giovedì 28 agosto 2014

Gli orrori altrui

  • Nuovo orrore jihadista: decapitate quattro persone in Egitto
    (corriere.it)

Da sempre in queste pagine allerto sul pericolo della merda islamica qui e sulla gravità di importare milionate di questa genia aggressiva, virulentemente prolifica e, percentualmente, migliaia di serpi in corpo.
Solo che un'altra cosa che io detesto è la faziosità e la disonestà intellettuale (altra caratteristica pressoché universale degli homo - la mia misantropia non migliora affatto!).
Ma quando i droni de Lo Stato Canaglia fanno dozzine di morti in cortei nuziali democraticamente bombardati in Afghanistan, quello non è orrore? E i bambini diversamente sani all'agente Orange in Vietnam? Non sono orrore peggiore, quelli?
I m x 10^7 morti amerindi nativi causati dagli europei nel Nuovo Mondo? Ah, l'emigrazione italiana era buona e giusta.
I migliaia di morti di mesotelioma causati dall'uso di amianto non sono orrore solo perché avvenuti nel tempo? Le decine? centinaia? di morti causate dal condonismo edilizio italiota-berlusconiano non sono orrore (oltre a quello estetico del tumore cementizio)?

Mi pare che la percezione comune di orrore sia estremamente stupida. Distanza, estensione nel tempo, intermediazione della tecnologia invece di essere considerate aggravanti estremi per l'aumentare assoluto dei danni che comportano sedano la già scarsa capacità di osservazione e discernimento, di giudizio.
Massimo Fini che ha una simpatia per i combattenti islamici (che non condivido) osservava un'altra sovversione (e devo dagli ragione). Dei codardi che con l'utilizzo della tecnologia, a (migliaia di) chilometri di distanza spingono un pulsante o ordinano un volo con conseguenze tipo n x 10^k morti e Grande Terrore, sono eroi, democratici, etc. altri che combattono mettendoci il cuore (in tutti i sensi) sono codardi, terroristi, estremisti etc.

E' del tutto assurdo.
Spegni quel cazzo di zolfanello che inquini. Poi l'oc* giuliv* e content* si beve la plastica con l'estathé dentro, c'è  il nuovo inceneritore! (poi se la respira pure).

La stupidità tende ad un massimo.


(orrori spiacevoleeffetticollateraliabophal)

29 commenti:

  1. come sai, esistono le sfumature, per quanto mi riguarda.

    e quindi non tutti gli "orrori" hanno la stessa valenza.

    l'Egitto rischia di diventare una nuova grande polveriera, anche se dalla sua ha una fortissima presenza di persone che hanno in odio la frattellanza islamica, altrimenti non si sarebbe spiegato il rovesciamento di Morsi come solo un colpo di stato. essendo però un paese con decine di milioni di abitanti, ci fosse anche un numero "esiguo" di terroristi, la guerra civile permanente potrebbe essere molto concreta e duratura. come accadde in Algeria. dove peraltro è poi finita, anche se con uno spargimento di sangue cruentissimo

    RispondiElimina
  2. Te lo dico con la stessa franchezza del commento sull'altro post: il tuo articolo e' mal scritto, ha una sintassi farraginosa e un tono qualunquista che condanna tutto e tutti...quindi sostanzialmente nessuno.
    La rabbia come fonte di ispirazione non è mai stata una buona consigliera ma se proprio hai deciso di usarla...fatti tuoi.

    RispondiElimina
  3. http://www.corriere.it/foto-gallery/politica/14_agosto_28/renzi-un-gelato-mano-nuova-copertina-economist-ac0fe54c-2ebc-11e4-866c-ea2e640a1749.shtml

    guardati questa mentre

    RispondiElimina
  4. x Francesco:
    L'Egitto è una polveriera demografica che si sta caricando dissennatamente. Solo che la merda islamica per fare la guerra ai laici poi la farà, con l'emigrazione di massa,all' Europa.
    Dati e altro in Esplosione demografica in Egitto.
    Con la povertà prima e miseria dopo dovuti all'esplosione demografica nei paesi (sub)tropicali l'islam radical si diffonderà sempre più. Del tutto logico ed ovvio. Quando la società si fa più spartana, essa regredisce anche nelle credenze, negli usi, passa da un etica sociale alla morale religiosa via via più brutale con l'aumentare delle asprezze e difficoltà.

