombardare la, bisognerebbe bombardare qua.

      Elimina
    41. I francesi non so se abbiano ancora capito che l'operazione di assassinare Gheddafi (per metterlo nel culo all'Italia) sia stato scoperchiare il vaso di Pandora.
      Guerra contro chi?
      In realtà non si va alle cause ovvero alla straordinaria e folle sovrappolazione siriana e al deficit di risorse (a partire dall'acqua) che ha condotto alla miseria prima e poi alla guerra civile.
      I siriani sono il 217% di quelli che dovrebbero essere, a tenore di vita basso (se volessero vivere come gli occidentali, probabilmente si arrivere a valori come 900% o 1000%).
      Ma, ancora, questo andrebbe contro un'altra credenza suicida, quella della crescita infinita ed esponenziale in un mondo finito.
      Comunque sono stupidaggini: sono da anni che è noto che la conquista dell'Europa sarebbe avvenuta "coi ventri delle loro donne", tanto per citare un islamico magrebino. E infatti è ciò che sta avvenendo.
      Francesco, mi sembra che tu sia ancora fermo all'idea di guerra militare e ignori le altre, forse perché lenitivo.

      Lorenzo, i compagnucci hanno fatto una mossa tattica: per attirarsi consenso, hanno spinto sulla demagogia e lo hanno fatto col loro modo di sinistra.
      Dal punto di vista ideologico, invece, ho sempre considerato patologica il silenzio, le omissioni della Lega.
      Ma anche la Lega - e pure tu - a volte siete antagonisti a prescindere, a vostro modo :- se lo fanno quelli là a sinistra allora noi facciamo e vogliamo il contrario.

      Elimina
    42. Come sempre contesto la tua affermazione: fammi un esempio in cui io sono stato "antagonista a prescindere".

      Attenzione che se non lo fai, siccome questo automatismo da due soldi comincia a starmi sui coglioni, comincio a usare gli stessi epiteti che uso con Francesco quando scende sotto una certa soglia.

      Oltre a chiederti di dimostrare dove sono stato "antagonista a prescindere", ti chiedo anche di dirmi dove io ho scritto che mi adeguo alle tesi o alle azioni della Lega o di un altro movimento politico o ideologico.

      Questa associazione (il "noi) la fai tu per ragioni tue, io ho sempre detto che decido per me stesso e che non mi interessa niente di Salvini o di chiunque altro, quindi non c'è nessun "noi".

      Ipotesi: sei legato allo stesso palo di Francesco, solo la corda è di lunghezza diversa.

      Elimina
    43. > "la protesta NoTAV è stata seppellita appena sono entrati in gioco i compagnucci"

      Quella lotta è da sostenere sì o no? Se sì perché? se no perché?
      Se tu invece osservi che su quella lotta si sono inseriti vari movimenti di sinistra, allora il tuo antagonismo antisinistra ti fa perdere il lume della ragione.

      Ho citato la Lega perché è l'unico movimento che ha una componente no global sì local e qualche traccia di localismo, concetti che ho molto a cuore.
      Non mi interessa Salvini o altro, anche io ragiono con la mia testa e non con quella di altri/altro.

      Elimina
    44. dai non litigate, vogliatevi bene. sennò sembrate due coglioni. :-)

      (andrebbe fatto un libro su voi due: la fenomenologia di Lorenzo e UUIC)

      dai su, che l'importante è il tango, la corsa e per Lorenzo non so..... :-))

      Elimina
    45. Ne abbiamo già parlato allo sfinimento. Uffa che noia ogni volta resettare tutto a zero.

      Prima cosa, cosa è una Nazione e come organizzare lo Stato. Tu sai come la penso, cioè che idealmente sarei un anarchico libertario. Per cui lo Stato dovrebbe essere ridotto ai minimi termini, minimissimi. Ma cosi non è, il nostro Stato è il risultato di stratificazioni "centraliste", a partire dallo Stato giacobino/napoleonico a salire.

