giovedì 14 maggio 2015

Il vento

Erano passate da poco le nove e trenta quando sentii il bip bip dei messaggi.
Sono di vento anche stasera. Perdonami.

Mi ero appena svegliato, un'ora e mezza di sonno profondo, letto il messaggio, sbadigliato, :- “Pazienza!”.
Succede? Bene. Non succede? Bene lo stesso. Sono andato nelle braccia del tango, alla mia milonga del cuore, salotto dannunziano. E sono stato felice, ho trovato delle anime con le quali, per alcuni momenti, sono stati sprazzi di tango. Quell'intesa fatti di anime che, in silenzio, parlano, discorrono, scherzano, si abbracciano e lasciano, in questo silenzio colmo di emozioni come un vassoio barocco di bronzo da cui straripano grappoli di uva fragola, parola alla arte sesta dei corpi danzanti, delle parole di membra.
Puoi vivere felice se cogli ogni felicità del vivere.
Fosse scrissi in passato di quella ragazza napoletana, che conobbi ad un goa sulla spiaggia della Bassona in una notte vigilia di Ferragosto, mora, occhi blu, quando la ritrovai a Roma, in occasione di un altro goa, mi disse, a proposito del suo amore, che era inafferrabile, imprevedibile, come il vento.

Stavo cercando un'immagine per questa pagina e l'ho trovata. In effetti rende molto delle mie gioie e felicità. L'improvvisazione, il tango e la danza, una bici per essere liberi e leggeri, con il vento nei capelli.


(via santango)


20 commenti:

  1. Ehm... ti passo il link delle pornostar che mi ha messo Francesco sotto il mio ultimo post?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'altro giorno ho scoperto una tale ungherese Valentina Velasquez...
      Sai quante belle donne (quelle bellissime sono piu' rare e poi essere bella/bellissima e' solo una delle caratteristiche positive di una lavoratrice del cinema sessuale) ci sono? penso decine di migliaia.

      Io preferisco sempre le belle donne "porche" NON professioniste alias amatoriali.

      Elimina
  2. squinternata era

    squinternata resta

    una erezione sprecata

    Pippa, lì si paga però, e non poco.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei ti ha dato il 2 di picche???

      Ma no, che cosa dite, lei mi è molto affezionata solo che
      ha delle storie col suo tipo che
      la rendono infelice...

      Elimina
    2. Per quanto l'appuntamento fosse aperto - ci vediamo in milonga - e' stato un due di picche.
      Non so come sia messa col suo tipo se non che si sono separati anche per la questione casa.

      Comunque io continuo a mantenere i contatti con altre donne che mi interessano (_mela e altre). Fino a che sono contatti mi godo tutte le liberta' che voglio.

      Elimina
    3. Più contatti più erezioni...

      Elimina
    4. non posso negare una cosa

      nella mia vita è capitato di "perdere tempo" per tipe che mi davano di meno di quanto volessi

      mi sentivo frustrato che metà bastava

      Elimina
    5. Francesco, la seduzione è un progetto/impresa di economia personale con rischio e valore aggiunto.
      Non c'è altro da aggiungere, direi.

      Elimina
  3. A volte è necessario accontentarsi di momenti di felicità. Anzi, penso vadano vissuti e assaporati al massimo. Per la quotidiana serenità c'e' sempre tempo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ci si accontenta della felicita' quando arriva, quando si puo' essere felici?
      La felicita' e' in se', non e' la cosa che tu desideri.
      A volte puo' essere solo il cammino e tutto quanto avviene affinche' e prima che quella cosa accada.

      Buonasera Johnnaccio! :)

      Elimina
  4. Nel tempo si impara a prendere le cose cosi' come vengono… se accadono bene, altrimenti si vive lo stesso. Il segreto e' saper trovare la felicita in cose diverse. Per te, il Tango e tutto cio' che esso ti trasmette anche se in poche manciate di minuti. Ma si sa, la felicita' e' fatta di attimi fuggenti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tango, bici, Natura, bellezza, danza.
      Sono felice per il basilico che cresce, per l'asciugacapelli che mi sono riparato. Una delle cose che mi da' felicita' e' proprio la mia autonomia e indipendenza, compresi i costi notevoli che comportanto.

      Di attimi fuggenti e di percorsi per arrivare ad essi.

      Elimina
    2. Ti invidio quel basilico da adocchiare. E l'asciugacapelli che, rotto, getterei.
      Invidia buona però.. cresce come il basilico a leggerti rilassato...

      Elimina
    3. Fai bene, Uomo. Io ad esempio sbaglio a dare troppa importanza ai rapporti interpersonali… bisogna invece saper variare il target delle cose che ci danno gioia e ci fanno state bene. Se poi arriva anche una persona che aggiunge gioia alla gioia bene, ma e' un in piu'.

      Elimina
    4. x franco battaglia:
      Devo dire che tengo solo basilico in casa, nel giardino sotto casa ci sono rosmarino e salvia meravigliosi, ma quelli lavorano, come erbe forti, bene anche seccate o parzialmente essiccate (non fresche).

      Guarda, ripararsi le cose dà molto piacere. Alcuni gasisti - intelligentemente - scelgono alcuni oggetti o li rifiutano proprio sulla possibilità di poterli riparare.
      Decrescita intelligente!

      x Spirito Libero:
      Devo dire che una volta che ero testosteronicamente più dipendente dal sesso femminilie, l'avrei presa male. Ora continuo come se fosse stato un mero accidente. Ci vedremo un'altra volta, quando capiterà.
      Devo dire che _tra che si conosce è stata in parte corretta, lasciando l'appuntamento semi aperto, ovvero "ci vediamo in milonga".

      Elimina
  5. Uomo se a una donna interessa davvero un uomo va a stanarlo anche in capo al mondo. Questa e'una perditempo che ci tiene a gratificarsi facendosi corteggiare, cioe'con te si sente ancora appetibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi di sì.
      Penso che questo, però, sia parte di tutte le seduzioni, che solleticano e carezzano l'ego di entrambi.

      Elimina
  6. Ho vergato un capolavoro di sintassi...

    RispondiElimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.