    Ho letto il papero del Corriere che hai indicato.
    Da sempre il Regno Unito guarda con scetticismo/ostilità ciò che succede nel continente. Lo stesso capitalismo anglosassone è radicalmente diverso da quello continentale e, in particolare, da quello tedesco.
    In realtà in prospettiva, la macedonia etnica granbritannica è assai peggio di quelle continentali e anche la loro impronta ecologica e le prospettive sulle risorse rispetto alla domanda sono assai peggiori.
    Per essi è meglio distrarsi guardando ai problemi della struttura grande e rigida dell'Europa continentale che osservare le proprie magagne.

    x Enzorasi-Nihil:
    Chiedo scusa, scritto di fretta a mo' di pausa tra una attivtà e la successiva.
    Ho fatto alcuni esempi di orrori nostri o degli amici nostri che sono assai peggio di orrori altrui.
    Cosa desideri? fonti? citazioni? oppure un numero maggiore di casi?
    O è l'osservare la disonestà intellettuale che ti dfisturba?
    Usare termini che, in genere, per convenzione, non vengono usati? Alcuni possono essere iperbolici, capisco. Mi dispiace se ciò ti dà fastidio. C'è sempre la libertà di non leggere queste pagine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prepara il bunker allora.... :-)

      scherzi a parte, le cose cambiamo. l'islam mica tanto, era già così alle origini

      Elimina
    2. Non è a me che devi chiedere scusa che c'entra.
      Non voglio altri esempi ne altre fonti, ho scritto chiaramente che la tua analisi pecca di un certo qualunquismo e che esso può annullare certe parti della tua analisi che, invece, sono pregevoli.
      Ti dirò con franchezza che la tua chiiusa " se nn gradisci nn leggere" quindi levati di torno e scontata, scontatissima e abusata da sempre nel web. Ormai mi sembra addirittura ridicola e non da te che sei in adulto civilizzato.
      Il problema israeliano - palestinese affrontatato fuori da riferimenti storici, ideologoci e religiosi sull'islam non ha alcuna presa. L'Islam e medioevo istituzionalizzato, a forte impronta dogmatico-imperialista e espansionistica. Tende alla teocrazia mentre il resto dell'occidente va in senso opposto. Israele e' l'unico stato democratico in un'enclave musulmana. Non tener conto di questo e del desiderio mai celato fin dalla sua nascita di spazzarlo via e' grave secondo me.
      Non mi pare di aver letto niente di simile nel tuo post.... Ma so bene come son fatti i blog di tenore "discorsivo". Scusami se mi sono dilungato e grazie per l'attenzione

      Elimina
    3. Qualunquismo...
      Senti, ti pregherei di farmi capire cosa non vada bene. Insomma di argomentare.
      Quale affermazione? ci sono contraddizioni?

      > Il problema israeliano - palestinese
      Eh!?
      Dove ho scritto qui dentro del problema israeliano - palestinese?
      Non solo io non ho scritto qui nulla a riguardo ma - ho controllato ora velocemente tutti i commenti - nessuno ha citato il problema del conflitto israelo palestinese in questa pagina.
      Non capisco.
      Ma non e' che ti sei confuso?
      Ma alla fine, non e' che con 'sta confusione esce poi anche 'sto "qualunquismo"?