      Seconda cosa, la democrazia. In uno Stato de-centralizzato, ognuno è "libero" perché può decidere per se stesso e assumere le responsabilità delle proprie decisioni, cosa che avevo semplificato con la metafora dell'alzare la mano, indossare la corazza e marciare verso Maratona. Nel nostro Stato fascista-sovietico, il cittadino invece è servo. Non a caso esiste l'espressione "servitore dello Stato" che non vuole essere un insulto, è un merito.

      Terza cosa, la TAV "lotta da sostenere". Si tratta di una linea ferroviaria. Io ne avrei fatto tranquillamente a meno. Ma avrei fatto tranquillamente a meno della pattumiera che trasportano, a spese mie, dal Sud verso gli inceneritori lombardi, di cui diversi sono poco distanti da casa mia. Allora qualcuno mi deve spiegare perché io devo essere obbligato a respirare la merda degli altri ma in ValSusa non devono essere obbligati al passaggio della ferrovia.

      Quarta cosa, i compagnucci. La TAV per loro è solo una scusa, come l'EXPO a Milano, come infinite altre prima, per fare contente le prime due categorie. Agli idioti assistiti si promette lo stipendietto e la pensioncina o una occasione per reclamare stipendietto e pensioncina, agli eterni adolescenti un altra occasione di fare il diavolo a quattro senza costrutto. La terza categoria sta su entrambi i fronti, alcuni stanno dietro i "manifestanti" e li sobillano perché tirino pietre alla Polizia, altri stanno al governo e mandano la Polizia a manganellare i primi. L'hanno sempre fatto, da quando ho memoria.

      Tutto questo non vedo come si traduca nel "perdere il lume della ragione". Casomai sei tu che non hai il "lume della ragione" quando non capisci che la TAV è storia, il tempo per passare oltre è scaduto da un po'.

      Io potrei dare retta a Salvini se si presentasse in TV indossando una mimetica invece che una felpa con scritto "W la Figa". Ho detto tutto.

      Elimina
  11. http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=15531

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri leggevo un articolo di Severgnini, una delle persone che mi repelle per le sue pose da "uomo di mondo".

      Ad un certo punto butta li la stessa osservazione che avevo fatto tempo fa, cioè i Tedeschi cantano lo "inno alla gioia" quando vedono i "profughi" e sputano per terra quando vedono i Greci.

      Questo è un fatto. Adesso si dovrebbe andare ad esaminare le cause. Severgnini ne fa un discorso confuso di moralismo protestante. Che magari potrebbe avere un senso nel giustificare una "direzione generale" in cui si muovono i Tedeschi. Ma d'altra parte è palese che ai Tedeschi, come agli Italiani e a tutti gli Europei, viene praticato il lavaggio del cervello dalla nascita alla morte, basta guardare la cosiddetta "informazione" con un minimo di distacco. E questo lavaggio del cervello, come dicevo sopra, riguarda qualsiasi aspetto della vita, dalle tasse alla merenda.

      Un aspetto veramente ridicolo è che nessuno si domanda cosa c'è dietro e cosa c'è davanti. Per esempio, nessuno si domanda perché si bombarda in un posto, perché se ne invade un altro, come mai una "rivoluzione gloriosa" poi si rivela una guerra di religione o uno scontro tra gang rivali, nessuno si domanda perché un posto e un Popolo sono migliori di altri, nessuno si domanda se i Palestinesi verranno in Europa alla prossima messa in scena dell'eterno conflitto israeliano, nessuno si domanda quante guerre ci sono e ci saranno e quanti "profughi" verranno in Europa.

      Poi leggo "Merkel dichiara - cambieranno il volto della Germania, integriamoli!" Il corollario è che il "volto della Germania" sarà cambiato IN MEGLIO. E uno si dovrebbe chiedere "ma se questi a casa loro hanno combinato un merdaio, perché dovrebbero cambiare in meglio la Germania?" Ma, dato il lavaggio del cervello, nessuno se lo chiede.


