domenica 3 maggio 2015

Belli anche per queste sorprese

Eran due giorni che covava 'sto principio molesto di raffreddore, un principio di mal di testa anche ieri sera tornando da Firenze.. Oggi sono stato con un gruppetto in giro per quasi undici ore, in una delle plaghe piu' belle della provincia. Boschi, prati, rosai, case torri, pievi, cipressi e lilla', oratori, viste romantiche su dirupi e guglie e falesie in arenaria, fiori ovunque. ruscelli ancora allegri, cespugli monumentali di rosmarino, querce e cipressi secolari, cicli di affreschi popolari e di buon livello.
In un borghetto medievale (in inverno ci vivono in due...) siamo entrati in una casa torre del milleduecento restaurata con una precisione e una qualita' che ha semplicemente esaltato la bellezza "troppa" dell'edificio e del posto.
Che fatica pero'! Covavo un rafreddore cattivo che mi e' mezzo uscito ora ed ero fiacco, con quei sudorini del cazzo quando covi e sei un po'ameba.
I partecipanti erano in gamba e svegli e per una volta mi sono lasciato andare, essi hanno proposto, letto le mappe, cambiato pezzi di itinerari, ci siamo divisi in tre gruppetti verso fine, io sono sceso con altri due per un tratto selvaggio, orrido fuori sentiero dove, probabilmente, si cibano i lupi, visto che abbiamo trovato parte di scheletri di un cervo e di un cinghiale.. Un po' meravigliati o contrariati perche' a tratti e' stato impegnativo ma io ho senso dell'orientamento e conoscenza dei luoghi, a volte bisogna essere solo sereni e, si' osservarli ma  lasciar scorrere i timori e le paure come acqua sulla cera.
Avevo il furbofono basso di batteria e non sono riuscito a scattare neppure una foto delle meraviglie che abbiamo visitato. Quella sotto e' di un piccola chiesa privata ora in restauro sulla soglia della quale un professore dell'unibo di chimica ci ha raccontato per quarti d'ora la storia dei luoghi, dai villanoviani, agli etruschi,ai longobardi e all'esarcato ravennate, dei rapporti tra paganesimo e cristianesimo e della soccombenza cruenta (purtroppo) del primo rispetto al secondo.. Questi giri sono belli anche per queste sorprese.

Ah, ho scoperto questa nuova meravigliosa erba: la agliaria! :)


(anonimo)

13 commenti:

  1. Noi "urbanizzati" invece, una tre giorni full immersion nel Parco Nazionale d'Abruzzo in mezzo a sentieri collaudati e hai voglia a cercare camosci e scoiattoli.. ma comunque un riempirsi di odori, colori e rumori (anche solo fruscii e ruscelli) che per i non abituati è un'overdose che ti lascia senza senso e i muscoli intontiti ma felici..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono belli all'eccesso quelle zone d'Abruzzo.
      Una botta di ricarica pazzesca, eh?!
      Mi rallegro per te!
      Buon lunedì

      Elimina
  2. >un borghetto medievale (in inverno ci vivono in due...)

    Anche da me ci sono borghi "fantasma". Mi chiedo sempre come deve essere viverci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la morte civile, come vuoi che sia.....

      Elimina
    2. Uno dei due è un danaroso, l'altro un gasista intellettual-alternativo.
      Tra le altre cose stava uscendo una bella topona, avevano passato ore felici in quell'incanto. Eheh, mica scemi!

      Elimina
    3. Francesco, sono ad alcuni quarti d'ora da Bologna, meno del tempo per spostarsi tra due punti di Bologna o Milano.

      Elimina
    4. Danaroso = Francesco che si definisce intellettualmente di sinistra?
      Direi pragmatico, più che altro.

      Del resto anch'io la prima cosa che ho pensato è: ci arriverà internet quassù?

      Elimina
  3. Belli belli questi giri. Io non riuscirei mai, tuttavia, a scarpinare cosí a lungo; in piano, forse sí...ma in salita no. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ore effettive di cammino saranno state cica cinque.
      Dislivello ca. +800 e -800.
      Così a spanne, dovrei consultare le carte.

      Elimina
  4. Ecologia e cultura...niente di meglio per curare non solo un raffreddore, ma, e sopratutto la mente...senti questa metafora zen: Un gatto si sdraia al sole e si sente imperatore di un mondo; ma l'uomo (non solo tu) ci riesce nel suo mondo ?
    Cosi, per restare sul tema dell' ecologia e della mente.

    Buona settimana UUIC

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Curare mica tanto, oggi sono con questo intasamento cattivo di raffreddore. Il mio medico mi ha detto che c'e' una forma virale in giro, chissà dove me la sarò presa.

      Prima mi sono messo in loggetta a parlare con mia madre ma sole e raffreddore sono incompatibili: fastidioso.
      Sì, bsognerebbe fermarsi, come gatti sui cofani tiepidi delle auto, e godersi la vita.

      Elimina
  5. E' solo questione di soldi. Se uno deve presentarsi ai cancelli della fabbrica alle sei del mattino per milletrecento al mese tenderà a vivere in due locali nei pressi della fabbrica. Se uno non sa quanti soldi ha in banca e non ha orari da rispettare, tenderà a vivere in un maniero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la logistica ha un costo.
      Anche riscaldare un maniero è impegnativo, ad esempio. Con 1.3k€/mese non ce la fai proprio, direi.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.