      Elimina
  5. Uomo, al posto di prendere esempio dalla Germania, dovremmo prenderlo dalla Svizzera. Frontiere chiuse per tutti e via...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. insomma, le frontiere chiuse non esistono. è solo una illusione. mettiamocelo in testa

      Elimina
  6. x Wannabe Figa:
    La Svizzera ha frontiere piuttosto permeabili e sta avendo una crescita demografica per immigrazione molto pesante.
    Info su www.ecopop.ch (osteggiati da accrescitivisti e cocomeri).

    x Francesco:
    Le frontiere chiuse non esistono?
    Ahaha
    Vai in Australia, in Qatar, in Arabia Saudita, a Cuba, etc. e guarda se le frontiere esistono. Semplicemente in quei paesi non puoi immigrare se non essi non vogliono e ci riescono benissimo.
    Dovrei raccontare alcune cose raccontatemi dal fratellone mio durante la sua visita in Qatar per lavoro.
    Non c'è nulla da inventare e non c'è masi stato nulla neppure in passato. In Svizzera e in Germania, negli USA, nella prima metà del secolo scorso, non potevi immigrare se essi non volevano.
    Basta copiare.
    Solo che non lo si vuole fare per molteplici ragioni.
    Il fatto che non si voglia fare una cosa per questioni morali non significa affatto che essa non si possa fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, entrare in certi paesi, anche solo da studente, è difficilissimo.

      Elimina
    2. Il punto non è riuscire ad entrare (impermeabilità).
      Il fatto è che in essi c'è una politica di rimpatri capillari e sistematici. Quindi anche se entrato, NON riesci a rimanervi. E questo è molto più efficace a medio e lungo termine.

      Elimina
    3. grazie al cazzo, l'Australia è una megaisola e il Qatar è in mezzo ad un deserto dove ci son più di 40 gradi tutto l'anno. se è per questo anche entrare in UK è difficile. ma poi come le rimpatriamo le persone ????

      Elimina
    4. Ho scritto molte volte che deve esserci una politica di contrasto radicale all'immigrazione di massa e che, come ogni soluzione a problemi complessi, deve essere articolata, variabile, modulare, sinergica etc.
      Forse dovrei scrivere una pagina su come si dovrebbe iniziare a contrastare l'immigrazione di massa, di una qualche politica in questo senso.
      Non solo, prima avevamo qualche provvedimento singolo, per quanto inefficace e ora siamo addirittura al favoggeramento della migrazione di massa con questa autolesionistica operazione Mare Nostrum.

      E' proprio dagli australiani che dovremmo copiare come ci si difende, anche dal mare, dalle invasioni di massa.
      Proprio da loro.

      Elimina
  7. Allora, cerchiamo di fare a meno degli effettacci e del moralismo diluito.

    Non esiste guerra che sia pulita ne che sia giusta. Solo le menti deboli hanno bisogno di pretesti e benedetti da Dio.

    Senza cadere nell'altro estremo del sovra uomo, il fatto puro e semplice è che, sapendo che non è ne pulito ne giusto, ad un certo punto bisogna scegliersi i nemici e le battaglie.

    Nel caso specifico dell'Italia avremmo potuto tirarci fuori da tutto, dichiararci neutrali, non andare a infastidire il prossimo e pretendere di non essere infastiditi.

    MA

    L'Italia repubblicana non è una Nazione libera, è governata da un governo fantoccio eterodiretto dagli Americani contrastato da uno schieramento di opposizione ugualmente eterodiretto dai Sovietici.

    Quindi pronti via non è mai esistita la possibilità concreta di non schierarsi. Di seguito se volevamo creare il benessere e oggi se vogliamo farci prestare i soldi, ci è toccato e ci tocca andare in giro col cappello in mano e abbassarci i calzoni quando ci viene richiesto. Essere ammessi al tavolo "dei grandi", come alle cene di famiglia, comporta degli obblighi.

    La cosa più intelligente da fare sarebbe cercare di cavare il massimo dell'utilità da una situazione inevitabile.

    RispondiElimina
  8. La percezione dell'orrore dipende sempre da dove si colloca il bene. Da chi si decide chi siano i buoni. Ed è terrificante.