      Elimina
  12. Accettare o recriminare su eventi come l'immigrazione, da qualsiasi parte provenga o sia diretta, e qualunque sia la dimensione in numeri dell'esodo; nonchè le tante teorie che hanno la pretesa di spiegare ecc. Non sposterà di un millimetro la cruda realtà che avanza: Potrai deviare il corso dell'acqua, potrai allargare la fogna per la cacca, ma non potrai mai fermare l'acqua sintanto che non avrà raggiunto il bacino dove fermarsi...e non è detto che debba essere solo l'europa.
    Non chiedo spiegazioni nè alla morale, nè al razionalismo...I vari interventi hanno le loro ragioni recriminanti, tuttavia per dirla con te UUIC, è in discussione da diversi anni:dai latinos, vikinghi, terroni ecc. che il mondo è in discussione a causa di pochi a scapito dei tanti...che tutto ciò che continuiamo a immolare sull'altare del progresso a scapito della vivibilità del pianeta ecc, cominciamo a pagarlo con gli spostamenti e la ricerca di spazi nuovi da parte di chi dovrà ereditare questa situazione ecc.

    Va bè, mi fermo, questi tipi di discussioni non hanno fine...e non serve offendere chi la pensa diversamente, ti pare?

    Buon proseguimento UUIC...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Discorso senza senso, come al solito.

      L'acqua è un elemento chimico che è soggetto alle leggi della fisica. Quindi, osservando il mondo fisico e ragionando sulle cose, non solo si può incanalare l'acqua per farla andare dove si preferisce, si può anche sfruttarla in vari modi, per esempio per fare girare la ruota del mulino che a sua volta aziona la macina.

      Che è una cosa un po' diversa rispetto a pisciare in testa a qualcuno e dire "sai, l'acqua non la puoi fermare", oppure farsi le seghe mentre un torrente tracima e si porta via casa tua.

      Il difetto di UomoCoso, oltre le sue pose decadenti, è l'ecumenismo.

      Elimina
    2. Come al solito capisci solo quello che ti fa comodo per insultare. Ti spiego, e per l'ultima volta; i migranti metaforicamente rappresenterebbero l'acqua...e come l'acqua troveranno sempre la via di fuga; ma sembra che lei signor Lorenzo non è fatto per cogliere le metafore.

      Buona giornata e buone cose.

      Elimina
    3. Eppure anche qui mi sembra di essere chiaro: NON E' VERO che l'acqua trova sempre una via di fuga.

      L'acqua è un elemento naturale e noi dominiamo la "natura" tramite la tecnologia da centinaia di migliaia di anni. Costruiamo macchine che scendono sul fondo degli oceani e macchine che si muovono nel vuoto dello spazio.

      L'acqua è una delle prime cose che abbiamo imparato a dominare, le prime civiltà urbane si fondavano sulla costruzione di un sistema di canali per irrigare i campi e quindi produrre un surplus di risorse alimentari che appunto rendevano insieme possibile e necessaria la città murata.

      Parlare per metafore non ti evita di capire di cosa stai parlando.

      Elimina
    4. La metafora dell'acqua, Daoist, è infelice. Perché l'acqua si può fermare, anche in quantità enormi, come è stato fatto da sempre, con bacini idroelettrici sempre più grandi.

      Lorenzo, io sono onorato di avere qui la saggezza pacata e taoista di Daoist. Egli porta il dono di millenni di ricerca e di filosofia, da una cultura, quella cinese, che è forse l'unica che si è posta degli obiettivi a medio termine di sostenibilità e autonomia (indipendenza o autarchia).
      Lo so, per le cose buone sono ecumenico.

      Elimina
    5. Se per "saggezza" intendi mettere in fila un caleidoscopio di parole a capocchia in frasi involute per poi finire con un concetto sbagliato, allora va bene.

      Tu puoi fare il gioco delle tre scimmiette quanto ti pare, 2+2 fa sempre 4.

      Elimina
    6. Visto che alla fine ricade sul solito "concetto" preconfezionato e distribuito sulla folla dalla altrettanto solita propaganda accoglientista (che l'ha costruito ad arte per i suoi zozzi interessi) direi che tanta saggezza e tanta ricerca, se ci sono, non si notano.

      Elimina
    7. Attenzione prego: quando si dice che l'acqua scorre e non la puoi fermare, si parte dalla premessa che i "migranti" siano l'acqua e noi siamo il cesso pieno di merda dove l'acqua scorre.

      Cioè, tutto questo parte da una serie di complessi masochistici e auto-distruttivi, è tutta gente che non vede l'ora di prenderlo in culo. Ma con meditazione e filosofia orientale.

      Elimina
  13. Leggevo, stamani, che mi sono svegliato prima della sveglia, i commenti ultimi.
    Ho usato, sopra, la metafora del morbo di Alzhaimer a livello di cultura, una sorta di senescenza e di incapacità di reagire a mutate condizioni.
    A me piace guardare a scienza e conoscenza.
    E chi ha studiato, meglio di altri, il collasso delle culture, come Jared Diamond, ha osservato quali sono i fattori che le fanno collassare.
    In particolare, uno tra i cinque principali, è costituito proprio gli anacronismi morali, lo stallo dovuto a sistemi di credenze, filosofici e religiosi che portano all'incapacità di reagire con misure efficaci a mutate condizioni. Gli altri quattro, che (purtroppo) l'Europa tutta condivide sono
    o - mutamenti climatici
    o - sovrappopolazione
    o - rapporti conflittuali con popoli vicini
    o - interdipendenza
    )

    Osservare la soccombenza ne peggiora gli effetti.
    Un amico alpinista ci faceva ridere con una perla di filosofia, buttata lì a mo' di battuta goliardica :- Beati voi che non capite un cazzo!

    Il prossimo libro, acquistato da mesi - prima devo finire il lavoro ultimo di Hesse - è Sottomissione di Houellebecq.
    Sarà gettare benzina sul fuoco di questa orribile consapevolezza di essere quasi impotente rispetto allo tsunami migratorio e di osservare un generale rassegnazione se non gaudio rispetto a quanto sta accadendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "te si che vai bene
      che non capisci un cazzo"

      Da sempre è il mio motto.

      Il fatto è che le persone che non capiscono veramente un cazzo sono una minoranza. La maggioranza invece è come Francesco, che ha la percezione che ci sia qualcosa sopra al suo livello, ha la percezione che con uno sforzo ci potrebbe arrivare ma è stato cosi "in-educato" per tutta la vita che rimane intrappolato nella ripetizione infinita degli stereotipi che gli hanno inculcato. Un po' perché ha una mente anchilosata, un po' perché ha paura di saltare, di lasciare l'utero rassicurante dei suoi stereotipi predigeriti.

      Quindi bisognerebbe dire:
      "te si che vai benino
      che hai sempre un luogo comune da ripetere per ogni situazione"

      UomoCoso, ti faccio presente che la caduta della nostra "civiltà" è esattamente quello che un D'alema si propone come obbiettivo. E' tutta la vita che va in giro a predicare esattamente quello. Lui lo fa con l'ottica della terza categoria. Per le prime due, significa la promessa della resurrezione, prima devi morire per ottenere i fiumi di latte e miele.

      Elimina
  14. Attenzione prego, mettersi comodi e leggere ATTENTAMENTE questo articolo:
    *** Via dalla canonica ***

    Ci sono cosi tante implicazioni in ogni riga che mi viene il mal di testa, lascio ad ognuno le proprie valutazioni. Tranne Francesco che ha già tutto pronto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei obsoleto, non capisci nulla.
      Non si possono mica ascoltare le voci del popolo.
      Qualcuno deve decidere sopra di esso.
      Sei una bestia, Lorenzo.

      Elimina
    2. Sulla mia bestialità non ci piove. Ne vado oltremodo fiero, qualora non si fosse capito.

      Ma nell'articolo, leggendo tra le righe, c'è moltissimo.

      Elimina
    3. bah, il Veneto è da sempre la regione che ospita più immigrati. c'è poco da valutare, sono molto meno razzisti di quanto non si creda.