    RispondiElimina
  9. ma non è così vero poi. non esiste l'uomo nuovo, l'uomo migliore, l'uomo giusto. ma esiste il meno peggio tra gli uomini. il tanto vituperato occidente non è perfetto, ma non è minimamente paragonabile all'islam e alle nefendezze della sua gente.

    e poi ci sono alcune prove del nove indiscutibili: la concezione del sesso e della donna, la (in)tolleranza verso la diversità, l'assenza di confronto ecc....

    RispondiElimina
  10. alle volte mi chiedo cosa resterà di noi, della nostra civiltà, musei, monumenti, archivi, tra 50 anni se la giocheranno tra cinesi e islamici?

    RispondiElimina
  11. x Lorenzo:
    Il moralismo da strapazzo e per citrulli è quello che riveste le proprie mire egemoniche di una glassa psedudemocratica, di pseduo diritti (senza doveri) civili e di altre stupidaggini asimmetriche (che, sostanzialmente, risalgono all'illuminismo).
    Io non nego la guerra, esiste e sempre esisterà. Depreco e osservo la sua sofisticazione.
    L'Europa zimbello degli USA è kogliona, Invece di stringere alleanze geostrategiche con la Russia (a oriente hanno le risorse, a occidente ci sono beni e prodotti lavorati) sta a zimbellare quelli oltreatlantico e le loro esigenze. Masochismo senza frontiere.
    A me sembra tutto estremamente stupido (compresa la morale sciocca filostatunitense).
    Osservare e confrontare, prego, il nitore di Tucidide e del "dialogo" degli Ateniesi coi Meli.

    x Mareva:
    La percezione dell'orrore si colloca ... dagli altri.
    Quel che faccio io o i miei amici ha sempre mille giustificazioni, quello che fanno gli altri è sempre orribile.
    Morale sciocca e ondivaga (del resto la morale è stupida in sé),
    Osservare e confrontare, prego, il nitore di Tucidide e del "dialogo" degli Ateniesi coi Meli.

    x Francesco:
    Islam meglio o peggio della liquidità capitalistico consumista? Mah.
    A me non interessa.
    Essi non vengano qui e non non si vada là, ciascuno eviti di sfrantumare i koglioni agli altri in casa altrui.
    Sebbene io aborrisca le masse islamiche non è che ami particolarmente quelle consumiste. Perché vogliamo citare qualche problemuccio delle nostre società? A me sembrano confronti improponibili..
    Resta il fatto che ora la crescita demografica violenta dei paesi islamici è uno dei pericoli planetari più gravi in assoluto (se poi andiamo a vedere cosa succede in Africa, beh, lì sta esplodendo tutto a presciondere dall'essere islamico).

    x Sara:
    Gli islamici si stanno espandendo a nord, anche perché i loro paesi subdesertici non reggono la loro crescita demografica.
    Rispetto al passato ora il processo egemonia è a bassa intensità e diffuso e quindi molto più pericoloso perché è come un tarlo che svuota l'identità (quale?) europea e la rimpiazza numericamente.
    Teocrazia e islamizzazione sempre più diffusa in tutte Europa, del resto come avviene già in molte sue parti (a partire nel suo "cuore").
    La mappa del califfato è estremamente chiara e sotto il naso di tutti.
    I koglioni continuano con Mare Nostrum.
    Tutto sommato è bene che le società di idioti soccombano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più passa il tempo e più l'Italia delega la propria sovranità ad altri.

      La ragione è duplice, da una parte siamo costretti per il motivo che dicevo sopra, quando chiedi un prestito devi firmare una cambiale che ti impegna. Quando vuoi del contante devi dare qualcosa in cambio e se non hai niente, devi abbassarti i pantaloni.
      D'altra parte l'Italia da sempre viene eterodiretta, cioè riceve istruzioni, richieste, ordini, suggerimenti, da potenze esterne. Che possono essere palesi o occulte. Poi non ci dimentichiamo il peso esorbitante che hanno avuto le ideologie universalistiche in Italia nel dopoguerra.

      L'Europa è una entità indefinita, quindi non ha e non può avere una sua volontà. Al massimo, quando e se si muove come unione, di volta in volta si tratta di una mediazione tra gli interessi e le volontà delle potenze egemoniche in quel dato momento.

      Riguardo la subordinazione agli USA, direi che è ovvia e inevitabile, dato che gli USA si configurano come una potenza imperiale e noi siamo popoli soggetti e tributari. Comunque meglio che metterseli contro. Siamo ancora occupati dall'ultima volta.

      Elimina
    2. Ohh
      Ti voglio bene, Lorenzo! :)

      > quando chiedi un prestito devi firmare una cambiale che ti impegna.
      > Quando vuoi del contante devi dare qualcosa in cambio e se non hai niente, devi abbassarti i pantaloni.

      Qui dentro sono anni che dico che il debito che gli italiani si sono creati da solo è stato il più efficiente, spietato e potente cappio al collo che essi hanno consegnato ai creditori (finanziari, ma conta poco, e di risorse).

      Nulla da aggiungere. Analisi precisa, corretta, sintetica.
      Dipendiamo dall'esterno per milion mila cose e questa dipendenza aumenta di giorno in giorno.
      Più deboli, più eterodiretti con tanti bei cappi al collo, sempre opiù poveri e sovrappopolati, ora arrivano milioni di senz'parte ne parte che ci entrano a forza.
      Noi abbiamo minoranze che mettono il paese a 90° e fanno i buoni, miti, accoglienti col culo degli altri.

      Elimina
    3. Il problema è che non sono tanto minoranze. Vedi il risultato delle ultime elezioni europee, che hanno dato un mandato indiretto al Caro Leader.

      Ma il problema vero è ancora più grave, gli Italiani non sono in grado di produrre una alternativa all'attuale stato di cose. Siamo partiti già messi male dopo la guerra e da li in poi ci siamo sollevati economicamente ma siamo rimasti culturalmente cialtroni e lestofanti.

      Adesso c'è questa moda di incolpare i "politici", la "casta" ma in realtà il fatto è che la "casta" è il massimo che l'Italia può esprimere.

      E quindi io sono più che pessimista.

      Elimina
    4. !!

      Una cosa che non mi piace della demagogia grillesca e' che essi, per scansare l'irritazione delle masse, imputano i mali del paese alle classi dirigenti ma questo e' una meccanismo retorico del tutto puerile e goffo perche' le classi dirigenti espresse dal paese "sono" il paese, sono cio' che esso esprime.
      Siamo rimasti culturalmente cialtroni e lestofanti. Io penso che il lestofanti sia il problema principale. Fesso chi onesto, furbo chi furbo.
      Io sono molto preoccupato, essendomi riprodotto una volta. Non solo la mia vecchiaia sara' pessima, senza pensione derubatami da pensionati attuali di ogni risma, ma questo paese sara' una pessima macedonia etnica sempre piu' in conflitto per il degrado (sempre piu' popolazione, sempre meno risorse, taglio prima e crollo poi dei servizi, etc.).

      Elimina
    5. Le masse non hanno cervello. La massa fa quello che gli viene detto di fare, posto che tu abbia i mezzi tecnici e ci metta abbastanza impegno.

      Sgombrato il campo alla demagogia, le balle catastrofiche di Grillo&Casaleggio sono due:
      1. la democrazia diretta
      La democrazia diretta ha senso SE e SOLO SE quando tu voti per la guerra, ti giri, indossi la corazza, prendi lo scudo e ti metti in marcia verso Maratona. Altrimenti è solo un casino, più o meno controllato, che non può che finire in una dittatura. E dio ti scampi dall'essere "minoranza" in una democrazia diretta del genere grillesco, infatti vedi che fine fanno i dissidenti.
      2. la "gente" migliore dei "politici".
      Mi pare ovvio. In teoria un politico, essendo fondamentalmente un venditore, si può paragonare all'agente immobiliare in cravatta gialla e scarpe di legno a punta che sta nell'ufficio vicino casa mia. Poi c'è l'idraulico che lavora male e non fa la fattura, c'è il benzinaio con la pompa taroccata, c'è l'ingegnere che scambia buste e favori con l'assessore, eccetera eccetera. In cosa la "gente" sarebbe diversa dal "politico"? Senza contare che il "politico" non viene fabbricato in laboratorio, nasce e va all'asilo come tutti.