      Elimina
    4. Francesco, ti chiamerò Frankenstein, abbreviazione per "la creatura costruita in laboratorio dal dottor Frankenstein con pezzi di cadaveri di vecchi comunisti".

      Io vorrei sapere dove vedi il "razzismo" in tutto questo. Dai, resto in attesa, fammi capire.

      Elimina
    5. sei troppo annebbiato oggi Lorenzo, beviti una tisana che ti ristabilisce l'equilibrio

      non c'è assolutamente razzismo nel comportamento delle persone del posto, c'era una velata ipotesi di razzismo nella tesi dell'articolista. io dicevo, visto che conosco tantissimi veneti, che a mio giudizio sono decisamente meno razzisti di come li dipingano

      Elimina
    6. si si, ti ci vuole una bella tisana ed una sana immersione in mezzo alla gente normale Lorenzo, ascolta un cretino

      Elimina
    7. razzismo, razzisti

      Il razzismo non c'entra nulla, essendo problemi di scala, di numeri.
      Se prendessero dieci delle persone a te più care e te le cacciassero "senza se e senza ma" a casa tua, dopo qualche manciate di ora inizieresti a diventare via via più intollerante, nervoso, arrabbiato, insofferente.
      La razza o altro non c'entrerebbero assolutamente nulla: magari potrebbero essere perfino tuoi parenti, il tuo sangue e tu sclereresti in poco tempo.

      E' così rozzo il linguaggio della retorica di voi contras della resistenza anti invasione. Rozzo e quasi sempre falso, sbagliato.

      Con queste premesse, non posso che emulare gli afroamericani che si chiamano negri e mi dichiaro e bestia e neorazzista!

      Elimina
    8. La "gente normale" mi fa schifo, non l'ho detto e ripetuto?
      L'immersione tra le "gente normale" è come fare un bagno nella merda.
      Ti ho anche detto che la maggior parte della gente non nasce cosi, ci diventa grazie al lavaggio del cervello incessante. Basta guardare non dico il sito di Repubblica, è sufficiente quello del Corriere.

      Forse non hai capito: la "tesi" dell'articolista è quella che può avere uno che si prostituisce lavorando per Repubblica. Fa parte delle cose che uno dovrebbe "leggere" nell'articolo. Quello che tu mi dovresti spiegare, visto che dici che non esiste razzismo nelle persone del posto, è perché l'articolista di Repubblica (e, per inciso, del PD, della Kyenge, eccetera) insistono su questa tesi. Poi mi dovresti spiegare il contenuto generale dell'articolo alla luce della tua metafisica "vita/morte/eterno".

      Sempre in attesa.

      Elimina
    9. no, per questo post mi basta, ho già dato anche troppo.

      quindi la chiudo lì.

      nella consapevolezza che se stare in mezzo alla gente normale ti potesse garantire uno stipendio da 3.500 euro (netti) al mese tutta la tua schizzionosità verso il genere umano ti passerebbe. ti andrebbe bene anche un capo senegalese e musulmano che ti insulti dieci volte al giorno.

      ciao ragazzi, un abbraccio !

      Elimina
    10. Non tutti hanno la stessa propensione alla prostituzione, Francesco, e non tutti attribuiscono al denaro lo stesso valore.

      Elimina
    11. Un po' mi rattrista pensare in cosa consiste la "normalità" di Francesco.

      Elimina
  15. Si parlava ieri di una certa foto e di quanto avrei dovuto impietosirmi, magari sentirmi in colpa, se non fosse che sono una bestia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ssst, non dire queste cose a Francesco, non vorrei che gli venisse un aneurisma, convinto com'è che sia tutta una questione di poveri campesinos affamati.

      Elimina
    2. I compagnucci e i fondamentalisti del polticamente corretto sono così arabbiati con il loro compagno socialista Assad brutto cattivo cacca diavolo.
      Cosa scrivevo: così antagonista da essere antagonisti a loro stessi.

      Arme di fabbricazione statunitense e direttive USA contro Grecia e Russia. Divide et impera, tanto le conseguenze poi ricadono su quei babbei di europei. Anzi, così frammentiamo un bel po' pure loro.
      Armi di migrazione di massa, per citare il papero indicato da Michele Giovannelli.

      Elimina
    3. Le armi si comprano e si vendono come le saponette, il luogo di fabbricazione non significa nulla. Anche questo è un automatismo banale e inutile.

      Infatti non sono le armi il problema. Il problema è che si creano e si distruggono i "regimi" o le "bande" per motivi che noi, dipendendo dalla "informazione" fatta solo di marchette e direttive dall'alto, non possiamo ne conoscere ne interpretare.

      I fatti citati nell'articolo, cioè i documenti falsi, il fatto che tra gli immigrati ci siano dei tagliatori di teste, eccetera, sono cose intrinsecamente vere. I documenti falsi li producono in quantità enormi anche a Napoli e basta avere entrature nella malavita che non fa differenza se i documenti sono per un'auto rubata, per una tonnellata di Semtex o per 10 tagliatori di teste. I tagliatori medesimi viaggiano senza nemmeno avere bisogno di documenti falsi, se sono già registrati come "regolari" in un qualsiasi Paese UE. Come nel caso della Francia, solo dopo che hanno ammazzato qualcuno si scopre che erano su qualche lista di sospettati. Quello che non viene detto è che non sono stati intercettati perché la lista dei sospettati include MILIONI di immigrati e dei loro figli, tutti bombe pronte ad esplodere. Non si può dire perché va contro la favoletta della "integrazione".

      Tradizionalmente l'Italia ha una diplomazia con gli arabi che prevede un accordo tipo "voi non tagliate teste in Italia e in cambio vi facciamo andare e venire come vi pare, trasportare armi ed esplosivi, eccetera". Adesso però, senza la faccenda della Cortina, l'Italia è del tutto periferica e non ha più molte carte da giocare.

      Elimina
    4. Documenti falsi e altre piacevolezze sono la ciliegina sulla torta. Il motivo per il quale ho segnalato la pagina era puntare il dito sul modo in cui è stata falsificata ad arte una foto strappalacrime per motivi di propaganda, usando come strumento il cadavere d'un bimbo trascinato in qua e in là per costruire la menzogna più adatta ai propri luridi scopi. Il tutto messo in atto da compari di quella stessa gente che finisce poi per dare delle "bestie" agli altri perché peccherebbero di doti morali. Davvero, di cosa stiamo parlando?

      Elimina
    5. Ho letto il raccapricciante articolo in merito alla canonica, e per qualche ragione m'è tornato alla mente un certo recente incendio verificatosi in Germania in situazioni analoghe (anche se, in quel caso, le canoniche non c'entravano).

      Tra le badilate di cafonaggine carognesca emersa dall'articolo, il top sul momento mi sembra: "certamente oggi obbedirebbe al Papa". Penso che se fossi stato uno dei parenti, presente di persona, avrei avuto una reazione di estroflessione salivare.

      Elimina
    6. La cosa veramente raccapricciante è che Francesco, una personacina con un certo livello di istruzione, che vive a Milano non in un buco di culo in Calabria, nell'articolo della canonica ci legge il "razzismo" (tanto o poco) dei Veneti.

      La reazione salivare sarebbe momentanea e inutile. Invece si potrebbe cacciare il prete e la Chiesa dal paese. Questa gente che ci considera schiavi meriterebbe di essere riportata a miti consigli.

      Elimina
    7. Eh! Lorenzo! I sogni son desideri. Certo che cacciare prete e Chiesa sarebbe meglio, ma servono certi "muscoli" che neanche questo qui nei suoi momenti d'oro ce n'aveva abbastanza!!! Dal che la sputazza, almeno come momentanea espressione di democrazia dal basso.

      P.S. Sono stato sgrammaticato di proposito.

      Elimina
    8. Io pensavo piuttosto a qualcosa di questo genere: Questa è VALLE DI CASTELGOMBERTO !!!