      Fossi in te invece della tua vecchiaia mi preoccuperei della vita dei tuoi discendenti.

      Elimina
    6. > La democrazia diretta ha senso SE e SOLO SE
      > In cosa la "gente" sarebbe diversa dal "politico"?

      Ahhhhh
      Ohhh
      Aaaaahhh

      Godo a leggere certe cose.
      :)

      Elimina
    7. E' sempre lo stesso discorso, cioè come ci si qualifica per avere il diritto di partecipare all'assemblea.

      Elimina
    8. Qui ho sollevato fino alla noja la questione della moralità della democrazia.
      Tu puoi votare solo per scelte per le quali ti assumi tutte le conseguenze.
      Quello che tu dici "voti per la guerra, ti giri, indossi la corazza, prendi lo scudo e ti metti in marcia verso Maratona".
      Io lo ripetuto più volte per la questione della Val Susa, un foggiano o un bellunese o un cagliaritano etc. non ha alcun diritto di voto per questioni che hanno pesanti conseguenze in casa d'altri, a spese di altri.
      Non c'è alcuna democrazia nel fare i froci col culo degli altri, i guerrieri con gli scudi e le vite degli altri, etc .
      Democrazia morale? solo quella su scala territorialmente limitata. La democrazia diretta è la massima forma di governo purché
      o - su scala locale, direi comunale
      o - con controllo diretto dei delegati
      o - in sistemi adiabatici dal punto di vista delle risorse (non puoi essere demagogo prendendo risorse altriove/da altri)
      o - per tempi limitati
      o - senza cumulo di cariche che fare un lavoro nella vita richiede più tempo di quello disponibile
      o - con elettori che subiscano sulla propria pelle, nella propria vita le scelte buone, cattive o irriesponsabili che hanno fatto con il loro voto

      Elimina
    9. Ebe, il tuo ragionamento non fa una grinza tranne per un difetto.
      Supponiamo che io abbia un orto e coltivi le zucchine. Per innaffiare prendo l'acqua da un rigagnolo che passa di li.
      Tu hai un terreno a monte e un giorno decidi di deviare il rigagnolo perché devi costruire un garage.
      A quel punto io mi trovo nella impossibilità di coltivare l'orto.
      Vengo da te e tu mi dici che io non posso mettere il becco in faccende che hanno conseguenze in casa d'altri.
      L'ovvia conseguenza è che il giorno dopo io vengo con mio cugino e ti prendo a bastonate, poi dichiaro che il torrente mi appartiene e ripristino il suo corso per farlo arrivare al mio orto.

      Ragion per cui esiste sempre il problema del livello a cui si mediano gli interessi contrastanti. Le Nazioni di solito sono il risultato della conquista e sottomissione di un certo numero di autonomie da parte di una di queste che per qualche motivo ha assunto un ruolo egemonico. Dopo la conquista si consolida una "comunità", in vari modi, per esempio sopprimendo le specificità culturali delle preesistenti autonomie. Ovviamente il tutto si regge sul principio dell'accentramento in quanto la "devoluzione" alle autonomie implica necessariamente la progressiva disgregazione della Nazione.

      Elimina
    10. In sostanza la democrazia diretta è meccanicamente incompatibile col concetto contemporaneo di Stato-Nazione. Questo proprio perché la Nazione è composta da etnie, lingue, culture e interessi divergenti.

      Elimina

Rumore, robaccia fuori posto, pettegolame, petulanze, fesserie continuate e ciarpame vario trollico saranno cancellati a seconda di come gira all'orsone.