      Elimina
    9. Sparta, Leonida, ... già.
      Esattamente in direzione opposta: diventare miserabili zerbini e vendersi per un piatto di lenticchie.
      Ecco, ad esempio, stupido conteggio delle lenticchie di Federico Fubini.

      Elimina
    10. Sì, Lorenzo, ho capito. Ci sono alcuni razionalissimi impedimenti, tipo che i pozzi oggidì sono più che altro tubi di 8 o 10 cm di diametro piantati nel terreno. Per fare qualcosa come quella che riporti occorrerebbe prima lavorare per ore col tritacarne, quindi lavorare per ora con candeggina e strofinacci. Un lavoraccio che non ti dico!

      Elimina
    11. Il signor Fubini è uno dei tanti che si prostituiscono secondo le modalità descritte sopra da Francesco.

      Non fosse cosi, dovrebbe partire dalle statistiche che dicono come gli studenti italiani, in particolare del Centro e sopratutto del Sud, siano sotto o molto sotto la media degli studenti europei.

      Uno che non si prostituisce, prima di scrivere un articolo sulla necessità di attirare gli immigrati istruiti, dovrebbe scrivere della necessità di dare una istruzione decente agli Italiani.

      Ma poi dovrebbe anche scrivere del fatto che nella Pubblica Amministrazione si assume gente semi-analfabeta, che gli Italiani che faticano a capire un testo scritto di media complessità sono circa il 70-80% e tante altre belle cosettine.

      MrCoso, un calcio lo puoi sempre dare, anche se dietro non c'è un abisso. Male che vada devi reiterare il calcio più volte, finché il messaggero dei Persiani non torna da dove è venuto.

      Elimina
  16. Ad Alahambra invece vorrei dire che se all'eventuale scippatore che le stesse sottraendo quei sei mesi di paga appena prelevati in banca (trascinandola per buona misura per qualche centinaio di metri sull'asfalto) venisse un coccolone sui due piedi, assai probabilmente proverebbe sollievo se non addirittura un po' di soddisfazione. Questo per non voler portare alla mente ipotesi più... ehm... "incisive" modellati su eventi che la cronaca ci sbatte in faccia quotidianamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando le condizioni ambientali spingono l'emotività anche solo un poco l'ordinnario, i comportamenti cambiano.
      I filtri culturali, dell'educazione, delle convenzioni perdono efficacia e si ritorna ai comportamenti del nucleo (i biologi direbbero a quelli dell'etologia).
      Poiché nel politicamente corretto, nella nostra educazione "aperta alla vita", "umana"(non bestiale, ... ci sono vari modi di dire, più o meno buffi e strani qui) non sta bene che si goda per il fatto che qualcuno (il nemico) sia crepato, ecco che la franchezza deve soccombere alle buone maniere.

      Il mio godimento per la morte degli invasori è direttamente proporzionale al numero di essi che soccombono. Mors tua vita mea!

      Non si dovrebbe dire ma è ciò che sento e che penso, con le emozioni e con la testa.

      Elimina
    2. UomoCoso, dovrebbe essere risaputo che il bombardamento indiscriminato sulla popolazione civile fu teorizzato tra le due guerre e messo in pratica dagli Alleati, non dai Tedeschi, che invece avevano teorizzato la famosa "guerra lampo". Questo è un esempio del fatto che la Storia la scrivono i vincitori e poi la trasmettono gli insegnanti meridionali assunti tramite concorso fasullo e "deportati" in giro per l'Italia.

      Certo che per vincere un nemico puoi anche ammazzargli moglie e figli.

      Peccato che questo sia contro il "codice della cavalleria". Da cui dipende dai riferimenti di ognuno di noi.

      Elimina
  17. "Ogni invasore in meno io tiro un sospiro di sollievo.
    Se sono tanti godo come un riccio.
    Presente il Mors tua vita mea ?
    Sono una bestia, lo so. :)"

    No. Solo uno stronzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bestia
      nazifascioleghista e...
      stronzo.

      Li potrei mettere sul mio biglietto da visita.
      :)

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.